Calendario F1: Imola terza gara italiana il 1 novembre

Nel primo pomeriggio saranno ufficializzati altri tre GP nel calendario di F1: Nurburgring (GP dell'Eifel), Portimao (GP del Portogallo) e Imola (GP dell'Emilia Romagna) che prendono il posto degli appuntamenti nelle Americhe: Canada, Stati Uniti, Messico e Brasile. L'Enzo e Dino Ferrari torna ad ospitare la Formula 1 dal 2006.

Calendario F1: Imola terza gara italiana il 1 novembre

Adesso manca solo l'ufficialità: il calendario del campionato Mondiale Formula 1 2020 avrà una terza tappa tricolore, il Gran Premio dell’Emilia Romagna che si svolgerà il prossimo 1 novembre sul circuito di Imola. Liberty Media comunicherà in giornata le tre tappe che faranno seguito alla trasferta del Gran Premio di Russia, in programma il 27 settembre.

Dopo Sochi si tornerà in pista l’11 ottobre, sul circuito del Nurburgring, che ospiterà il Gran Premio dell’Eifel. La candidatura ha superato in extremis Hockenheim, che ha rinunciato a causa dell’impossibilità di poter dare via libera al pubblico.

Dopo la trasferta tedesca ci sarà una settimana di pausa per poi ripartire dal circuito di Portimao, che riporterà in vita il Gran Premio del Portogallo dopo ben ventiquattro anni dall’ultima gara disputata nel 1996 all’Estoril.

Il weekend successivo sarà la volta di Imola, che il 1 novembre ospiterà l’ultima tappa europea del 2020. Anche in questo caso sarà un ritorno dopo una lunga pausa (l’ultimo GP di Formula 1 sulla pista sul Santerno è datato 2006) e per l’occasione ci sarà l’inedita denominazione di Gran Premio dell’Emilia Romagna.

Le tre gare del mese di ottobre in Europa hanno di fatto cancellato definitivamente le speranza di poter far tappa sul continente americano.

“Vogliamo rendere omaggio ai nostri incredibili partner nelle Americhe – ha ammesso Carey – non vediamo l’ora di tornare sulle loro piste la prossima stagione, come si aspettano milioni di fan in tutto il mondo”. Per Canada, Stati Uniti, Messico e Brasile l’arrivederci è al 2021.

Dopo la gara di Imola la Formula 1 farà tappa in Medio Oriente. Secondo Liberty l’obiettivo è quello di arrivare ad un numero complessivo di Gran Premi tra i 15 e 18, e tutto fa pensare che il numero finale sarà di 16 gare.

La fase finale dovrebbe essere composta dal doppio appuntamento del Bahrain (15 e 22 novembre) con la conclusione ad Abu Dhabi il 6 dicembre. Se tutto sarà confermato il mondiale 2020 andrà in archivio con un totale di sedici Gran Premi, un numero che la scorsa primavera sembrava molto ottimististico nonché difficile da raggiungere.

condivisioni
commenti
Binotto: "Mick Schumacher deve meritare in pista la F1"
Articolo precedente

Binotto: "Mick Schumacher deve meritare in pista la F1"

Prossimo Articolo

F1: Imola sperimenta il format di due giorni pensando al futuro

F1: Imola sperimenta il format di due giorni pensando al futuro
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021