Briatore: "Alla Ferrari serve un'antenna tecnologica inglese"

condivisioni
commenti
Briatore:
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
21 giu 2016, 08:33

Briatore intervistato a "La politica nel pallone" ini Gr Parlamento ha dato la sua ricetta perché la Ferrari possa tornare al successo. Secondo il manager piemontese non è con i proclami che si vincono i GP, ma internazionalizzandosi di più.

Flavio Briatore
Kimi Raikkonen, Ferrari SF16-H on the grid
Sebastian Vettel, Ferrari on the grid
Sergio Marchionne,Presidente Ferrari e CEO di Fiat Chrysler Automobiles
Sebastian Vettel, Ferrari SF16-H

Flavio Briatore ha le idee chiare: secondo l’ex team principal Renault la Ferrari sbaglia l’atteggiamento. Il piemontese è stato categorico alla trasmissione radio "La politica nel pallone" su Gr Parlamento:
“Non si vincono i campionati con i proclami. E la Ferrari deve stare attenta anche al secondo posto. Domenica Perez era veloce, c'è la Red Bull...".

Davanti c'è sempre la Mercedes...
"La Mercedes ha avuto un vantaggio enorme, per fortuna Hamilton ha sbagliato a schiacciare dei bottoni, altrimenti finiva secondo. La gestione di un team è una roba complicata, la Ferrari per vincere non deve più cambiare manager ma internazionalizzarsi. E' difficile che qualcuno venga a Maranello, non è un posto dove chi sta in Inghilterra sogna di vivere".


Flavio è convinto che il cuore della Formula 1 sia in Gran Bretagna:
“Alla Ferrari suggerisco di cambiare, sono stato per 20 anni in F. e non esistono i miracoli. Ci vuole creatività, inventiva e materiale umano. In Inghilterra, in 60 chilometri ci sono dieci team, Maranello è molto lontana e logisticamente paga dazio per questo”. 

È un consiglio a Marchionne?
“Marchionne? E' un entusiasta e ci ha messo la faccia, cosa difficile per il presidente di un grande gruppo. Non fa mancare il supporto finanziario al team, ma è sempre quello di qualche anno fa. Magari faccia meno proclami l'anno prossimo, così si vince...”.

Prossimo articolo Formula 1
La Red Bull Racing rinuncia al progetto dell'Aeroscreen

Articolo precedente

La Red Bull Racing rinuncia al progetto dell'Aeroscreen

Prossimo Articolo

Tilke non si aspettava le velocità record registrate a Baku

Tilke non si aspettava le velocità record registrate a Baku
Carica commenti