Binotto: "Abbiamo valutato le novità, non cercato i tempi"

Binotto racconta come la Ferrari non abbia badato ai tempi sul giro, quanto a verificare la bontà delle novità arrivate in fretta e furia da Maranello.

Binotto: "Abbiamo valutato le novità, non cercato i tempi"

Il venerdì del GP di Stiria ha visto le Ferrari in difficoltà dal punto di vista cronometrico. Al termine delle Libere 2 del Red Bull Ring, Charles Leclerc non è andato oltre al nono posto, mentre Sebastian Vettel ha chiuso addirittura con il 16esimo tempo.

A spiegare i motivi di questo anonimato prestazionale delle Rosse è stato il team principal della Ferrari Mattia Binotto. Il team di Maranello ha lavorato sodo sulla valutazione delle novità aerodinamiche portate in anticipo rispetto ai tempi pianificati a inizio anno, lasciando perdere il solito lavoro previsto per il venerdì.

"Siamo sullo stesso circuito della settimana scorsa, ma le condizioni sono più calde. La pista era molto più calda, per questo abbiamo dovuto regolare i bilanciamenti delle monoposto", ha dichiarato Binotto.

"Abbiamo portato alcuni pezzi nuovi, legati all'aerodinamica. Questi erano da testare. Così ci siamo concentrati su quelli, su un programma di controllo delle mappe aerodinamiche. Non avevamo un programma normale del venerdì, insomma".

"Abbiamo tenuto molto le gomme medie, invece di passare presto sulle Soft. Cercavamo la consistenza. Alla fine i tempi sul giro per noi non erano così importanti. Era più importante analizzare bene i dati, capire se le componenti funzionano come previsto e se stiamo andando avanti in termini di prestazioni".

"Penso che il set up delle prime libere di questo fine settimana non fosse perfetto, suppongo a causa del caldo. E secondo perché le nuove componenti devono essere comprese e, in qualche modo, adattate al set up. Dobbiamo lavorare per il resto del weekend sul nostro set up per ottimizzare l'equilibrio e le prestazioni della monoposto".

Leggi anche:

Come già vi abbiamo raccontato nella giornata di ieri, Sebastian Vettel si è trovato bene con i pezzi nuovi arrivati in fretta e furia da Maranello, sebbene il suo tempo sul giro non sia stato affatto competitivo.

"Le condizioni sono differenti. Vettel era molto in difficoltà il weekend scorso, mentre credo che ieri le cose siano andate molto meglio per lui. Penso abbia trovato il giusto feeling con il retrotreno della SF1000 in frenata", ha proseguito Binotto, che poi ha sottolineato come, tra i due piloti Ferrari, sia stato Leclerc a soffrire di più con le parti nuove.

"Credo invece che Leclerc non fosse troppo contento del bilanciamento della sua monoposto e dell'assetto. Mentre stavamo lavorando sul confronto aerodinamico non abbiamo lavorato molto per migliorare il suo bilanciamento e il suo assetto. Quindi sono sensazioni contrastanti, perché secondo lui avremmo dovuto migliorare, ma non siamo riusciti a farlo".

Binotto ha concluso il suo intervento sottolineando come entrambi i piloti della Ferrari abbiano fatto errori sul rispetto dei protocolli anti-COVID imposti per le prime gare della F1. Il team e i due piloti hanno però imparato la lezione e, quanto accaduto tra lo scorso fine settimana e questo, non dovrebbe più ripetersi.

"Le istruzioni per Leclerc e Vettel, ma anche per tutto il team, sono chiare: dobbiamo prestare attenzione perché essere qui è molto importante e lo è per il Circus intero. Penso che essere distratti dai protocolli non sia fantastico, ma dobbiamo essere davvero rigorosi. Quindi abbiamo alzato la nostra soglia d'attenzione".

"Credo che entrambi i nostri piloti abbiano capito di aver fatto qualcosa di sbagliato e sono abbastanza sicuro che in futuro faranno molta più attenzione".

condivisioni
commenti
McLaren: c'è un deflettore sul fondo in stile Ferrari
Articolo precedente

McLaren: c'è un deflettore sul fondo in stile Ferrari

Prossimo Articolo

F1, GP di Stiria: LIVE delle Libere 3

F1, GP di Stiria: LIVE delle Libere 3
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura” Prime

Video | Ceccarelli: “I piloti a Jeddah non avevano alcuna paura”

Insieme a Franco Nugnes ed al dottor Riccardo Ceccarelli andiamo ad analizzare quanto successo in occasione dell'ultimo GP di Formula 1 a Jeddah, dove i piloti si sono dimostrati più forti della paura

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Formula 1
7 dic 2021
Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021