Chi l'ha più vista la rivista ufficiale della F1 in italiano?

Sono stati solo quattro i numeri che sono andati in edicola del magazine in italiano della rivista della F1. Poi le pubblicazioni sono state sospese lasciando a.. secco chi ci ha lavorato (giornalisti, fotografi e stampatore). L'iniziativa editoriale sembrava nata su basi molto solide e aveva trovato l'appoggio del promotore dei GP, ma qualcosa non ha funzionato.

Chi l'ha più vista la rivista ufficiale della F1 in italiano?

La ricerca potrebbe iniziare su “Chi l’ha visto”, ma è molto più probabile che l’iniziativa finisca in una causa collettiva di lavoro. Agli appassionati italiani di F1 che ancora frequentano le edicole non sarà sfuggita sugli scaffali un’interessante pubblicazione dedicata al mondo patinato dei GP.

L’ambizione era di portare anche da noi la Rivista ufficiale della F1: un magazine di 124 pagine a colori edito da Lifestyle Media House LTD, la società con sede in Gran Bretagna che aveva raggiunto un accordo con il promotore del campionato per diffondere anche da noi una rivista mensile.

Al progetto che sembrava partire su solide basi avevano aderito firme molto prestigiose come Pino Allievi, Mara Sangiorgio, Paolo Bombara, Lawrence Barretto, James Robert e tanti personaggi della comunicazione che gravitano nel Circus come Luca Colajanni (Ferrari), Bradley Lord (Mercedes), Anthony Peacock e Roberto Boccafogli (Pirelli), Fabiana Valenti (AlphaTauri), William Ponissi (Alfa Romeo), ma anche Tom Wood (FIA) tanto per citarne alcuni.

E in copertina c’era il logo ufficiale della F1 a “santificare” un accordo che avrebbe dovuto dare consistenza a un’iniziativa editoriale in un paese come l’Italia che è sempre stato ricco di grandi appassionati.

Ma i quattro numeri pubblicati sono ormai da collezione, perché al magazine di ottobre con Max Verstappen in copertina non ha più fatto seguito alcun uscita, sebbene fosse stata lanciata una campagna di abbonamenti e fosse stata avviata anche una raccolta pubblicitaria fra gli sponsor della F1.

I giornalisti, i fotografi che hanno aderito al progetto ma anche lo stampatore non hanno ancora visto un euro nonostante le promesse fatte dall’editore: in un momento difficile come quello della pandemia del COVID certo tutto può succedere, ma appare strano che si possa usare il marchio ufficiale della F1 senza le minime garanzie per chi si è lasciato coinvolgere in un progetto che era iniziato con molte ambizioni. Come andrà a finire? Evidentemente non è tutto oro quel che luccica…

condivisioni
commenti
Podcast, Ghini: "Domenicali porta positività in Formula 1"

Articolo precedente

Podcast, Ghini: "Domenicali porta positività in Formula 1"

Prossimo Articolo

Carlin: "Tsunoda metterà pressione a Gasly in pochi GP"

Carlin: "Tsunoda metterà pressione a Gasly in pochi GP"
Carica commenti
F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali Prime

F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali

La Mercedes è protagonista di questa nuova puntata de Il Primo degli Ultimi. Al team di Brackley viene imputata la mancanza di coraggio e di voglia di osare, figlia di chi è abituato ad anni di dominio incontrastato e ora che vede un mondiale scivolargli tra le dita, non vuole andare oltre ciò che dicono i dati per paura di rischiare troppo

Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse" Prime

Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse"

Il Gran Premio degli Stati Uniti ha regalato tante sorprese e delusioni. In questo nuovo video di Motorsport.com, ecco i voti ai piloti stilati e commentati da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Formula 1
25 ott 2021
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021