Bottas in pole ad Abu Dhabi: la Ferrari è staccata di mezzo secondo!

condivisioni
commenti
Bottas in pole ad Abu Dhabi: la Ferrari è staccata di mezzo secondo!
Di:
25 nov 2017, 14:17

Doppietta Mercedes nella qualifica del GP di Abu Dhabi con il finlandese che centra la terza pole lasciando Hamilton a 172 millesimi. Male la Ferrari che è terza con Vettel, mentre Ricciardo sorprende Raikkonen per il quarto posto.

La Mercedes se voleva dare una prova di forza, ha ottenuto il suo obiettivo con Valtteri Bottas: il finlandese ha conquistato la quarta pole position con un tempo sensazionale ottenuto con le gomme Ultrasoft in 1'36"231 che è il nuovo record della pista di Yas Marina spazzato via di 2"2. Valtteri il tempone lo ha centrato nel primo run della Q3 della notte di Yas Marina.

Lewis Hamilton si è dovuto accontentare della seconda piazza staccato dal compagno di squadra di 172 millesimi, ma i due piloti hanno regalato la 100esima prima fila della Mercedes nell'era ibrida. Ma non sono questi numeri a stupire, quanto il colpo di clava che Bottas ha assestato sulla testa dei ferraristi.

Il nuovo recordd della pista rappresenta una vera mazzata che testimonia la netta superiorità della power unit Mercedes quando l'unità tedesca può esprimere i mille e passa cavalli che riesce a sprigionatre con il "bottone magico".

L'anno prossimo l'unità di Brixworth non potrà più bruciare olio come ha fatto fino ad Abu Dhabi  e, prabilmente, dovrà fare un piccolo salto indietro per garantirsi l'affidabilità per durare sette GP, ma oggi abbiamo avuto la riprova di quanto il motore delle W08 sia nettamente superiore a tutti gli altri. Ne faccia tesoro Corrado Iotti, nuovo responsabile dei motori termici della Ferrari; se la squadra del Cavallino vorrà puntare al mondiale dovrà colmare il gap dalla power unit Mercedes.

Sebastian Vettel ha dovuto ingoiare un rospo amaro: il suo 1'36"777 costa un distacco di oltre mezzo secondo dalle frecce d'argento. Troppo per sperare di ribaltare i giochi anche in gara se non ci saranno dei colpi di scena. Il tedesco ha messo insieme un buon giro per cui sono emerse le pecche della SF70H che non sono di telaio, nè di aerodinamica...

Insieme a Valtteri Bottas l'eroe di giornata è certamente Daniel Ricciardo che con la Red Bull è riuscito a scavalcare nell'ultimo run, quando la pista sembrava un po' più lenta, un opaco Kimi Raikkonen proprio nel momento risolutivo. All'australiano sono bastiti 26 millesimi per mettersi alle spalle la Rossa di Iceman.

Non ha brillato Max Verstappen con la seconda RB13: l'olandese ha pagato un secondo da Bottas e quattro decimi da Ricciardo, segno che c'è qualcosa che non va sulla sua macchina. Molto positiva la prestazione di Nico Hulkenberg sesto con la Renault staccata di ben due secondi dalla vetta, ma leader indiscusso nel GP degli "altri". Il tedesco si è tolto la soddisfazione di tenersi dietro le due Force India di Sergio Perez e Esteban Ocon: i due duellanti sono separati di appena 25 millesimi...

Eccellente la prestazione di Felipe Massa che ha chiuso la sua ultima qualifica in decima piazza con la Williams: il brasiliano ha ottenuto il massimo dalla FW40.

Non è riuscito a entrare nella top ten Fernando Alonso con la McLaren: lo spagnolo con la McLaren precede Carlos Sainz in evidente crisi con la Renault R.S.31 che ha pagato un distacco di oltre sei decimi dal compagno di squadra in Q2: ma quando ci sono i problemi di motore c'è poco da fare...

Stoffel Vandoorne con la seconda McLarten è 13esimo a due decimi dal più esperto capitano, mentre Kevin Magnussen riesce a sfruttare il potenziale della Haas portandosi a un buon 14esimo posto. Non ha superato la tagliola della Q1 Romain Grosjean con la Haas: il francese è in una fase involutiva della sua carriera. E' rimasto fuori dalla Q2 per 13 millesimi, ma sulla carta la "Ferrarina" dovrebbe permettergli ben altre prestazioni. E la sua posizione nel team americano è tutt'altro che solida: a dispetto di quello che vanno dicendo in squadra, non ha ancora firmato per il 2018.

Non è parso in gran forma Lance Stroll: il canadese ha lasciato un secondo all'esperto Massa in Q2, segno che la Williams FW40 è migliore di quanto ha fatto vedere. Ha provato a fare una modifica di set up ma ha solo peggiorato.

Molto deludente la prestazione della Toro Rosso: quella di Abu Dhabi doveva essere una pista per la STR12 che, invece, è sprofondata nelle retrovie con Pierre Gasly 17esimo e Brendon Hartley condannato al fondo della griglia per la sostituzione della MGU-H nella power unit Renault che gli sarebbe costata 10 posizioni dello schieramento. La sensazione è che nel team di Feanza si giri con un motore "spompato", ma si tratta dell'ultima uscita in attesa di ereditare le power unit Honda.

Le Sauber, quindi, si tolgono la soddisfazione di aver messo dietro il campione del mondo del WEC con Pascal Wehrlein 18esimo che ha fatto meglio di Marcus Ericsson per appena 54 millesimi di secondo.

Cla#PilotaChassisMotoreTempoGapkm/h
1 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 1'36.231   207.775
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 1'36.403 0.172 207.404
3 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 1'36.777 0.546 206.602
4 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 1'36.959 0.728 206.214
5 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 1'36.985 0.754 206.159
6 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 1'37.328 1.097 205.433
7 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 1'38.282 2.051 203.439
8 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 1'38.374 2.143 203.248
9 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 1'38.397 2.166 203.201
10 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 1'38.550 2.319 202.885
11 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 1'38.636 2.405 202.708
12 55 spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 1'38.725 2.494 202.526
13 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 1'38.808 2.577 202.356
14 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 1'39.298 3.067 201.357
15 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 1'39.646 3.415 200.654
16 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 1'39.516 3.285 200.916
17 10 france Pierre Gasly  Toro Rosso Renault 1'39.724 3.493 200.497
18 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 1'39.930 3.699 200.084
19 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 1'39.994 3.763 199.955
20 28 new_zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Renault 1'40.471 4.240 199.006

 

Prossimo Articolo
Abu Dhabi, Libere 3: Hamilton fa il vuoto, Mercedes imprendibili?

Articolo precedente

Abu Dhabi, Libere 3: Hamilton fa il vuoto, Mercedes imprendibili?

Prossimo Articolo

Tre power unit 2018: anche Boullier è contro e appoggia Horner!

Tre power unit 2018: anche Boullier è contro e appoggia Horner!
Carica commenti