Carey: "La F.1 potrebbe introdurre alcune componenti standard"

La F.1 potrebbe introdurre alcune parti standard in futuro per cercare di ridurre la disparità economica tra le squadre in griglia. La conferma è arrivata direttamente dal CEO, Chase Carey.

I budget delle squadre di Formula 1 sono molto vari, con la Ferrari che si stima abbia speso 330 milioni di sterline l'anno scorso, mentre per esempio la Force India e la Sauber rispettivamente 90 e 95.

Il direttore esecutivo della McLaren, Zak Brown, sostiene che debba essere introdotto un budget cap, ma recentemente ha aggiunto che c'è chi pensa che alcune parti della monoposto debbano essere standardizzate.

Ora anche Carey ha confermato che alcune parti standard sono un'opzione che la F.1 ha preso in considerazione per ridurre i costi, ribadendo la convinzione di Ross Brown che comunque la tecnologia non deve essere messa da parte.

"Ci sono molti modi per arrivarci, come il budget cap o magari gestire in maniera differente alcune componenti della monoposto" ha detto Carey.

"Non stiamo cercando di standardizzare le vetture, perché pensiamo che sia molto importante continuare ad avere uno sport che preveda che la concorrenza si sposi con le più moderne tecnologie".

"Non stiamo cercando di semplificare le vetture, ma penso che possiamo standardizzare alcune componenti di esse".

"Certamente stiamo cercando un modo per gestire quello che spendono alcune squadre in particolare, al fine di migliorare l'economia generale del nostro mondo e fare in modo che tutti ne possano trarre beneficio, migliorando anche la competizione".

Non è noto cosa potrebbe essere standardizzato, anche se Brown ha suggerito all'inizio dell'anno che si potrebbe trattare di parti che non migliorano lo spettacolo e delle quali i fan non noterebbero la differenza, come ad esempio le sospensioni.

Carey ha anche rivelato che ci sono già state delle riunioni preliminari con le squadre proprio per affrontare l'argomento del taglio dei costi, anche se l'obiettivo non era quello di fare in modo che tutti spendessero lo stesso budget.

"Una delle sfide che abbiamo oggi è che ci sono una manciata di squadre che chiaramente spendono di più delle altre e i risultati si vedono in pista" ha detto Carey.

"Quindi, se possiamo portare i costi in una zona in cui sono almeno più paragonabili, non necessariamente uguali, potrebbe migliorare la concorrenza in pista, oltre che l'economia globale del nostro sistema".

"Abbiamo iniziato questo processo con le squadre, quindi abbiamo avuto alcune riunioni preliminari".

"Ci sono alcuni aspetti importanti, come l'indirizzo che prenderemo con i motori, che è probabilmente la parte più complessa della vettura al momento".

"Certamente affrontare il tema dei costi è uno dei nostri obiettivi e pensiamo che potrebbe portare beneficio a molti".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie