Calendario F1: niente deadline, ma speranze per le porte aperte

Dopo aver definito i primi 8 GP del calendario F1, Chase Carey non ha fretta per completarlo, sperando anche in una parziale riapertura degli autodromi.

Calendario F1: niente deadline, ma speranze per le porte aperte

La Formula 1 continua a sperare di realizzare un calendario che comprenda tra le 15 e le 18 gare, ma nella giornata di ieri ne ha potuto confermare solamente otto, tutte in Europa.

In attesa di avere certezze più a lungo termine, Liberty Media e FIA hanno pianificato ciò che succederà dalla ripartenza del 5 luglio al Red Bull Ring fino al Gran Premio d'Italia, previsto a Monza nel fine settimana del 6 settembre.

Per il momento quindi è stato deciso di adottare un approccio prudente, con il CEO Chase Carey che ha spiegato che non c'è fretta per definire la parte rimanente del calendario e che non è stata fissata neppure una deadline entro quando dovrà essere ufficializzata.

"Non abbiamo intenzione di dare una scadenza in questo momento" ha detto Carey al sito ufficiale della Formula 1. "Con la fluidità della situazione, una deadline creerebbe pressioni che potrebbero non essere giuste e realistiche per la situazione, quindi stiamo ragionando per obiettivi".

"Il nostro obiettivo sarebbe quello di completare il resto del calendario prima della fine di giugno, in maniera tale da avere anche un po' di margine di gestione sulla cosa".

Leggi anche:

"Abbiamo le idee chiare su cosa vorremmo fare, ma abbiamo altre opzioni se alcuni progetti non andranno a buon fine. Ci aspettiamo che alcune gare del calendario probabilmente non si verificheranno, ma abbiamo delle opzioni per rimpiazzarle" ha concluso.

E in questo senso le gare a rischio potrebbero essere quelle sui tracciati cittadini, sui quali sarebbe praticamente impossibile evitare assembramenti. Si parla quindi di Singapore, Baku, Hanoi e Sochi (realizzato sulle strade del Villaggio Olimpico).

Per queste gare il futuro, dunque, sembra vincolato soprattutto ad una possibile riapertura al pubblico, che Carey spera sia realizzabile a partire dall'autunno.

"I tifosi sono incredibilmente importanti" ha detto Carey. "Per molti versi potremmo dire che stiamo lottando per loro, perché vorremmo averli ai nostri eventi".

"Ma credo che riconosciamo che ci sono dei requisiti di sicurezza, perché ci sono ancora dei rischi, quindi per farlo servono dei passi avanti da questo punto di vista".

"Il target sarebbe quello di ricominciare ad avere i tifosi presenti alle gare dall'autunno. Chiaramente non possiamo pensare di riempire le tribune come prima, ma potremmo pensare ad eventi a capienza limitata" ha concluso.

condivisioni
commenti
Sainz: "In Ferrari per vincere, non da seconda guida"

Articolo precedente

Sainz: "In Ferrari per vincere, non da seconda guida"

Prossimo Articolo

F1 Greatest Team: è Hamilton la prima guida

F1 Greatest Team: è Hamilton la prima guida
Carica commenti
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021
Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti” Prime

Ceccarelli: “Fra Max e Lewis vedremo altri contatti”

Torna la rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In quest puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli tornano a parlare di quanto successo a Monza tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. Non è la prima volta che i due vanno a contatto e non sarà nemmeno l'ultima, secondo Ceccarelli...

Formula 1
15 set 2021
"L'inutilità dell'Halo" e altri racconti di fantascienza Prime

"L'inutilità dell'Halo" e altri racconti di fantascienza

Puntata de Il Primo degli Ultimi dedicata a tutti coloro che criticano l'Halo, anche davanti alla sua indubbia utilità. Anche dopo quanto successo in quel di Monza tra Hamilton e Verstappen...

Formula 1
14 set 2021
Bobbi: "Max-Lewis, concorso di colpa. Ma Verstappen..." Prime

Bobbi: "Max-Lewis, concorso di colpa. Ma Verstappen..."

Analizziamo il GP d'Italia di Formula 1 vinto da Daniel Ricciardo su McLaren con Matteo Bobbi e Marco Congiu. Oltre al vincitore, a creare polemica è l'incidente che vede coinvolti Max Verstappen e Lewis Hamilton, con il pilota olandese che - nonostante il concorso di colpa - pare essere il maggior responsabile

Formula 1
13 set 2021
Minardi: "Max abbocca all'amo deve essere più maturo" Prime

Minardi: "Max abbocca all'amo deve essere più maturo"

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio d'Italia di Formula 1, con Daniel Ricciardo che riporta la McLaren alla vittoria. Protagonisti - ed insufficienti - sono anche Lewis Hamilton e Max Verstappen...

Formula 1
13 set 2021