Formula 1
30 apr
-
03 mag
Canceled
21 mag
-
24 mag
Canceled
04 giu
-
07 giu
Postponed
11 giu
-
14 giu
Postponed
25 giu
-
28 giu
Postponed
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
103 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
145 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
159 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
173 giorni

Brown: "Con questa crisi la F1 rischia di perdere anche 4 team"

condivisioni
commenti
Brown: "Con questa crisi la F1 rischia di perdere anche 4 team"
Di:
6 apr 2020, 09:50

L'amministratore delegato della McLaren avvisa tutti e spera di poter abbassare ulteriormente il limite del budget cap per avere ancora una griglia che abbia 20 monoposto.

Il coronavirus non solo ha messo in stato di attesa il Mondiale 2020 di Formula 1, ma se la crisi dovuta alla pandemia dovesse essere gestita non nel migliore dei modi, il Circus iridato potrebbe perdere addirittura alcuni team a causa di problemi finanziari.

Qualche settimana fa era stato il team principal dell'Alfa Romeo Racing, Frédéric Vasseur, ad avvisare il paddock. Poche ore fa si è aggiunto un altro esponente di spicco della Formula 1 odierna, Zak Brown.

Leggi anche:

L'amministratore delegato di McLaren Racing ha sottolineato come la situazione corrente stia mettendo in difficoltà i team, che devono far fronte ai pagamenti mensili del proprio personale e che, in futuro, se le cose non dovessero migliorare a breve potrebbero addirittura perdere i proventi derivanti dai propri sponsor.

"Questo periodo è potenzialmente devastante per le squadre", ha dichiarato Brown a BBC Sport. "E se lo sarà per un numero sufficiente di squadre, il che non deve significare più di 2, allora è una grave minaccia per la F1 nel suo complesso".

"Potremmo vedere due team scomparire a causa di ciò che sta accadendo nel mondo, qualora non adottassimo misure aggressive per arginare tutto questo? Sì. Potremmo vederne addirittura 4 scomparire se non si affronta in modo giusto questo periodo".

Brown ha spiegato come questa crisi non porti certo a trovare acquirenti per i team in crisi: "Visto quanto tempo ci vuole per far crescere una squadra di F1 e vista la crisi economica e sanitaria in cui ci troviamo, è difficile pensare che ci possa essere qualche investitore che faccia la fila per prendere il controllo di squadre, come invece è successo sistematicamente nel corso della storia...".
"Non credo che i tempi possano essere peggiori, da questo punto di vista. Penso proprio che la F1 sia in un momento delicato, sia molto fragile, in questo momento".

Brown ha parlato inoltre di possibili scenari futuri, ricordando la griglia di F1 a 18 monoposto nel periodo di crisi passato qualche anno fa: "Al momento abbiamo 10 team e 20 macchine in griglia. Non molto tempo fa, con la crisi finanziaria, avevamo solo 18 monoposto":

"Credo che 18 monoposto sia il punto limite. Dunque, in realtà, potremmo anche permetterci di perdere un team. Due sarebbe entrare nella zona rossa. Perdendone tre, invece, avremmo problemi molto seri".

Brown ha inoltre sottolineato come sia doveroso abbassare ulteriormente il budget cap per la prossima stagione, così da aiutare ancora di più i team in difficoltà: "Tutti i team hanno accettato il budget cap a 150 milioni di dollari e la grande maggioranza, compreso uno dei tre top team, è disposta a scendere anche più in basso".

Prossimo Articolo
Mondiali ibridi in 10 GP? Vettel avrebbe vinto due titoli!

Articolo precedente

Mondiali ibridi in 10 GP? Vettel avrebbe vinto due titoli!

Prossimo Articolo

Dennis dona 1 milione per i pasti degli operatori sanitari in UK

Dennis dona 1 milione per i pasti degli operatori sanitari in UK
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Giacomo Rauli