Bottas critico: "Avevo avvisato il muretto delle vibrazioni..."

Il finlandese ha visto svanire il secondo gradino del podio quando ha accusato una foratura a due giri dal termine. Bottas ha confermato di aver avvisato il proprio muretto di aver sentito vibrazioni sempre più forti.

Bottas critico: "Avevo avvisato il muretto delle vibrazioni..."

Poteva essere un secondo posto comodo, un piazzamento ideale su un tracciato di Silverstone ormai tana di Lewis Hamilton, ma il Gran Premio di oggi si è rivelato un totale disastro per Valtteri Bottas.

Il finlandese, autore di una ottima partenza che gli ha consentito di affiancare Hamilton alla prima curva, ha corso per 50 giri sempre alle spalle del sei volte campione del mondo ormai certo del secondo gradino del podio, ma proprio a due tornate dalla fine la sua anteriore sinistra ha improvvisamente ceduto.

Le immagini televisive hanno mostrato la W11 del finlandese rallentare improvvisamente leggermente coricata sul lato sinistro e Bottas è stato costretto a percorrere un intero giro al rilento prima di poter tornare ai box per cambiare gli pneumatici.

Una volta tornato in pista Bottas ha provato almeno a strappare l’ultimo punto messo in palio con il decimo posto, ma non ha avuto la forza necessaria per superare un Sebastian Vettel al volante di una Ferrari decisamente inferiore.

Al termine della gara Valtteri si è sfogato con la stampa. Se da una parte del box c’è una dea bendata che ha baciato Lewis Hamilton consentendogli di tagliare il traguardo anche su tre ruote, dall’altra la stessa dea bendata ha voltato le spalle al finlandese.

“Di sicuro sono davvero deluso. Ho avuto molta sfortuna. Il punto dove ho avuto la foratura mi ha costretto a percorrere un intero giro prima di tornare ai box”.

Bottas ha velatamente criticato la scelta di Mercedes di effettuare una sola sosta e di far percorrere un numero notevole di giri con le gomme dure. Il finlandese ha sottolineato di aver informato i suoi ingegneri di avvertire vibrazioni sempre più forti, ma non è stato ascoltato.

“Sapevamo che affrontare uno stint lungo con le gomme dure sarebbe stata una impresa complicata. Stavo provando a mettere pressione a Lewis, ma verso la fine ho iniziato ad accusare vibrazioni sempre più forti. L’ho fatto presente al muretto, ma ho continuato ed ho cercato di gestire questo problema”.

Valtteri ha poi gettato acqua sul fuoco parlando di una foratura avvenuta in maniera improvvisa ed imprevedbile…

“Purtroppo è accaduto tutto improvvisamente e non c’era modo di poter prevedere una situazione simile. Non c’è molto altro da dire”.

Tra meno di sette giorni i piloti di Formula 1 torneranno daccapo in pista a Silverstone, ma la Pirelli porterà una gradazione di mescole più morbide. Questa scelta potrà rappresentare una ulteriore problematica alla luce di quanto accaduto oggi a Bottas, Hamilton e Sainz? Il finlandese ne è certo.

“Per la prossima gara sarà un problema da tenere in considerazione per tutti. Certamente la strategia ad una sosta non sarà l’ideale considerando le mescole che avremo a disposizione tra una settimana. Sono certo che ci sarà molto da imparare da quanto accaduto oggi”.

Il Pole man Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, e Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, nel Parc Ferme

Il Pole man Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, e Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, nel Parc Ferme
1/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
2/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
3/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, nel Parc Ferme dopo la qualifica

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, nel Parc Ferme dopo la qualifica
4/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
5/22

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
6/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
7/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
8/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
9/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
10/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 e Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
11/22

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Tiffany Cromwell e Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1

Tiffany Cromwell e Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1
12/22

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 e Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11 e Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
13/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

la Safety Car Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

la Safety Car Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
14/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
15/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
16/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
17/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, e Max Verstappen, Red Bull Racing RB16
18/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
19/22

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
20/22

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Il pitstop di Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 EQ Performance causato dalla foratura

Il pitstop di Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 EQ Performance causato dalla foratura
21/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 EQ Performance pit stop

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11 EQ Performance pit stop
22/22

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
Vettel: "Non potevo attaccare, la macchina non lo consentiva"

Articolo precedente

Vettel: "Non potevo attaccare, la macchina non lo consentiva"

Prossimo Articolo

Fotogallery F1: il clamoroso GP di Gran Bretagna

Fotogallery F1: il clamoroso GP di Gran Bretagna
Carica commenti
Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari Prime

Ilott: dal disastro Red Bull alla rinascita in Ferrari

Nonostante la giovane età Callum Ilott ha vissuto numerose esperienze nel motorsport. Dopo essere stato scaricato da Helmut Marko, l'inglese ha trovato una seconda opportunità con la Ferrari e adesso punta con decisione ad un ruolo da titolare in F1 nel 2022.

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring Prime

F1 Stories: I Signori dell'Hungaroring

Piquet, Senna, Schumacher, Vettel... questi sono solo quattro dei tanti nomi che hanno contribuito a fare la storia del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1. Riviviamo insieme alcuni degli episodi più significativi della gara ungherese.

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021