Button alla Williams chiude la porta in faccia a Massa?

Con il rinnovo di Raikkonen alla Ferrari i top team sono già a posto per il 2017. Mallya conferma Perez, ma il messicano prende tempo per l'offerta Renault. Vandoorne sarà promosso in McLaren e Kvyat confermato in Toro Rosso

L’ufficializzazione del rinnovo contrattuale tra Ferrari e Kimi Raikkonen ha di fatto concluso il mercato piloti delle squadre di vertice. Con Mercedes, Ferrari e Red Bull ad organici completi, l’asse delle trattative si sposta nella seconda parte del paddock.

Nella conferenza stampa dei team principal, tenutasi oggi a Silverstone, anche Vijay Mallya (riapparso nel paddock dopo mesi di assenza) ha confermato il proseguimento del rapporto con Sergio Perez e Nico Hulkenberg anche per la prossima stagione.

“Siamo molto soddisfatti di Nico e Checo – ha spiegato Mallya – ed entrambi sono già firmati per il campionato 2017. In realtà non ci ho pensato più di tanto, e questa volta abbiamo confermato entrambi i nostri piloti con largo anticipo”.

Curiosa la reazione di Perez, che ha commentato così le parole del proprietario della Force India:
“Non sto dicendo che Vijay ha detto una cosa sbagliata, ma solo che prenderò presto le mie decisioni su quello che farò in futuro”.

Per Perez è possibile che possa esistere un’alternativa in Renault, come già anticipato il mese scorso, ma a questo punto la vicenda si complica un po’. Con la Force India apparentemente a ranghi completi, i riflettori del mercato si spostano su Williams e Renault.

La squadra inglese sta tenendo sulla corda sia Valtteri Bottas che Felipe Massa. Il finlandese dovrebbe essere confermato anche per la prossima stagione, mentre su Massa si è allungata l’ombra di Jenson Button. Il campione del Mondo 2009 (dopo essere stato sulla porta d’uscita nel 2014 e 2015) sembra questa volta davvero alla battute conclusive con il team in cui milita dal 2010.

La McLaren non può rischiare di perdere l’opzione su Stoffel Vandoorne, e la scelta è praticamente obbligata. Se così non fosse, il belga potrebbe svincolarsi vanificando l’investimento che la McLaren ha fatto su di lui a partire dal 2012.

Il ritorno di Button in Williams è un’eventualità data sempre più per certa nel paddock. La squadra lo accoglierebbe a braccia aperte, visto che dopo l’esordio in Formula 1 dello stesso Jenson nel 2000, il team non ha più avuto piloti britannici.

In più il rendimento evidenziato quest’anno da Button nel confronto diretto con Fernando Alonso, lo indica tutt’altro che in fase calante. Non è una buona notizia per Massa, che in caso di accordo Button-Williams si troverebbe nella difficile posizione di trovare un’alternativa: situazione non semplice.

Non semplice sarà anche la decisione che dovrà prendere la Renault. Il primo pilota nella lista del team francese è Sergio Perez (forse per questo motivo il messicano si è riservato di dare il suo okay in estate), anche perché si sarebbe sposato al meglio nella composizione del tandem con il rookie Esteban Ocon.

Ma se Perez resterà in Force India, non sarà semplice trovare un pilota con un mix di esperienza e supporti economici equivalente. In Toro Rosso sembra essere sempre più probabile la conferma di Daniil Kvyat, soprattutto alla luce di sue differenti situazioni: la stagione altalenante di Pierre Gasly in GP2 (pilota disegnato nei piani di Helmut Marko alla promozione in Formula 1) e la mancanza di concrete alternative per Kvyat.

Ci vorrà invece tempo per definire la situazione in Sauber, dove però Marcus Ericsson può dormire sonni tranquilli dopo l’acquisizione della squadra da parte del suo sponsor Tetra Pak. Al suo fianco potrebbe restare Felipe Nasr, ma è una possibilità che sarà presa in esame solo ad estate inoltrata.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Jenson Button , Felipe Massa
Team Williams
Articolo di tipo Ultime notizie