Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
24 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
65 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
96 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
104 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
114 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
121 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
135 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
149 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
177 giorni
02 set
Prossimo evento tra
184 giorni
09 set
Prossimo evento tra
191 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
219 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
240 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
276 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
285 giorni

Brawn: "In Turchia i veterani hanno dato una lezione ai giovani"

Ross Brawn ha voluto esaltare la condotta di gara dei piloti più esperti in Turchia, soffermandosi sul capolavoro di Vettel, evidenziando come i giovani abbiano pagato la loro inesperienza.

condivisioni
commenti
Brawn: "In Turchia i veterani hanno dato una lezione ai giovani"

Quello appena trascorso è stato uno dei gran premi più intensi ed emozionanti che questa strana stagione di Formula 1 ha regalato al pubblico.

Il tracciato dell’Istanbul Park si è rivelato estremamente complicato da affrontare a causa di un manto stradale reso insidioso non solo dalla recente riasfaltatura, ma anche dalla pioggia che ha creato parecchie difficoltà soprattutto ai piloti meno esperti.

A sottolineare come domenica sia emersa la classe dei piloti con parecchie gare sulle spalle è stato Ross Brawn in una intervista rilasciato al sito F1.com.

Brawn ha punzecchiato le nuove leve come Verstappen o Leclerc per gli errori commessi, mentre ha voluto sottolineare la grande gara compiuta da Sebastian Vettel bravissimo nel finale ad approfittare di una sbavatura proprio del suo compagno di team.

“Quello che abbiamo visto in Turchia ha evidenziato come i piloti in Formula 1 ormai da parecchi anni abbiano messo a frutto tutta la loro esperienza, mentre i più giovani hanno dimostrato di avere ancora qualcosa da imparare”.

“E’ stato affascinante vedere le performance di Seb lo scorso weekend. Spesso la gente si affretta a scrivere pareri inesatti se si trascorre un periodo poco felice”.

“Domenica, però, ha fatto vedere al mondo tutto il suo immenso talento. Quest’anno si è trovato nell’ombra di Leclerc e senza dubbio la fine del suo rapporto con la Ferrari non è stata semplice da affrontare. Credo che la gara di domenica sia uno di quei giorni che resteranno impressi nella sua mente. Non ha mai commesso alcuna sbavatura ed ha colto ogni opportunità”.

Brawn ha sottolineato come il monegasco della Ferrari e l’olandese della Red Bull, invece, non siano riusciti ad emergere nella gestione degli pneumatici a causa della poca esperienza in queste condizioni.

Certo, c’è però da sottolineare come Verstappen, a differenza di Leclerc, possa vantare ormai sei anni di esperienza al volante di una Formula 1…

“I piloti più giovani, come Charles e Max, hanno invece commesso errori. Loro non hanno mai corso in condizioni simili prima di domenica”.

“E’ stata una grande sfida cercare di capire come si sarebbero comportate le gomme e prevedere il loro degrado nei successivi 10 o 20 giri. Qui l’esperienza in pista ha fatto la differenza. Ad ogni modo questa gara andrà ad accrescere il loro bagaglio di conoscenze e sono certo che se domani dovessimo correre nuovamente in Turchia molti di loro avrebbero un approccio differente”.

Brawn è poi tornato sull’argomento che ha condizionato lo scorso weekend di Istanbul, la riasfaltatura del tracciato.

Sin dal venerdì tutti i piloti, incluso il 7 volte campione del mondo Hamilton, hanno criticato apertamente la scelta degli organizzatori di procedere con la posa di un nuovo manto poche settimane prima dell’evento.

L’errore compiuto è stato evidente, dato che il livello di aderenza anche su asciutto era pari a zero, ma Brawn ha difeso a spada tratta quanto fatto dagli organizzatori portando acqua al mulino di Liberty Media.

“I promoter hanno compiuto un grandissimo lavoro per fare in modo che il circuito riuscisse ad ospitare una gara. Sono consapevole delle lamentele dei piloti per lo scarso livello di aderenza, ma non dobbiamo dimenticare che l’ingresso della Turchia in calendario è stato annunciato tardivamente a seguito dello stravolgimento della stagione dovuto alla pandemia”.

“Credo che i piloti si debbano ricordare come la F1 sia una competizione dove vince chi taglia per primo il traguardo, e domenica l’aderenza era la stessa per tutti. Alcuni sono rimasti concentrati, altri, invece, si sono distratti spesso”.

“Correre su una superficie così scivolosa non è stato un male. Abbiamo potuto apprezzare al massimo il talento di ogni pilota. Non credo che i livelli di aderenza possano essere un parametro per determinare la qualità della competizione”.

Informazioni aggiuntive di Adam Cooper

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
1/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
2/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
5/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, and Charles Leclerc, Ferrari SF1000, leave the track at the start

Esteban Ocon, Renault F1 Team R.S.20, and Charles Leclerc, Ferrari SF1000, leave the track at the start
6/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
7/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Alex Albon, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Alex Albon, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
8/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
9/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20

Charles Leclerc, Ferrari SF1000, Romain Grosjean, Haas VF-20
10/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
11/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
12/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Charles Leclerc, Ferrari SF1000
13/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lance Stroll, Racing Point RP20, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16 e Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20 nel giro di formazione

Lance Stroll, Racing Point RP20, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16 e Daniel Ricciardo, Renault F1 Team R.S.20 nel giro di formazione
14/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
15/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Charles Leclerc, Ferrari SF1000
16/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
17/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16, Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
18/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
19/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Sebastian Vettel, Ferrari SF1000, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
20/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
21/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Lando Norris, McLaren MCL35, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
22/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Nissany e Aitken gireranno nelle Libere 1 del Bahrain

Articolo precedente

Nissany e Aitken gireranno nelle Libere 1 del Bahrain

Prossimo Articolo

F1, non solo Mercedes: dal 2021 avrà Safety Car Aston Martin

F1, non solo Mercedes: dal 2021 avrà Safety Car Aston Martin
Carica commenti
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021
Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022 Prime

Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022

Già dalla presentazione si è capito che l'Alfa Romeo deciderà di sacrificare il 2021 e portare pochi sviluppi per puntare tutto sul 2022 e cercare di risalire la china sfruttando il cambiamento regolamentare.

Formula 1
27 feb 2021
F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino Prime

F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino

Cos'hanno in comune la Tyrrell e la Mercedes? Molto più di quel che sembra. Infatti, un semplice cambio di residenza della Casa di Stoccarda, ha generato un filo conduttore tra tante squadre diverse tra loro. Un viaggio nella storia della Formula 1 che parte dagli anni Settanta.

Formula 1
27 feb 2021
Gasly: i pro e i contro della permanenza in AlphaTauri Prime

Gasly: i pro e i contro della permanenza in AlphaTauri

Il pilota francese proseguirà la sua esperienza con AlphaTauri anche nel 2021 ed avrà il compito di essere la guida del team di Faenza. Il mancato ritorno in Red Bull dopo un 2020 spettacolare, però, potrebbe segnare il suo futuro.

Formula 1
26 feb 2021
I team di Formula 1 potranno aggirare il budget cap? Prime

I team di Formula 1 potranno aggirare il budget cap?

Il 2021 vedrà alcune modifiche tecniche e regolamentari che potrebbero avere un grande impatto sullo show in pista. Rodi Basso ha analizzato i pro e i contro, con una particolare attenzione alle zone grigie del budget cap.

Formula 1
26 feb 2021