Bottas convocato dai commissari per il testacoda in pitlane

Il pilota della Mercedes è stato protagonista di un incredibile testacoda in corsia box effettuato dopo aver lasciato la piazzola ed è stato convocato dai commissari. Bottas ritiene che non sarà punito per l'accaduto.

Bottas convocato dai commissari per il testacoda in pitlane

Non è certo un periodo facile quello che sta attraversando Valtteri Bottas. Il finlandese della Mercedes vede il suo futuro nel team sempre più in bilico e questa incertezza si riflette in pista con prestazioni spesso opache e team radio infuocati come quello della scorsa domenica contro il suo team reo di non aver ascoltato la sua previsione di una gara a due soste.

Oggi, però, Bottas è stato autore di una manovra che raramente si vede in Formula 1. Valterri, subito dopo essere entrato in pit lane ed aver montato gomme hard, ha perso il controllo della sua vettura in ripartenza finendo con lo sfiorare i meccanici della McLaren.

Proprio i ragazzi del team di Woking sono intervenuti per rimettere in traiettoria la monoposto di Bottas, ma l’incidente non è passato inosservato ai commissari che hanno convocato il pilota e i responsabili del team per parlare dell’accaduto.

Al termine di questa seconda sessione, chiusa con il dodicesimo tempo in 1'06’’251, ed 8 decimi di gap dal riferimento firmato Verstappen, Bottas ha spiegato la dinamica di un testacoda che ha lasciato spiazzati.

“Mi sono girato, abbiamo provato qualcosa di diverso per l’uscita dai box. Ci sono state delle variazioni rispetto a quello che di solito facciamo per gestire il pattinamento delle ruote motrici”.

Come detto, Valtteri ed i responsabili del team sono stati chiamati dai commissari per discutere dell’accaduto. Lo stesso Bottas, però, non si aspetta alcuna sanzione per un errore, che a suo dire, sarebbe potuto capitare a chiunque.

“Sarei sorpreso se fossero presi dei provvedimenti. È un errore che può capitare e sono sicuro che vogliano capire semplicemente cosa sia accaduto”.

Il team manager della McLaren, Paul James, non è stato dello stesso avviso e via radio ha richiesto l’intervento di Michael Masi sottolineando il rischio che hanno corso i meccanici della sua squadra in quel frangente.

“Michael, questo è assolutamente ridicolo. Avrebbe potuto colpire i meccanici ed i nostri uomini al muretto”.

Masi ha però spento sul nascere ogni polemica rispondendo semplicemente: “Concordo”.

condivisioni
commenti
Verstappen: "Sarà lotta serrata con Lewis in qualifica e gara"
Articolo precedente

Verstappen: "Sarà lotta serrata con Lewis in qualifica e gara"

Prossimo Articolo

Chinchero: "Ferrari ben diversa dalla Francia"

Chinchero: "Ferrari ben diversa dalla Francia"
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021