Ecclestone... rompe le scatole al Gp di Monaco

Ecclestone... rompe le scatole al Gp di Monaco

Bernie sostiene che i Gp europei pagano poco e potrebbero lasciare il posto a quelli nuovi

Bernie Ecclestone sta diventando l'oracolo della Formula 1. Ormai non c'è giorno che non dispensi la sua... perla di saggezza. Questa volta nel mirino di Mister E è entrato niente meno che il Gp di Monaco, un evento che ha sempre difeso contro tutto e contro tutti. Con l'idea di allargare il calendario della F.1 a venti Gp, Ecclestone ha una lista sempre crescente di Stati disposti ad organizzare una gara alle condizioni economiche che vengono dettate da Bernie, mentre dalle gare delle vecchia Europa non riesce a spuntare gli stessi guadagni, per cui puntualmente minaccia di far emigrare il Circus solo laddove e più remunerativo, la sciando perdere magari le gare più prestigiose. “La Formula 1 andrebbe avanti anche senza Gp di Monaco – ha puntualizzato Mister E – oltretutto non pagano abbastanza. Gli organizzatori europei devono rendersi conto che molti Stati premono per ospitare un Gp, e se qualcuno non sarà in grado di garantire più denaro il Circus probabilmente si recherà altrove”. Ecclestone non lo ferma nessuno, non lo preoccupa nemmeno il Gp di Corea in programma a Yeongam il 24 ottobre: “Un conflitto può scoppiare in qualunque parte del mondo. Anzi, poco prima che si svolgesse il Gp d'Europa a Valencia mi era stato detto che i separatisti avevano piazzato quattro ordigni”.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag spot pubblicitari