Button ammette: "Nel 2015 ho anche pensato al ritiro"

condivisioni
commenti
Button ammette:
Pablo Elizalde
Di: Pablo Elizalde
Tradotto da: Michele Salvatore
10 dic 2015, 14:22

Il pilota britannico della McLaren ha confessato di aver seriamente perso in considerazione l'idea di abbandonare la Formula 1 dopo le difficoltà passate dalla scuderia di Woking nel corso del 2015.

Jenson Button, McLaren MP4-30
Jenson Button, McLaren
Martin Brundle, Jenson Button, McLaren MP4-30 and Damon Hill
Jenson Button, McLaren MP4-30
Jenson Button, McLaren MP4-30

Jenson Button ha confermato la sua presenza nel 2016 al volante di una la McLaren dopo settimane di incertezza sui suoi piani futuri. Il pilota inglese ha confessato che le difficltà e i vari problemi affrontati dal team durate l'ultima stagione, lo hanno portato a valutare con molta attenzione la decisione di rimanere o meno in F.1. 

"Quest'anno - ha raccontato il pilota di Frome a Sky Sport - ci sono stati momenti nei quali ho pensato di non essere più sicuro di voler correre e che non valesse la pena di continuare".

Button, però, stando anche all'atteggiamento della McLaren che crede fermamente in Honda e nei piani per il futuro della Casa giapponese si è convinto della permanenza a Woking e racconta: "Ho passato più tempo a discutere con gli ingegneri, con gli aerodinamici e con Ron Dennis nei due mesi durante i quali stavo decidendo cosa fare che in tutta la mia carriera in Mclaren".

"Abbiamo discusso di mlote idee per dare ai tecnici spunti e vie di sviluppo precisi trovandoci d'accorodo sul da farsi insieme alla Honda. In questo modo ho trovato le motivazioni per continuare un altoro anno perché ho la certezza che arriveranno grossi miglioramenti. E ne abbiamo veramente bisogno".

Prossimo articolo Formula 1
Red Bull annuncia la partnership con la Puma

Articolo precedente

Red Bull annuncia la partnership con la Puma

Prossimo Articolo

Formula 1, un business in perdita

Formula 1, un business in perdita
Carica commenti