Binotto: "Non usiamo bene le gomme. C'è qualcosa che ci sfugge"

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, parla della situazione della Rossa dopo le terribili qualifiche di Spa-Francorchamps, dove Leclerc e Vettel sono stati eliminati già in Q2.

Binotto: "Non usiamo bene le gomme. C'è qualcosa che ci sfugge"

In una delle giornate più nere della storia recente della Ferrari - anche se, forse, sarebbe più corretto parlare di storia in generale - Mattia Binotto, da team principal del Cavallino Rampante, ha parlato della situazione prestazionale delle Rosse, incappate come detto nella giornata più nera di una stagione già di per sé deludente.

Ai microfoni di Sky Sport, Binotto ha spiegato cosa non stia funzionando in questo fine settimana dove le Mercedes e Verstappen si sono confermati veloci, mentre le Rosse, con il passo del gambero, sono sprofondate ulteriormente. In qualifica Charles Leclerc e Sebastian Vettel non sono andati oltre il 13esimo e il 14esimo tempo. Domani, infatti, i due alfieri del Cavallino Rampante scatteranno da una desolante settima fila.

Binotto, come giudica questa prestazione ricordando che un anno fa sulla pista di Spa la Ferrari vinceva con Leclerc?
"E' una situazione difficile, non c'è dubbio. Non possiamo essere contenti, non posso essere contento e non lo è nessuno di noi, come non lo è nessun o dei nostri tifosi. Ora si tratta di capire e di andare avanti. Ieri nelle libere i piloti hanno fatto molta fatica con la macchina, non siamo riusciti a far funzionare le gomme. I piloti non hanno mai avuto fiducia".

"Il weekend non è partito bene, dunque abbiamo cercato di cambiare la macchina in tutti i modi, sia come bilancio, set up, ma anche il giro d'uscita, ovvero come preparare le gomme nel giro d'uscita per scaldarle meglio e averle più performanti sul giro secco. Non siamo riusciti a ottenere ciò che volevamo. C'è qualcosa che ci sta sfuggendo in questo weekend, ma mi aspetto che i nostri ingegneri lo capiscano. La situazione rispetto a ieri è migliorata, ma non abbastanza per stare davanti a quelli che oggi sono i nostri rivali".

I problemi riscontrati a Spa sono specifici di questa pista o generali?
"Il problema è legato a questo weekend. Non siamo riusciti a capire come far funzionare le gomme. In fondo questa è la stessa macchina delle gare scorse così come lo è quella dei nostri rivali, quindi tutti a pari vetture c'è qualcosa che da noi non ha funzionato, perché siamo più indietro di quanto dovremmo essere. Poi abbiamo fatto una scelta di carico aerodinamico più elevato pensando anche alla gara di domani che potrebbe essere bagnata cercando di fare qualcosa di differente rispetto ai nostri avversari, anche sacrificando un po' le qualifiche. Lo abbiamo visto nei rettilinei, nel primo e terzo settore. Mi spiace per i tifosi, ma dobbiamo cercare di capire cosa sia successo. A iniziare da ieri. La situazione di ieri ha compromesso le prestazioni di oggi".

Cosa può dire ai tifosi delusi della Rossa?
"Ora serve pazienza perché guardiamo al futuro e stiamo costruendo per il futuro. Siamo concentrati sul 2021 e soprattutto sul 2022 cercando di fare bene anche in questa stagione. Dobbiamo fare meglio. Abbiamo un obiettivo minimo che sicuramente conosciamo. Gare come quelle di oggi non aiutano. Cercheremo di fare bene nelle nostre gare italiane. Qui sino a ora non è andata bene, ma in fin dei conti la gara è domani ed è lì che saranno distribuiti i punti. Non molliamo un millimetro e ci concentriamo per domani".

Dopo aver visto queste qualifiche, cosa vi aspettate per domani in gara?
"Penso che più giriamo e più i piloti capiscono la macchina. Domani la gara è lunga e di solito noi in gara andiamo meglio rispetto alle qualifiche. C'è anche il discorso del quali mode, e su questa pista se qualcuno poteva spingersi di più in qualifica fa la differenza. Secondo me domani combatteremo con chi ci sta davanti, mi aspetto una bella gara su una pista su cui si può superare. Se troveremo il giusto bilanciamento la gara è ancora tutta da scrivere".

condivisioni
commenti
Vettel: "Il 14° tempo? Dipinge un quadro realistico"
Articolo precedente

Vettel: "Il 14° tempo? Dipinge un quadro realistico"

Prossimo Articolo

Leclerc: "Situazione incomprensibile. Domani? Nessun miracolo"

Leclerc: "Situazione incomprensibile. Domani? Nessun miracolo"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021