Binotto: "Non siamo in crisi, ma in mezzo a una tempesta"

Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha fatto il punto al termine di una delle giornate sportive più nere della storia del Cavallino Rampante.

Binotto: "Non siamo in crisi, ma in mezzo a una tempesta"

Il ruolo del team principal in Formula 1 conferisce onorificenze quando si vince, ma anche diversi oneri quando si vivono giornate difficili come quella che ha passato oggi la Ferrari al Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps.

Mattia Binotto si è presentato ai microfoni di Sky Sport e ha parlato di quanto accaduto oggi, con entrambe le SF1000 incapaci di dare la caccia alla zona punti. Le Rosse sono apparse lente in tutti i settori, senza dare alcun segnale di ripresa auspicato invece al termine delle qualifiche di ieri.

Binotto, dopo la giornata odierna, è giusto parlare di Ferrari in crisi?
"Credo che sia sbagliato scomodare la parola crisi per il momento che stiamo attraversando. Certamente questo è un bruttissimo risultato all'interno della stagione difficile che stiamo disputando, Lo sapevamo, lo abbiamo visto con il test invernali. poi è arrivato il congelamento e l'impossibilità di poter sviluppare la vettura".

Cosa vi fa guardare avanti con fiducia?
"Lo sappiamo, dobbiamo tenere i denti stretti, sappiamo che stiamo costruendo per il futuro. Siamo in mezzo a una tempesta, non c'è dubbio. Non siamo in crisi, ma in mezzo a una tempesta. Conosciamo la nostra rotta e dobbiamo cercare di mantenerla continuando a guardare avanti, al futuro".

Come può esaminare la gara di oggi?
"Il risultato di oggi, è chiaro, è molto deludente, c'è poco da dire. Come siamo partiti, siamo arrivati, ma già da ieri avevamo visto quanta fatica avremmo potuto fare. Questa è una pista che richiede potenza ed efficienza aerodinamica ed è inutile nasconderci dietro un dito: al momento ci manca sia l'una che l'altra cosa".

Cosa si sente di dire ai tifosi della Ferrari?
"Capiamo i tifosi, ci dispiace molto, siamo i primi a esserlo e lo siamo anche per loro. Quello che sta succedendo, di fatto, è che abbiamo una macchina che ha perso potenza, così come l'hanno persa tutti i costruttori di motori. Noi più degli altri. Lo scorso anno il motore copriva in parte i limiti della macchina, ma quest'anno non è più il caso. I limiti della macchina stanno emergendo. Su quel punto è chiaro che dobbiamo migliorare".

Chi è il responsabile di questa situazione?
"Le responsabilità di questa situazione ce le prendiamo tutti. Me le prendo io da team principal così come se le prendono tutti quelli che lavorano a Maranello. Siamo tutti sulla stessa barca. Sebbene la squadra sia in mezzo alla tempesta siamo molto uniti. non c'è crisi, né tensioni. C'è amarezza, frustrazione in ognuno di noi. Ma credo che questa frustrazione sia da trasformare in reazione e determinazione".

In che modo la Ferrari si prepara per Monza? Ci sono spiragli per un weekend migliore?
"Le responsabilità ci sono. E' un periodo difficile, ma dobbiamo guardare a quello che è stato fatto e a quello che vogliamo fare. Dopo una gara come quella di oggi è difficile presentarsi fra una settimana su una pista in cui sicuramente serve potenza. Non è una pista banale. Ci sarà una nuova direttiva tecnica che vieta gli engine mode da qualifica. Sono curioso di vedere come possano cambiare gli equilibri in qualifica. Noi porteremo un pacchetto specifico per Monza, ma credo sia inutile illudersi, in questa fase dobbiamo raccogliere il meglio di quello che offre la macchina. Qui in Belgio però vedendo contro chi abbiamo combattuto non si può giustificare".

condivisioni
commenti
F1 gallery: l'incidente di Giovinazzi e Russell a Spa
Articolo precedente

F1 gallery: l'incidente di Giovinazzi e Russell a Spa

Prossimo Articolo

Ferrari: non servono colpevoli, ma soluzioni!

Ferrari: non servono colpevoli, ma soluzioni!
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021