Caso Budkowski: i team dello Strategy Group scrivono a Todt e Carey

condivisioni
commenti
Caso Budkowski: i team dello Strategy Group scrivono a Todt e Carey
Di:
2 ott 2017, 11:06

Le sei squadre (Mercedes, Ferrari, Red Bull, McLaren, Force India e Williams) hanno spedito una lettera ai vertici della F.1 perché chi esce da ruoli istituzionali ed è a conoscenza di dati sensibili non possa andare in un team dopo tre mesi.

Marcin Budkowski, Responsabile tecnico FIA
Niki Lauda, Presidente Non-Esecutivo Mercedes AMG F1, Dr Helmut Marko, Consulente Red Bull Racing Mo
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1 e Maurizio Arrivabene, Team Principal Ferrari
Toto Wolff, Direttore del Motorsport Mercedes AMG F1, Maurizio Arrivabene, Team Principal Ferrari e
FIA Safety Director Laurent Mekies and F1 Technical and Sporting Coordinator Marcin Budkowski.

 Le squadre che fanno parte dello Strategy Group hanno scritto una lettera al presidente della FIA, Jean Todt, e al CEO della Formula 1, Chase Carey, per esprimere la loro preoccupazione a causa dell’uscita di Marcin Budkowski dal dipartimento tecnico della F.1 della Federazione Internazionale.

Il polacco si è dimesso a sorpresa la scorsa settimana dal ruolo di capo e le indiscrezioni del paddock lo danno in partenza in direzione della Renault. Fino all’uscita dalla FIA, Marcin ha avuto accesso alle informazioni riservate di tutte le squadre ed è a conoscenza dei progetti sulle monoposto 2018 oltre che delle idee che i singoli team stanno sviluppando dopo aver chiesto alla Federazione l’interpretazione sulla conformità.

I team si sono agitati quando hanno saputo da Charlie Whiting che l’ex aerodinamico di Ferrari e McLaren deve sottostare ad un gardening di appena tre mesi, determinato dalle leggi sul lavoro che gravano in Svizzera. Marcin, quindi, potrebbe diventare operativo in una squadra già a partire dall’inizio del prossimo anno e potrebbe portare un bacino di conoscenza tale da mettere la Federazione Internazionale in grave imbarazzo per l’evidente conflitto di interesse che si scatenerebbe…

I team membri dello Strategy Group si sono riuniti in Malesia per deliberare una presa di posizione: al meeting hanno partecipato Toto Wolff (Mercedes), Christian Horner (Red Bull), Maurizio Arrivabene (Ferrari), Eric Boullier (McLaren), Paddy Lowe (Williams) e Bob Fernley (Force India).

Nella lettera le squadre vogliono che si discutano tutte le implicazioni che il caso Bodkowski sta scatenando e si suggerisce che si adottino nuovi protocolli di uscita per il personale della FIA e di Liberty Media, specie se dovessero andare a lavorare in un team.

C’è chi avrebbe proposto lo stop di un anno, prima di concedere la possibilità di riciclarsi in un team. Al proposito è stato chiaro Toto Wolff…

" Marcin è un bravo ragazzo. Penso che se ci riesce fa bene a tornare in una squadra per proseguire la sua carriera, ma ora non vorrei essere al suo posto. Come funzionario della FIA che legifera e rilascia delle direttive tecniche non può passare ad un team dopo soli tre mesi”.

"Ci sarebbe un potenziale conflitto di interessi. Non sto dicendo che abbia abusato in qualche modo del suo ruolo, ma ci dovrebbe essere una linea etica che tutti dovrebbero seguire. Non vogliamo che lui si trovi compromesso in una posizione difficile. Credo che il passaggio ad una squadra debba avvenire dopo i tre mesi…".

Prossimo Articolo
F.1 2017: ecco gli orari TV di Sky e Rai del Gran Premio del Giappone

Articolo precedente

F.1 2017: ecco gli orari TV di Sky e Rai del Gran Premio del Giappone

Prossimo Articolo

Pirelli, Isola: "E' significativo portare gomme più morbide a Suzuka"

Pirelli, Isola: "E' significativo portare gomme più morbide a Suzuka"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP della Malesia
Location Sepang International Circuit
Autore Adam Cooper