Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP di Spagna

Briatore torna in F1, Famin: "Guardo al futuro, non al passato"

Il Team Principal dell'Alpine ha voluto tagliare corto sul passato di Flavio Briatore, inizialmente radiato dal paddock per il suo ruolo nello scandalo "Crashgate". Il manager italiano ha potuto fare ritorno in F1 con Alpine nel ruolo di consulente esecutivo: Bruno Famin ha sottolineato che è una scelta che guarda al futuro per far crescere il team

Flavio Briatore, Executive Advisor, Alpine F1

La prima giornata di libere a Barcellona ha sicuramente regalato tanti spunti di discussione, ma una notizia ha fatto il giro del paddock, ovvero il ritorno in Formula 1 di Flavio Briatore, di cui si era parlato già qualche settimana fa.

Nella mattinata di venerdì è invece arrivata la conferma ufficiale del ritorno del manager italiano nella massima categoria di uno sport che conosce bene, avendo vinto diversi mondiali tra Benetton e Renault tra anni Novanta e inizio anni Duemila.

Il ritorno di Briatore come consulente esecutivo di Alpine ha fatto discutere, soprattutto a causa del passato del manager italiano, che ha scontato un periodo di divieto di accesso al paddock per il suo ruolo nello scandalo "Crashgate" di Singapore del 2008.

Flavio Briatore

Flavio Briatore

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Il divieto, inizialmente a vita, è stato poi rivisto nel 2010 e da allora l'italiano è diventato un visitatore abituale del paddock, tanto che di recente ha assistito al Gran Premio di Monaco. Briatore ha contribuito a facilitare gli accordi commerciali all'interno della serie ed è ancora coinvolto nella gestione dei piloti.

L’arrivo di Briatore fa parte di un progetto di ricostruzione della scuderia transalpina voluto da Luca De Meo, che segue il licenziamento del precedente Team Principal Otmar Szafnauer e del direttore sportivo Alan Permane, così l’addio di alcune figure tecniche ad inizio campionato, tra cui il direttore tecnico Matt Harman. Indubbiamente, però, il ritorno del manager italiano è tra le notizie che ha suscitato più scalpore.

Tuttavia, il team principal Famin ha voluto tagliare corto sul passato di Briatore, affermando di essere concentrato sul miglioramento della squadra in difficoltà. "Non mi preoccupo del passato, guardo sempre al futuro e cerco di fare il possibile per migliorare la nostra squadra", ha detto Famin quando è stato un suo parere sull'argomento a Barcellona, cercando di sviare sul passato del manager, il quale in qualche modo chiaramente rappresenta una figura controversa dato proprio il suo passato.

Pierre Gasly, Alpine A524

Pierre Gasly, Alpine A524

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

"Flavio ha 40 anni di esperienza in Formula 1, sa come gestire una squadra vincente. Ha un ottimo curriculum, un buon numero di titoli e porterà questa esperienza e questo spirito combattivo alla squadra. È il consigliere del CEO del Gruppo, ma sarà lui a consigliare la squadra. Conosce molte persone e sono sicuro che ci aiuterà a sviluppare la squadra più velocemente e meglio", ha raccontato Famin in conferenza stampa.

"La conoscenza, la rete, l'influenza di Flavio è un'altra risorsa e stiamo utilizzando tutte le risorse disponibili per rendere la squadra più forte. Guardo avanti, non indietro”, ha aggiunto il Team Principal, sottolineando come, nel corso degli anni, Briatore abbia saputo costruire una rete di contatti e scovare talenti su cui investire.

Da quando è stato allontanato dalla Renault, Briatore ha infatti mantenuto rapporti amichevoli con molti interlocutori del paddock. La notizia della sua nomina è stata commentata anche da alcuni colleghi di Famin e, come lo stesso Team Principal, hanno cercato di concentrarsi più sul presente che sul passato.

Toto Wolff, Team Principal and CEO, Mercedes-AMG F1 Team, Bruno Famin, Team Principal, Alpine F1 Team, Frederic Vasseur, Team Principal and General Manager, Scuderia Ferrari, Alessandro Alunni Bravi, Team Representative, Stake F1 Team Kick Sauber

Toto Wolff, Team Principal and CEO, Mercedes-AMG F1 Team, Bruno Famin, Team Principal, Alpine F1 Team, Frederic Vasseur, Team Principal and General Manager, Scuderia Ferrari, Alessandro Alunni Bravi, Team Representative, Stake F1 Team Kick Sauber

Foto di: Sam Bagnall / Motorsport Images

"Penso che dobbiamo dargli la possibilità di rientrare. Ho conosciuto Flavio come un uomo d'affari estremamente intelligente. Ha un grande know-how in Formula 1. Penso che tutti meritino l'opportunità di tornare", ha detto il team principal della Mercedes Toto Wolff.

Il responsabile della Ferrari, Fred Vasseur, ha aggiunto: "Non voglio fare commenti su ciò che è successo in un'altra squadra, ma nel complesso penso che sia probabilmente come ha detto Bruno [Famin]. Se è un passo avanti per la loro squadra, allora è un bene per la F1 che Alpine torni a lottare”.

"Conosciamo la storia e credo che abbia pagato il prezzo di questa situazione. Ora ha il permesso di tornare, quindi può tornare".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Red Bull: cerca l'affidabilità ma trova più efficienza
Prossimo Articolo F1 | RB: accantonata la nuova ala in FP2 per un problema al DRS

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia