Biocarburante F1: si aprirà una nuova sfida sulle potenze

Le monoposto a effetto suolo che debutteranno nel 2022 avranno una benzina con il 10% di etanolo. Si tratta di un alcol che ha un potere di raffreddare la miscela che va in camera di combustione, aprendo interessanti strade di sviluppo sulle future F1.

Biocarburante F1: si aprirà una nuova sfida sulle potenze
Carica lettore audio

La F1 è in corsa per dare un contributo alla sostenibilità: per ridurre le emissioni era stato deciso che dal 2021 il carburante sarebbe stato cambiato introducendo un 10% di etanolo per avere una benzina sensibilmente più bio.

Anche se il Coronavirus ha imposto lo stop dei GP e il conseguente spostamento delle regole 2021 all’anno successivo, la ricerca dei petrolieri che forniscono il carburante ai team di F1 non si è fermata, anzi.

La Shell, che è partner della Ferrari, sta lavorando sul biocarburante: l’etanolo utilizzato in Formula Indy, ha una caratteristica refrigerante che potrebbe aprire alcune interessanti linee di sviluppo nella F1 del futuro.

Benoit Poulet, responsabile Shell dello sviluppo in F1, ha detto a Motorsport.com: "E’ molto interessante perché con l’etanolo l’impatto sulle prestazioni della monoposto è paragonabile a quando si spalma un gel a base di etanolo sulle dita: si sente l'effetto di raffreddamento che si ottiene. La stessa cosa accadrà al motore”.

"L’etanolo sarà in grado di raffreddare alcune parti della power unit e questo aspetto potrebbe essere molto utile. Ci stiamo lavorando sodo”.

"Le proprietà di questo carburante sono piuttosto interessanti nella combustione e penso che possiamo ottenere dei risultati interessanti. Al momento abbiamo scoperto che il raffreddamento in camera che produce è positivo per il motore".

L'etanolo è un alcol che a temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore dall'odore caratteristico e pungente. È tendenzialmente volatile ed estremamente infiammabile. La fiamma che produce durante la combustione è di colore blu tenue, e quindi alla luce non è facilmente distinguibile.

Ma il vantaggio è che può raffreddare la carica in entrata in camera di combustione per garantire un effetto anti detonante. Si otterrebbero quasi gli stessi risultati raggiunti con gli oli additivi aggiunti negli ultimi anni alla benzina. Una miscela di aspirazione più fredda significherebbe automaticamente più potenza del motore.

I motoristi potrebbero seguire due linee di sviluppo interessanti: cercare più cavalli tout court oppure puntare su un motore che può funzionare senza problemi di affidabilità con un impianto di raffreddamento più piccolo a tutto vantaggio dell’aerodinamica della monoposto.

Benoit ha ammesso che la Shell sta lavorato al nuovo biocarburante da quando sono state emanate le normative FIA l'anno scorso.

"È una grande sfida, ma saremo davvero felici di passare al carburante E10, e ad essere sinceri, saremmo felici di averne una percentuale maggiore del 10%. Abbiamo tecnici che lavorano a questo progetto e persone che hanno molta familiarità con l’etanolo che ha alcune proprietà diverse rispetto agli altri idrocarburi”.

condivisioni
commenti
F1: le stagioni con meno gare della storia
Articolo precedente

F1: le stagioni con meno gare della storia

Prossimo Articolo

Ricciardo: "Mi scoccia molto non correre a Monaco"

Ricciardo: "Mi scoccia molto non correre a Monaco"

F1 | Audi: factory più grande e tante assunzioni a Neuburg

La Casa degli Anelli è partita con i lavori di ampliamento della sede tedesca di Neuburg dove nasceranno le power uniti che debutteranno in F1 nel 2026 montate sui telai che saranno prodotti a Hinwil. La nuova struttura, denominata F7.2, di oltre 3 mila mq, ospiterà i banchi prova: sarà ultimata nel 2024, ma comincerà ad essere operativa da marzo. L'organico entro metà 2023 sarà portato a oltre 300 dipendenti.

F1 | Mondiale 2023: già cancellato il Gran Premio di Cina

La Formula 1 ha annunciato questa mattina la cancellazione del GP di Cina a causa delle restrizioni imposte dal governo locale. Si cerca l'evento che potrà sostituirlo e mantenere così il Mondiale 2023 a 24 gare: può essere Portimao.

F1 | Brawn: "La F1 non abbia paura di ridurre l'uso del DRS"

Ross Brawn si è schierato contro l'attuale utilizzo del DRS che rende i sorpassi troppo semplici e vorrebbe che l'ala mobile fosse utilizzata solo per consentire a chi segue di avvicinarsi alla vettura che precede.

F1 | Qualifiche: se si causa una rossa si perde il tempo migliore

Nella prossima F1 Commission dovrebbe essere discussa la proposta di cancellare il miglior tempo della sessione al pilota che provoca una bandiera gialla o rossa per evitare i "furbi". L'episodio di Perez a Monte Carlo ha continuato a produrre scorie nocive per cui si vorrebbe trovare un deterrente che eviti situazioni imbarazzanti per la F1.

F1 | Ferrari: perché Maranello non è più la... terra promessa?

Mattia Binotto è stato l'ultimo esponente del Cavallino che è diventato capo dopo una carriera interna: la Scuderia sembra non avere figure adatte (se escludiamo Coletta che è concentrato sul programma della 499P per il mondiale Endurance) per cui la caccia al team principal avviene fuori. E si scopre che la Ferrari non è più un ambito punto di approdo, visto che diversi manager hanno preferito declinare con un no alla chiamata. Frederic Vasseur resta la candidatura più realistica in un quadro confuso.

F1 | McLaren: Alex Palou sarà terzo pilota nella stagione 2023

Alex Palou sarà il terzo pilota e prima riserva del team McLaren nella stagione 2023 di Formula 1 quando la IndyCar non correrà contemporaneamente alla massima serie a ruote scoperte del motorsport.

Formula 1
1 dic 2022

F1 | Con l'aerodinamica attiva arriva il DRS "inverso"?

Con le novità regolamentari previste per il 2026 si potrebbe utilizzare l'aerodinamica attiva per rallentare il leader della gara ed evitare che prenda il largo regalando così uno spettacolo migliore in pista. Parola di Ross Brawn.

Formula 1
1 dic 2022

F1 | Steiner: nel 2023 uscirà il suo libro "Surviving to drive"

Gunther Steiner, team principal del team Haas, ha scritto un libro che uscirà ad aprile 2023 legato alle stagioni in cui è stato a capo della squadra americana sino al 2022 compreso.

Formula 1
1 dic 2022