F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Caso Mercedes: vi mostriamo dove sono i fori chiusi nel cerchio contestato

Giorgio Piola ha disegnato la ruota della freccia d'argento mettendo in evidenza dove sono i fori che i tecnici della Mercedes hanno deciso di chiudere prima del GP degli Stati Uniti. La questione adesso verrà allargata agli altri team perché si temono degenerazioni nel 2019.

Caso Mercedes: vi mostriamo dove sono i fori chiusi nel cerchio contestato

Non si smonta il caso Mercedes legato ai mozzi e ai cerchi posteriori che sulla W09 sono stati chiusi con del silicone prima del GP degli Stati Uniti. Senza poter contare sull'effetto aerodinamico che i buchi ben congeniati permettevano, Lewis Hamilton si è ritrovato con una freccia d'argento che è tornata a soffrire del surriscaldamento nelle gomme posteriori con conseguente formazione di blistering.

Lewis Hamilton al secondo pit stop con la Mercedes W09 ad Austin

Lewis Hamilton al secondo pit stop con la Mercedes W09 ad Austin

Photo by: Mark Sutton / Sutton Images

Il pilota inglese, infatti, è stato il solo fra quelli top a effettuare una seconda sosta ai box per sostituire gli pneumatici, riproponendo l'endemico problema che ha colpito la Mercedes durante la stagione, fino al GP del Belgio, quando hanno fatto il loro debutto i nuovi cerchi realizzati in collaborazione con la OZ Racing su disegno dei tecnici di Brackley.

Giorgio Piola è in grado di rivelarci dove erano stati aperti i fori nel cerchio Mercedes: le frecce rosse indicano con precisione dove erano i buchi che, nell'accoppiamento con quelli del mozzo, consentivano il tanto discusso passaggio d'aria. Trattandosi di due elementi in movimento, con la rotazione della ruota si generava un interessante effetto aerodinamico che aveva il compito di estrarre il calore in modo tale da controllare la temperatura degli pneumativci entro la finestra operativa.

Charlie Whiting, Direttore di gara, FIA

Charlie Whiting, Direttore di gara, FIA

Photo by: GP3 Series Media Service

Charlie Whiting, direttore di gara della F1, risponendo a Motorsport.com su questo caso ha detto: "Non credo che sia necessario un ulteriore chiarimento perché ci siamo già espressi, e tutti sono consapevoli di ciò che pensiamo, ma credo che ci sia ancora una differenza di opinioni e che, probabilmente, la questione debba essere risolto nel Technical working group".

Nick Chester, capo progettista di Renault F1, sostiene che la questione deve essere definita nei minimi dettagli, perché le squadre potrebbero sviluppare dei concetti più estremi sui cerchi soffiati nel tentativo di recuperare un po' di carico aerodinamico dopo che le nuove regole 2019 imporranno una semplificazione delle ali e il divieto dei mozzi soffiati al centro.

Cyril Abiteboul, CEO di Renault Sport F1 e Nick Chester, capo progettista

Cyril Abiteboul, CEO di Renault Sport F1 e Nick Chester, capo progettista

Photo by: Sutton Images

"Non è niente di completamente nuovo, ma i tecnici cercheranno di estrarre del flusso all'esterno dei cerchi - ha ammesso Chester - e credo che si potranno vedere  alcune interpretazioni interessanti per il prossimo anno. Questo filone di rivcerca sarà ancora più importante con l'adozione delle nuove regole 2019, perché si dovrà trovare il modo di estrarre l'aria dall'ala anteriore. Può diventare importante riuscirci sfruttando la ruota anteriore".

Alla faccia di chi si ostinava a dire che non c'era un effetto aerodinamico solo trasxurabile...

condivisioni
commenti
Red Bull pensa al futuro: è vicina a mettere sotto contratto il giovane talento Juri Vips

Articolo precedente

Red Bull pensa al futuro: è vicina a mettere sotto contratto il giovane talento Juri Vips

Prossimo Articolo

Report Strategie: gli errori della Mercedes che hanno dato un'ancora di salvezza alla Ferrari

Report Strategie: gli errori della Mercedes che hanno dato un'ancora di salvezza alla Ferrari
Carica commenti
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti" Prime

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti"

Seconda intervista esclusiva in compagnia di Gilles Simon. In questa lunga chiaccerata in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, l'ingegnere francese ci parla dei suoi trascorsi in Honda accompagnando il costruttore nipponico nei suoi primi anni in Formula 1 nell'era ibrida, per poi andare in FIA in qualità di advisor

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario Prime

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario

Cos'hanno in comune la corsa più antica della storia automobilistica e la Scuderia più leggendaria di sempre? Un filo conduttore glorioso fatto di 17 vittorie. Andiamo a scoprire insieme alcune delle imprese memorabili compiute dalla Scuderia Ferrari al Gran Premio di Francia.

Formula 1
13 giu 2021
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Formula 1
12 giu 2021
Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021