BMW: nessun interesse per la F1 ora, precedenza alla LMDh

BMW afferma di non essere interessata a entrare in Formula 1 nonostante diverse ingressi di nuovi Costruttori, preferendo concentrarse invece sul suo programma LMDh.

BMW: nessun interesse per la F1 ora, precedenza alla LMDh
Carica lettore audio

In seguito alla finalizzazione dei regolamenti sui motori aggiornati per il 2026, che aumentano la quantità di energia elettrica e impongono l'uso di carburanti sintetici, la F1 è stata oggetto di un nuovo interesse da parte delle Case.

Il mese scorso Audi ha annunciato la sua intenzione di entrare in F1 come produttore di motori a partire dal 2026, mentre la cugina del Gruppo Volkswagen, Porsche, rimane intenzionata a fare altrettanto, nonostante la sua prevista collaborazione con Red Bull sia stata abbandonata.

Pare che anche Honda stia valutando un ritorno nel 2026, dopo aver posto fine alla sua partecipazione come costruttore l'anno scorso, pur mantenendo i legami tecnici con la Red Bull.

Con la Mercedes già presente sulla griglia di partenza, l'Audi in arrivo, la Porsche interessata e Volkswagen ormai fuori dalle attività motoristiche, BMW rimane l'unico grande marchio tedesco ancora in ballo.

Ma in un'intervista rilasciata a Motorsport.com, i capi della Casa bavarese hanno chiarito che la F1 non è nei loro interessi attuali.

"L'assenza dalla F1 non è un problema per noi perché BMW non è assolutamente interessata al momento", ha dichiarato Andreas Roos, responsabile di BMW M Motorsport.

"Credo che si debba anche essere realisti. In F1 gli investimenti sono molto elevati e bisogna avere successo per molto tempo per avere un ritorno. Quindi siamo soddisfatti dei progetti che abbiamo attualmente nel motorsport".

Robert Kubica, BMW Sauber F1.09

Robert Kubica, BMW Sauber F1.09

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

BMW è stata presente in F1 tra il 2000 e il 2009, lavorando inizialmente con la Williams prima di fare della Sauber la sua squadra ufficiale nel 2006. Il team BMW ha ottenuto una vittoria nel Gran Premio del Canada 2008 prima di ritirarsi improvvisamente dalla F1 alla fine del 2009.

Sebbene sia stata in lizza per un potenziale ritorno in F1, visto il livello di interesse dei costruttori negli ultimi tempi e il cambiamento delle regole sui motori, BMW ha chiarito che la sua attenzione è rivolta al suo nuovo programma LMDh.

Il nuovo prototipo M Hybrid V8 debutterà nell'IMSA l'anno prossimo prima di passare anche al FIA WEC a partire dal 2024, quando tornerà a lottare per l'assoluta alla 24 Ore di Le Mans.

"Siamo praticamente già pienamente coinvolti nell'elettrificazione e nella trasformazione verso l'elettrificazione. La LMDh si inserisce perfettamente in questo contesto, e non solo nel 2026, quando la F1 andrà in questa direzione. Da questo punto di vista, per noi è il momento giusto per realizzare la LMDh adesso".

Franciscus Van Meel, amministratore delegato di BMW M Motorsport GmbH, ha riconosciuto il valore di marketing e la portata delle corse in F1, ma ha aggiunto: "BMW non fa sport motoristici solo per ragioni di marketing, vogliamo ricavare qualcosa per la serie e svilupparla insieme".

"Ecco perché per noi la LMDh è chiaramente più importante della F1, che è troppo lontana dal nostro obiettivo e dai nostri prodotti di serie M, ma anche troppo lontana in termini di tempo con il tema dell'elettrificazione".

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | Binotto: "Ci manca la mentalità vincente dell'era Schumacher"
Articolo precedente

F1 | Binotto: "Ci manca la mentalità vincente dell'era Schumacher"

Prossimo Articolo

F1 | Todt: "Ferrari: si cambi qualcosa se gli errori si ripetono"

F1 | Todt: "Ferrari: si cambi qualcosa se gli errori si ripetono"

F1 | McLaren: Alex Palou sarà terzo pilota nella stagione 2023

Alex Palou sarà il terzo pilota e prima riserva del team McLaren nella stagione 2023 di Formula 1 quando la IndyCar non correrà contemporaneamente alla massima serie a ruote scoperte del motorsport.

F1 | Con l'aerodinamica attiva arriva il DRS "inverso"?

Con le novità regolamentari previste per il 2026 si potrebbe utilizzare l'aerodinamica attiva per rallentare il leader della gara ed evitare che prenda il largo regalando così uno spettacolo migliore in pista. Parola di Ross Brawn.

F1 | Steiner: nel 2023 uscirà il suo libro "Surviving to drive"

Gunther Steiner, team principal del team Haas, ha scritto un libro che uscirà ad aprile 2023 legato alle stagioni in cui è stato a capo della squadra americana sino al 2022 compreso.

Video F1 | Minardi: "Leclerc e Hamilton non sono valsi Verstappen"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi valutano le prestazioni dei piloti della stagione 2022 di Formula 1. Tra chi ha deluso le aspettative e chi le ha superate, Verstappen si riconferma primo della classe...

F1 | Motori 2026: FIA tranquilla per la firma, la Ferrari si smarca

La questione delle power unit 2026 non è affatto chiusa: il presidente della FIA è convinto che tutti i Costruttori aderiranno al regolamento dei motori, ma la Scuderia si è messa sull'Aventino per una questone tecnica e per una questione politica. La Ferrari è intenzionata a far valere il diritto di veto, lo userà?

Formula 1
30 nov 2022

F1 | L'asta per il casco di Albon raccoglie 84mila sterline

L'asta per il casco che Alexander Albon ha indossato al Gran Premio di Singapore ha raccolto 84mila sterline per sostenere un orfanotrofio in Thailandia.

Formula 1
30 nov 2022

F1 | Sargeant ha deciso: correrà con il numero 2

Logan Sargeant ha scelto il suo numero permanente in vista della sua stagione d'esordio in Formula 1 con la Williams nel 2023.

Formula 1
30 nov 2022

F1 | Ecco "Lauda Drive", la via dedicata a Niki da Mercedes

Mercedes AMG F1 ha dedicato una via del campus tecnologico di Brackley a Niki Lauda, ex presidente non esecutivo del team scomparso il 20 maggio del 2019.

Formula 1
30 nov 2022