Bottas: "Avevo promesso al team che sarei andato a podio"

Il finlandese ha sfruttato al meglio la partenza con gomme hard e, complice la penalità inflitta a Perez, è riuscito a rimontare dall'ultima posizione per conquistare il terzo gradino del podio.

Bottas: "Avevo promesso al team che sarei andato a podio"

Da ultimo a terzo, complice anche la penalità di 5 secondi inflitta a Sergio Perez. Per Valtteri Bottas il Gran Premio di Monza si è concluso con un podio inatteso frutto di una gara condotta tutta all’attacco, ma anche del clamoroso incidente avvenuto tra Lewis Hamilton e Max Verstappen che ha improvvisamente rivoluzionato la corsa.

Il finlandese ha sfruttato al massimo la strategia studiata dal team che l’ha visto partire con Pirelli hard per poi passare alle medie, anche se nelle battute finali non è mai riuscito a trovare lo spunto necessario per avere la meglio su Perez.

In una sola occasione Valtteri era riuscito a mettere il muso della sua Mercedes davanti a quello della Red Bull, con un sorpasso di forza all’esterno della Roggia, ma poi il messicano ha sfruttato la miglior traiettoria per riprendersi la posizione grazie ad una trazione superiore.

Una volta constatata l’impossibilità di superare Perez, Bottas ha preferito attendere gli eventi avvisato via radio dal team della penalità inflitta al pilota della Red Bull numero 11.

“Partire da così dietro non è mai semplice, ma avevo promesso al team che sarei andato a podio e ci sono riuscito”. Queste le prime parole pronunciate da un Bottas soddisfatto al termine della gara.

Il piazzamento a podio, e la contestuale retrocessione in quinta piazza di Perez, ha consentito alla Mercedes di incrementare il vantaggio sulla Red Bull in classifica Costruttori dove adesso il margine del team campione in carica è di 18 punti.

“Sono contento di aver portato a casa più punti della Red Bull e penso che non avrei potuto fare più di così considerando da dove partivo. Abbiamo perso dei punti a causa dell’incidente tra Lewis e Max, ma da parte mia è andata bene”.

Valtteri non si è poi sbilanciato sull’episodio che ha caratterizzato il GP, il contatto tra Hamilton e Verstappen alla prima variante. Il finlandese ha usato parole diplomatiche per l’occasione evitando di alimentare il fuoco delle polemiche.

“Non so cosa dire. È stato un episodio sfortunato. Servirà del tempo per analizzare bene quanto accaduto e sono certo che se ne parlerà a lungo”.

Chiusa la trasferta di Monza, per Bottas arriva adesso uno dei circuiti dove ha sempre fornito prestazioni al vertice: Sochi. Sul tracciato russo il pilota della Mercedes potrà essere l’arma in più per il team di Toto Wolff per consentire a Lewis Hamilton di tenere a bada Max Verstappen.

“Credo che sia stato un weekend decisamente buono per me, il passo era solido. Pensiamo già al prossimo weekend. Non vediamo l’ora di ripartire”.

condivisioni
commenti
Lap Chart GP d'Italia 2021: Ricciardo, dominatore di Monza

Articolo precedente

Lap Chart GP d'Italia 2021: Ricciardo, dominatore di Monza

Prossimo Articolo

Hamilton: "La penalità di Max? Un precedente importante"

Hamilton: "La penalità di Max? Un precedente importante"
Carica commenti
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021
Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher" Prime

Minardi: "Atto di nonnismo di Alonso su Schumacher"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi commentano i voti stilati per il Gran Premio di Turchia. Tanti promossi e tante bocciature in un weekend in cui protagonista negativa è stata l'impulsività...

Formula 1
11 ott 2021