Brawn: "F1 rischiava di perdere costruttori senza budget cap"

Ross Brawn è convinto che la F1 avrebbe perso costruttori e squadre se non fosse stato introdotto un budget cap ridotto in seguito alla crisi del COVID-19.

Brawn: "F1 rischiava di perdere costruttori senza budget cap"

In vista dell'impatto economico della pandemia e della riduzione delle entrate economiche previste per il 2020, negli ultimi mesi gli azionisti della Formula 1 hanno discusso molto su come rendere tutto più sostenibile a livello di costi.

Il risultato è stato un accordo per ridurre il budget cap che entrerà in vigore nel 2021, portandolo dai 175 milioni di dollari previsti a stagione a soli 145 milioni di dollari.

Parlando nell'ultima parte della serie di interviste #thinkingforward, il managing director Ross Brawn ha detto di essere convinto che questo cambiamento sia stato fondamentale per confermare la presenza dei costruttori in Formula 1.

"Questa crisi ci ha dato l'opportunità di sapere che il limite di budget sarebbe sempre stato rispettato" ha detto Brawn durante un'intervista alla conferenza eSport della FIA.

"Una volta impostato un limite di budget, è sempre possibile regolarlo. Prima che questo accadesse, abbiamo detto che se mai ci fosse stata una crisi in futuro, avremmo potuto adeguare il tetto per contenere i costi e tutti erano d'accordo".

"Penso che senza la possibilità per queste grandi squadre di andare dai loro costruttori e dire: 'La Formula 1 è vitale costerà meno in futuro', non credo che avremmo mantenuto lo stesso numero di costruttori e di grandi squadre che abbiamo adesso".

Leggi anche:

"Se un marchio è costretto a rivedere le sue spese, se la Formula 1 avesse avuto ancora dei costi illimitati, l'argomento sarebbe difficile da trattare".

"Penso che se siamo stati in grado di mantenere tutti i principali attori coinvolti in Formula 1 è perché siamo riusciti a dimostrare che ora è sostenibile dal punto di vista economico".

Renault ha già confermato che continuerà il suo programma in Formula 1 oltre il 2020, nonostante il taglio dei costi impostato in tutta l'azienda.

Oltre ad aver introdotto il budget cap per il prossimo anno, è stato deciso che nella prossima stagione saranno utilizzate ancora le monoposto del 2020, permettendo ai team di ridurre ulteriormente le spese.

Nel 2022 ci sarà poi l'introduzione del nuovo regolamento, che secondo Brawn renderà la Formula 1 più competitiva ed emozionante per gli appassionati.

"Le nuove vetture sono focalizzate su ciò che riteniamo sia importante per i tifosi e dovrebbero impedire di spendere tantissimi soldi su cose di cui invece non gli interessa nulla" ha detto Brawn.

"Penso che saranno vetture più belle e che sicuramente saranno in grado di battagliare tra loro in maniera più efficace".

"Vogliamo vedere anche una buona strategia a livello di sostenibilità in F1. E vogliamo fare tutto questo senza rovinare l'attrattiva o l'eccitazione che genera la Formula 1".

condivisioni
commenti
Dallara: "Aspetto la Ferrari a Indy, ma voglio vincere Le Mans"

Articolo precedente

Dallara: "Aspetto la Ferrari a Indy, ma voglio vincere Le Mans"

Prossimo Articolo

Tecnica: la Formula 1 prima del... freno allo sviluppo

Tecnica: la Formula 1 prima del... freno allo sviluppo
Carica commenti
Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft" Prime

Piola: "Al Ricard è difficile finire il giro con le soft"

In questo nuovo video, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano quanto visto nel venerdì di prove libere del GP di Francia. Tante sorprese e tante novità tecniche in un tracciato che "in teoria" sarebbe favorevole a Mercedes, eppure...

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo" Prime

Bobbi: "Max vola in curva, ma sembra appeso a un filo"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano le prove libere del venerdì del GP di Francia di Formula 1. Red Bull in testa con Verstappen, ma le Mercedes possono cambiare marcia in qualifica. Da tenere d'occhio il prosieguo di weekend dell'Alpine.

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo" Prime

Chinchero: "Ferrari, la seconda fila sarebbe un bel colpo"

Torna Debriefing F1, programma podcast di Motorsport.com con cui Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano le prove libere del GP di Francia al Paul Ricard. Buon ascolto!

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede" Prime

Piola: "Ferrari e Alpha Tauri cambiano il marciapiede"

La Formula 1 arriva in Francia, sul tracciato del Paul Ricard. Franco Nugnes e Giorgio Piola, analizzano con la lente d'ingrandimento i primi e nuovi dettagli tecnici presenti sulle monoposto.

Formula 1
17 giu 2021
Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1 Prime

Alonso: ecco perché è ancora una stella della Formula 1

Lo spagnolo ha parlato con Motorsport.com del suo ritorno in Formula 1, smentendo le critiche che lo hanno accompagnato negli ultimi appuntamenti e puntando con decisioni ad un futuro di successi grazie anche alla rivoluzione regolamentare.

Formula 1
17 giu 2021
Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door" Prime

Mara Sangiorgio: "La mia carriera? Decisa da uno sliding door"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Mara Sangiorgio, giornalista e pit reporter per la Formula 1 di Sky Sport. Una grande passione per la scrittura che l'accompagna sin da quando era solo una bambina, la conduce alle porte degli studi giornalistici. Dall'Italia a New York, Mara muove i primi passi dentro il mondo dei suoi sogni. Mai avrebbe pensato di raccontare lo sport, fino a quando...

Formula 1
17 giu 2021
Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri” Prime

Ceccarelli: “Dal Ricard monitoro anche meccanici e ingegneri”

Torna l'appuntamento fisso della rubrica del mercoledì mattina firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano dell'imminente Gran Premio di Francia di Formula 1, dove il medico andrà a monitorare una nuova serie di parametri non solo dei piloti

Formula 1
16 giu 2021
F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti Prime

F1: il peso eccessivo, un problema con cui fare i conti

Le monoposto di Formula 1 sono diventate troppo grosse e pesanti e questo si è visto non solo a Monaco, circuito ormai troppo stretto per le moderne monoposto, ma anche a Baku dove i problemi alla gomme sono derivati anche dagli enormi sforzi richiesti alle gomme.

Formula 1
15 giu 2021