Charlie Whiting ha ispezionato il circuito di Buenos Aires

condivisioni
commenti
Charlie Whiting ha ispezionato il circuito di Buenos Aires
Di:
Co-autore: Lawrence Barretto
Tradotto da: Matteo Nugnes
16 ago 2017, 08:01

Il direttore di gara della Formula 1, Charlie Whiting, ha fatto una visita informale al circuito di Buenos Aires, in Argentina, per valutare le condizioni dell'impianto.

Whiting ha fatto un giro a piedi del circuito, sul quale la Formula 1 ha corso per l'ultima volta nel 1998, e pare che si sia detto soddisfatto degli standard dell'autodromo.

Inoltre ha chiarito con i proprietari quali sono le arre che avrebbero bisogno di essere migliorate per raggiungere i requisiti richiesti dalla Formula 1 moderna.

Nel suo tour, Whiting è stato scortato da alcuni membri del consiglio cittadino di Buenos Aires, ma anche dai rappresentanti dell'Automobile Club Argentino (ACA) e dell'Associazione dei Piloti Argentini (Asociacio Argentina de Volantes).

Questo lascia suggerire che la Formula 1 possa tornare a breve in Argentina, anche perché l'ex grande boss Bernie Ecclestone parlava di questa possibilità ormai dal 2015.

Senza dimenticare che Sean Bratches, che cura gli aspetti commerciali della Formula 1 per conto della Liberty Media, ha detto che l'obiettivo è avere un calendario di oltre 21 GP entro il 2019 e che questo ha attirato l'attenzione di molti circuiti.

Portogallo e Turchia ne hanno già discusso con i vertici della Liberty Media, inoltre si parla della possibilità di un secondo GP negli Stati Uniti.

Se dovesse rientrare nel Circus anche l'argentina, si tratterebbe della terza gara sudamericana, accanto a Brasile e Messico.

Prossimo Articolo
La McLaren scherza e provoca: propone un GP di F.1 a Woking!

Articolo precedente

La McLaren scherza e provoca: propone un GP di F.1 a Woking!

Prossimo Articolo

La F.1 pensa ad una safety car con guida autonoma per il futuro

La F.1 pensa ad una safety car con guida autonoma per il futuro
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Federico Faturos
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie