Bottas: "Spero che le novità ci avvicinino alla Red Bull"

In attesa di definire il suo futuro, il pilota della Mercedes pensa al presente e non nasconde la fiducia negli aggiornamenti che la squadra di Brackley introdurrà sulla W12, anche se non sarà facile sfruttarli, visto che di fatto c'è a disposizione un solo turno di libere per deliberare il set-up del weekend a causa del format della Sprint Qualifying.

Bottas: "Spero che le novità ci avvicinino alla Red Bull"

Dopo cinque vittorie consecutive dei rivali della Red Bull, c'è sicuramente grande pressione in casa Mercedes. Nella gara di casa, a Silverstone, la squadra di Brackley vuole provare ad interrompere la striscia delle "lattine" e per farlo introdurrà un nuovo pacchetto di novità tecniche, che dovrebbe essere l'ultimo di questo 2021 prima di volgere completamente lo sguardo alla vettura per il nuovo regolamento 2022.

In un certo senso, questo weekend potrebbe quindi dire molto delle ambizioni di confermarsi sul trono iridato della Mercedes, ma soprattutto sarà fondamentale per Valtteri Bottas, che corre con l'ulteriore pressione di non sapere ancora il suo futuro, anche se ormai nel paddock sono veramente in pochi quelli che credono che il finlandese possa essere confermato anche il prossimo anno, con l'ombra di George Russell che imcombe alle sue spalle. La cosa però non sembra preoccupare troppo il diretto interessato, che pensa soprattutto al presente e pare disposto a prendere con filosofia un eventuale avvicendamento.

Come si approccia la Mercedes a questo weekend?
"Quest'anno la Red Bull è sicuramente diversa. Sono stati veloci ovunque, quindi non ci aspettiamo di arrivare qui e che improvvisamente saremo davanti, anche se naturalmente ci piacerebbe essere più in forma che in Austria. Abbiamo alcuni nuovi pezzi sulla macchina, speriamo che portino più vicino alla Red Bull. Non credo che saremo in pole per un secondo come l'anno scorso, ma vorremmo almeno lottare per la pole".

Quanti aggiornamenti avete portato?
"Non posso dire un numero. Non è niente di enorme e non è niente di piccolo, ma vedremo. Ovviamente già domani scopriremo quanto sono veloci le vetture sul giro singolo".

Come cambia la preparazione del weekend con il nuovo format?
"Abbiamo solo una sessione per trovare il set-up, poi praticamente sei bloccato con quello per tutto il resto del fine settimana, quindi sia io che Lewis siamo stati al simulatore all'inizio di questa settimana per provare approcci diversi. Ora, in teoria, abbiamo una comprensione abbastanza buona su come dovremmo iniziare in termini di assetto".

Ci sono novità sul tuo futuro?
"Non ci sono progressi, quindi purtroppo non ci sono notizie per voi. Speriamo di parlarne ad un certo punto, ma per ora niente di nuovo".

Penseresti ai rally se non dovessi trovare posto in Formula 1?
"Prima di tutto, non mi piace pensare in questo modo, cerco sempre di pensare positivo. So quello che voglio e voglio rimanere con la squadra. Penso che sia la miglior opportunità per me per vincere delle gare e lottare per il titolo. Se per qualche motivo non dovesse essere così, guarderei ad altre opzioni in Formula 1 naturalmente, perché amo la Formula 1. Penso di avere ancora un bel po' di anni qui davanti a me. Ogni volta che sono salito su una macchina da rally mi sono divertito, ma renderlo il mio lavoro potrebbe essere abbastanza difficile. I ragazzi che lo hanno fatto per tutta la vita sono molto competitivi, ma mai dire mai. Ma come ho detto prima, il focus ora è sulla Formula 1 e, prima di tutto, su questo fine settimana".

Saresti pronto a calarti nella mentalità di una squadra che non lotta per il titolo?
"Sicuramente sarebbe una mentalità differente, sarebbe un capitolo completamente nuovo per la mia carriera. All'inizio sarebbe strano non lottare per le vittorie e per il titolo, ma poi potrebbe essere anche molto interessante. Ma la mia intenzione è quella di mantenere il mio posto, perché penso che formiamo già una squadra molto forte alla Mercedes, quindi vediamo".

Leggi anche:

condivisioni
commenti
Piola: “La F1 2022 punta sulla semplificazione aerodinamica”

Articolo precedente

Piola: “La F1 2022 punta sulla semplificazione aerodinamica”

Prossimo Articolo

Ricciardo chiarisce: "Ho detto mer..? Non parlavo della F1 2022"

Ricciardo chiarisce: "Ho detto mer..? Non parlavo della F1 2022"
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021