Chi l'ha più vista la rivista ufficiale della F1 in italiano?

Sono stati solo quattro i numeri che sono andati in edicola del magazine in italiano della rivista della F1. Poi le pubblicazioni sono state sospese lasciando a.. secco chi ci ha lavorato (giornalisti, fotografi e stampatore). L'iniziativa editoriale sembrava nata su basi molto solide e aveva trovato l'appoggio del promotore dei GP, ma qualcosa non ha funzionato.

Chi l'ha più vista la rivista ufficiale della F1 in italiano?

La ricerca potrebbe iniziare su “Chi l’ha visto”, ma è molto più probabile che l’iniziativa finisca in una causa collettiva di lavoro. Agli appassionati italiani di F1 che ancora frequentano le edicole non sarà sfuggita sugli scaffali un’interessante pubblicazione dedicata al mondo patinato dei GP.

L’ambizione era di portare anche da noi la Rivista ufficiale della F1: un magazine di 124 pagine a colori edito da Lifestyle Media House LTD, la società con sede in Gran Bretagna che aveva raggiunto un accordo con il promotore del campionato per diffondere anche da noi una rivista mensile.

Al progetto che sembrava partire su solide basi avevano aderito firme molto prestigiose come Pino Allievi, Mara Sangiorgio, Paolo Bombara, Lawrence Barretto, James Robert e tanti personaggi della comunicazione che gravitano nel Circus come Luca Colajanni (Ferrari), Bradley Lord (Mercedes), Anthony Peacock e Roberto Boccafogli (Pirelli), Fabiana Valenti (AlphaTauri), William Ponissi (Alfa Romeo), ma anche Tom Wood (FIA) tanto per citarne alcuni.

E in copertina c’era il logo ufficiale della F1 a “santificare” un accordo che avrebbe dovuto dare consistenza a un’iniziativa editoriale in un paese come l’Italia che è sempre stato ricco di grandi appassionati.

Ma i quattro numeri pubblicati sono ormai da collezione, perché al magazine di ottobre con Max Verstappen in copertina non ha più fatto seguito alcun uscita, sebbene fosse stata lanciata una campagna di abbonamenti e fosse stata avviata anche una raccolta pubblicitaria fra gli sponsor della F1.

I giornalisti, i fotografi che hanno aderito al progetto ma anche lo stampatore non hanno ancora visto un euro nonostante le promesse fatte dall’editore: in un momento difficile come quello della pandemia del COVID certo tutto può succedere, ma appare strano che si possa usare il marchio ufficiale della F1 senza le minime garanzie per chi si è lasciato coinvolgere in un progetto che era iniziato con molte ambizioni. Come andrà a finire? Evidentemente non è tutto oro quel che luccica…

condivisioni
commenti
Podcast, Ghini: "Domenicali porta positività in Formula 1"
Articolo precedente

Podcast, Ghini: "Domenicali porta positività in Formula 1"

Prossimo Articolo

Carlin: "Tsunoda metterà pressione a Gasly in pochi GP"

Carlin: "Tsunoda metterà pressione a Gasly in pochi GP"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021