Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride

Le Mercedes volano a prendersi la prima fila della Sprint Qualifying, con il finlandese che precede l'inglese, il quale è comunque contento di essersi tenuto dietro Verstappen.

Bottas fulmine a Monza: "Ora sono sereno". Ma Hamilton sorride

Prima fila tutta Mercedes a Monza per il via della Sprint Qualifying di sabato che deciderà la griglia di partenza del Gran Premio d'Italia.

Nella Qualifica del venerdì sera, Valtteri Bottas ha battuto il compagno di squadra Lewis Hamilton in una bagarre settatissima per la conquista della prima casella dello schieramento della 'garetta', seconda della stagione 2021 di F1 dopo quella disputata a Silverstone.

Il finlandese, alleggerito moralmente da ogni dubbio sul suo futuro grazie alla firma per il prossimo anno con la Sauber-Alfa Romeo, è stato un fulmine in Brianza realizzando all'ultimo tentativo della Q3 il crono che gli consente di stare davanti al Campione del Mondo in carica.

"Ho fatto un buon ultimo giro ed è sempre bello quando sei a tuo agio, potendo prendere pure una scia. Direi che mi sono divertito, è stata una tornata stupenda", ha detto Bottas.

"La macchina è stata ottima, avevamo notato che c'era un po' di vantaggio nei confronti delle Red Bull in termini di passo, ma forse siamo stati anche più forti del previsto, per cui mi auguro sia così anche in gara".

Il problema per Bottas è che, indipendentemente dal risultato della Sprint Qualifying, domenica dovrà arretrare in fondo al gruppo per aver montato la quarta power unit dell'anno.

"Domani parto davanti e voglio ottenere il massimo come piazzamento, per poi fare il miglior lavoro possibile domenica, dove invece sarò in fondo cercando di rimontare. Intanto il fine settimana è iniziato bene e sono felice, c'è la possibilità di prendere comunque buoni punti lottando".

Infine una battuta sulla stagione che verrà e sul cambio di casacca che, per quanto visto nelle ultime due settimane, lo ha alleggerito di non poche pressioni.

"Il mio futuro ora è deciso, per cui sono rilassato, quindi chiaramente c'è grande soddisfazione per il lavoro di oggi. Ovviamente l'anno prossimo ci saranno cose nuove ed entusiasmanti per me, non vedo l'ora ci scoprirle. Ma per ora voglio mantenere la concentrazione per la Sprint Qualifying di domani, visto che il passo è davvero buono, per cui voglio sfruttarlo".

Dal canto suo, Hamilton ha fatto ciò che era più importante, ossia stare davanti al suo rivale diretto Max Verstappen, che scatterà terzo domani. Per il britannico non c'è delusione, ammettendo che il suo collega finnico è andato più forte di lui oggi.

"Debbo fare i complimenti a Valtteri perché ha fatto un grandissimo giro. Onestamente mi sentivo a posto e pareva che tutto andasse bene, ma all'ultimo giro è stato più veloce di me e si è meritato il primo posto, non sono riuscito a batterlo. Per il team è comunque un ottimo risultato", afferma l'inglese, che ragiona in ottica campionato.

"Quest'anno abbiamo perso tanti punti, sia da una parte che dall'altra. In questo campionato ogni punto conta e le Sprint Qualifying possono aiutarci a stare davanti, per cui dovremo capitalizzare al massimo la posizione che occupiamo domani in griglia".

condivisioni
commenti
Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

Articolo precedente

Verstappen: "In gara possiamo essere più vicini alle Mercedes"

Prossimo Articolo

Chinchero: "A Monza la rivincita di chi era in difficoltà"

Chinchero: "A Monza la rivincita di chi era in difficoltà"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021