Barrichello rivela di aver sconfitto un tumore: "Sono stato fortunato"

Ai microfoni di Globo Tv, l'ex pilota di Formula 1 ha raccontato che alla base del malore dello scorso gennaio c'era un tumore benigno al collo, che fortunatamente è riuscito a sconfiggere.

Rubens Barrichello ha vissuto alcuni mesi da incubo, ma fortunatamente ne è venuto fuori. Lo scorso gennaio aveva preoccupato la notizia di un suo improvviso ricovero in ospedale, sul quale il brasiliano non aveva dato troppi dettagli, dicendo solo di essere stato colpito da delle improvvise crisi di mal di testa.

Ora che è il peggio è passato, l'ex pilota della Ferrari ha deciso di raccontare la sua storia ai microfoni di Globo Tv, rivelando che il problema era un tumore benigno al collo, che fortunatamente è riuscito a sconfiggere, pur portandone ancora i segni con un'evidente cicatrice sul collo.

"Una mattina mi trovavo sotto la doccia, quando di colpo avvertii un dolore lancinante alla testa. Sentii come si stesse esplodendo, tanto che dovetti accasciarmi per terra. Ci vollero un po' di minuti prima di riuscire a raggiungere mia moglie per chiederle aiuto. Ricordo che il dolore era insopportabile e capii subito che si trattava di un problema serio. Mi rivolsi a un amico dottore che intuì subito la gravità della situazione. Sono stato fortunato" ha raccontato Barrichello.

Poi ha proseguito: "Mi operarono di lì a poco e, una volta dimesso dall'ospedale, i medici mi dissero che solo il 14% delle persone che soffrono questo tipo di problema riesce a recuperare a pieno. Dopo il sollievo per averla scampata, ho temuto di non poter più correre, ma fortunatamente non è stato così".

Guarda anche questo video

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Rubens Barrichello
Articolo di tipo Ultime notizie