Carey: "La F1 2020 sarà di 15-18 gare, ora lavoriamo su altro"

L'AD del circus ha mandato un nuovo messaggio a tutti i fan per tranquillizzarli spiegando che sarà tutto pronto per riprendere le attività quando verrà debellato il Coronavirus. Nel frattempo ci si dà da fare su altri aspetti.

Carey: "La F1 2020 sarà di 15-18 gare, ora lavoriamo su altro"

La Formula 1 ieri ha ufficialmente perso anche il Gran Premio dell'Azerbaijan - cosa per altro già anticipata da Motorsport.com sabato scorso - e Chase Carey ha voluto nuovamente mandare un messaggio a tutti gli appassionati.

La settimana scorsa l'AD del circus aveva già scritto una lettera per rassicurare tutti sulla situazione riguardo la stagione 2020; ieri il manager statunitense si è rifatto vivo con un altro lungo messaggio per ripercorrere le tappe di quanto accaduto negli ultimi sette giorni.

"Nel corso dell'ultima settimana la Formula 1, i suoi 10 team e la FIA hanno intrapreso assieme un'azione rapida e decisiva in risposta alla pandemia di COVID-19. Al momento nessuno può stabile con precisione quando la situazione migliorerà; quando accadrà, saremo pronti a correre ancora e vogliamo regalare a tutti i nostri fan la stagione 2020", dice Carey.

"Sappiamo che potenzialmente altri eventi del calendario possono essere posticipati, assieme ai nostri collaboratori ci aspettiamo che si possa iniziare attorno all'estate con una serie di eventi rivista che sarà di 15-18 gare. Come precedentemente annunciato, la sosta estiva è stata anticipata a marzo-aprile e il termine della stagione posticipato rispetto al weekend del 27-29 novembre precedentemente previsto, dunque è inevitabile che il programma delle gare subisca una variazione".

"Non è possibile stilare un calendario specifico ora perché la situazione è in continua evoluzione, aspettiamo che si risolva in ogni paese e soprattutto che non ci siano problemi per chi deve affrontare i viaggi".

La Formula 1 non sta con le mani in mano attendendo gli spostamenti e le cancellazioni delle gare, ma si è mossa anche per lavorare sui nuovi regolamenti e sull'organizzazione durante una situazione inedita e sicuramente strana.

"L'accordo principale con la FIA è stato chiaramente il congelamento del regolamento tecnico previsto per il 2021, dunque con l'anticipo delle ferie estive chi tornerà al lavoro in quel periodo si potrà concentrare sulle gare a venire, sfruttando ora il momento di sosta determinato dalla perdita dei round previsti in questo periodo".

"Questa flessibilità garantirà anche uno sviluppo nel nostro sport, sperimentando e provando nuove cose, come ad esempio l'espansione della nostra piattaforma esports, i contenuti come la serie di Netflix 'Drive to Survive', ma anche altre idee che stiamo pensando per valorizzare la F1 assieme ai nostri collaboratori, sponsor, emittenti, promoter, team e fan".

"Tra Formula 1, squadre e FIA, il lavoro procede assieme ai nostri collaboratori, stiamo pensando già a come rientrare pienamente in attività nel 2020 appena sarà possibile. Continueremo ad ascoltare i consigli degli esperti in salute e sicurezza perché queste sono le priorità dei nostri appassionati e di tutta la comunità della F1. Siamo convinti che supereremo questo momento arrivando a giorni migliori e, quando sarà possibile, torneremo al nostro sport portandolo al livello che merita".

Chase Carey, Presidente, Formula 1
Chase Carey, Presidente, Formula 1
1/17

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente della Formula 1, durante la conferenza stampa di presentazione del regolamento tecnico 2021 della Formula 1
Chase Carey, Presidente della Formula 1, durante la conferenza stampa di presentazione del regolamento tecnico 2021 della Formula 1
2/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente della Formula 1
Chase Carey, Presidente della Formula 1
3/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente della Formula 1
Chase Carey, Presidente della Formula 1
4/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Ross Brawn, Managing Director di Motorsports, FOM, Chase Carey, Chairman, Formula 1 e Nikolaz Tombazi svelano le regole 2021 di Formula 1 inconferenza stampa. Jean Todt, President, FIA, ascolta via video
Ross Brawn, Managing Director di Motorsports, FOM, Chase Carey, Chairman, Formula 1 e Nikolaz Tombazi svelano le regole 2021 di Formula 1 inconferenza stampa. Jean Todt, President, FIA, ascolta via video
5/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente, Formula 1
Chase Carey, Presidente, Formula 1
6/17

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente, Formula 1
Chase Carey, Presidente, Formula 1
7/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente, Formula 1 parla con la stampa
Chase Carey, Presidente, Formula 1 parla con la stampa
8/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente, Formula 1
Chase Carey, Presidente, Formula 1
9/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente, Formula 1 parla con la stampa
Chase Carey, Presidente, Formula 1 parla con la stampa
10/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Michael Masi, Direttore di gara, Andrew Westacott, Australian Grand Prix Corporation CEO e Chase Carey, Presidente, Formula 1 parla con la stampa
Michael Masi, Direttore di gara, Andrew Westacott, Australian Grand Prix Corporation CEO e Chase Carey, Presidente, Formula 1 parla con la stampa
11/17

Foto di: Carl Bingham / Motorsport Images

Michael Masi, (F1 Direttore di gara) della FIA, Chase Carey, CEO della F1, Andrew Westacott (CEO), Paul Little (Presidente) del Australian Grand Prix Corporation
Michael Masi, (F1 Direttore di gara) della FIA, Chase Carey, CEO della F1, Andrew Westacott (CEO), Paul Little (Presidente) del Australian Grand Prix Corporation
12/17

Foto di: Jack Ke

Chase Carey, Chairman, Formula 1
Chase Carey, Chairman, Formula 1
13/17

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Chase Carey, Presidente della Formula 1alla mostra Bond in Motion
Chase Carey, Presidente della Formula 1alla mostra Bond in Motion
14/17

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sean Bratches, Managing Director of Commercial Operations, Formula One Group, e Chase Carey, Chairman, Formula 1
Sean Bratches, Managing Director of Commercial Operations, Formula One Group, e Chase Carey, Chairman, Formula 1
15/17

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Chase Carey, Chairman, Formula 1, incontra alcuni fan
Chase Carey, Chairman, Formula 1, incontra alcuni fan
16/17

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Chase Carey, Chairman, Formula 1, incontra alcuni fan
Chase Carey, Chairman, Formula 1, incontra alcuni fan
17/17

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Lando Norris, il provocatore fra i colleghi
Articolo precedente

Lando Norris, il provocatore fra i colleghi

Prossimo Articolo

Ferrari: sospensione del giudizio con Mercedes e Red Bull

Ferrari: sospensione del giudizio con Mercedes e Red Bull
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021