Calendario F1: niente deadline, ma speranze per le porte aperte

Dopo aver definito i primi 8 GP del calendario F1, Chase Carey non ha fretta per completarlo, sperando anche in una parziale riapertura degli autodromi.

Calendario F1: niente deadline, ma speranze per le porte aperte

La Formula 1 continua a sperare di realizzare un calendario che comprenda tra le 15 e le 18 gare, ma nella giornata di ieri ne ha potuto confermare solamente otto, tutte in Europa.

In attesa di avere certezze più a lungo termine, Liberty Media e FIA hanno pianificato ciò che succederà dalla ripartenza del 5 luglio al Red Bull Ring fino al Gran Premio d'Italia, previsto a Monza nel fine settimana del 6 settembre.

Per il momento quindi è stato deciso di adottare un approccio prudente, con il CEO Chase Carey che ha spiegato che non c'è fretta per definire la parte rimanente del calendario e che non è stata fissata neppure una deadline entro quando dovrà essere ufficializzata.

"Non abbiamo intenzione di dare una scadenza in questo momento" ha detto Carey al sito ufficiale della Formula 1. "Con la fluidità della situazione, una deadline creerebbe pressioni che potrebbero non essere giuste e realistiche per la situazione, quindi stiamo ragionando per obiettivi".

"Il nostro obiettivo sarebbe quello di completare il resto del calendario prima della fine di giugno, in maniera tale da avere anche un po' di margine di gestione sulla cosa".

Leggi anche:

"Abbiamo le idee chiare su cosa vorremmo fare, ma abbiamo altre opzioni se alcuni progetti non andranno a buon fine. Ci aspettiamo che alcune gare del calendario probabilmente non si verificheranno, ma abbiamo delle opzioni per rimpiazzarle" ha concluso.

E in questo senso le gare a rischio potrebbero essere quelle sui tracciati cittadini, sui quali sarebbe praticamente impossibile evitare assembramenti. Si parla quindi di Singapore, Baku, Hanoi e Sochi (realizzato sulle strade del Villaggio Olimpico).

Per queste gare il futuro, dunque, sembra vincolato soprattutto ad una possibile riapertura al pubblico, che Carey spera sia realizzabile a partire dall'autunno.

"I tifosi sono incredibilmente importanti" ha detto Carey. "Per molti versi potremmo dire che stiamo lottando per loro, perché vorremmo averli ai nostri eventi".

"Ma credo che riconosciamo che ci sono dei requisiti di sicurezza, perché ci sono ancora dei rischi, quindi per farlo servono dei passi avanti da questo punto di vista".

"Il target sarebbe quello di ricominciare ad avere i tifosi presenti alle gare dall'autunno. Chiaramente non possiamo pensare di riempire le tribune come prima, ma potremmo pensare ad eventi a capienza limitata" ha concluso.

condivisioni
commenti
Sainz: "In Ferrari per vincere, non da seconda guida"

Articolo precedente

Sainz: "In Ferrari per vincere, non da seconda guida"

Prossimo Articolo

F1 Greatest Team: è Hamilton la prima guida

F1 Greatest Team: è Hamilton la prima guida
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021