Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
20 giorni
G
GP del Portogallo
23 ott
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP di Turchia
13 nov
Prossimo evento tra
55 giorni
04 dic
Prossimo evento tra
76 giorni
G
GP di Abu Dhabi
11 dic

Barcellona, Libere 1: Bottas davanti prima del problema, Ferrari molto vicine

condivisioni
commenti
Barcellona, Libere 1: Bottas davanti prima del problema, Ferrari molto vicine
Di:

La prima sessione di prove libere del GP di Spagna è stata condotta dalla Mercedes di Bottas: il finlandese ha dovuto rinunciare all'ultima fase della sessione per una perdita idraulica. Bene le Rosse con Vettel e Leclerc, più staccato Hamilton. Tanto per cambiare sbatte Stroll.

La prima risposta che arriva da Barcellona dopo il primo turno di prove libere del GP di Spagna è: equilibrio. E' vero, davanti a tutti c'è ancora Valtteri Bottas con la Mercedes, ma le due Ferrari sono davvero a un soffio, a un nulla.

E il finlandese ha portato la rinnovata W10 a 1'17"951 con le gomme Soft, ma ha dovuto interrompere il suo lavoro a causa di una perdita idraulica: l'arresto ai box della freccia d'argento è stata accompagnata da una fumata nel retrotreno che ha costretto Valtteri a rinunciare di tornare in macchina dopo 19 giri. Va detto che con la pista di Montmelò molto sporca Bottas è stato autore anche di qualche sbavatura che lo ha portato a fare un largo nella sabbia e un traversone.

La Rossa dotata del nuovo motore termico 2 si è messa in scia alla Mercedes: Sebastian Vettel è arrivato a 115 millesimi dalla W10. Va detto che il tedesco con le gomme Soft nuove ha trovato traffico e ha dovuto abortire il suo primo giro: Seb ha poi fatto un giro di raffreddamento prima di lanciarsi di nuovo per ottenere l'18"066 che lo ha collocato al secondo posto.

Il quattro volte campione del mondo si è intrattenuto nei box con David Sanchez, l'aerodinamico del Cavallino, per commentare il comportamento delle novità portate in Spagna. Il team di Maranello si è dedicato alla messa a punto della SF90 nel tentativo di sfruttare tutto il potenziale della Rossa.

Charles Leclerc con la seconda Ferrari è a un decimo dal compagno di squadra e ha girato con l'ala anteriore in vecchia configurazione per fare delle comparazioni.

Lewis Hamilton ha lavorato molto per la gara e non ha messo insieme un gran giro con le Soft, per cui non deve sorprendere se ha chiuso a oltre sei decimi dal compagno di squadra.

Nella lista dei tempi mancano le Red Bull nelle posizioni di vertice: Pierre Gasly è solo ottavo con la RB15 che con 1'19"285 ha pagato 1"334 dalla vetta, ma a preoccupare è il 12esimo tempo di Max Verstappen che ha accusato un problema alla power unit che ha costretto l'olandese a rinunciare all'ultimo quarto d'ora del turno. Intorno alla macchina di Adrian Newey sono spuntati molti giapponesi dalle facce molto preoccupate...

E così a fare bella figura è stata la Haas con Romain Grosjean ottimo quinto: le numerose novità che sono state introdotte sulla macchina del team USA sembrano funzionare perché anche Kevin Magnussen è settimo con l'altra SF-19, però staccato di tre decimi dal transalpino.

Positivo anche Carlos Sainz con la McLaren che si è infilato fra le due Haas con 1'19"155, mentre a chiudere la top ten si segnalano Daniil Kvyat con la migliore Toro Rosso e Nico Hulkenberg con la Renault dotata del nuovo motore. A 61 millesimi dal tedesco c'è Daniel Ricciardo a confermare l'inversione di tendenza della squadra di Enstone rispetto a Baku.

La sessione è stata chiusa con qualche minuto di anticipo perché Lance Stroll con la Racing Point è andato a sbattare prima della curva 9 danneggiando la sospensione anteriore sinistra nelle barriere. Il pilota è uscito incolume dall'abitacolo, ma il turno è stato interrotto dalla bandiera gialla.

Sono parse un po' in difficoltà le due Alfa Romeo con Antonio Giovinazzi, 14esimo, che si conferma davanti a Kimi Raikkonen, ma la 18esima piazza non è certo quella che il finlandese merita. Sessione da dimenticare per Sergio Perez e Lando Norris che hanno lavorato in funzione della gara.

Le Williams chiudono la griglia con Robert Kubica di un decimo davanti a George Russell con la FW42 finalmente riparate...

Cla Pilota Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Finland Valtteri Bottas 19 1'17.951     214.981
2 Germany Sebastian Vettel 20 1'18.066 0.115 0.115 214.664
3 Monaco Charles Leclerc 20 1'18.172 0.221 0.106 214.373
4 United Kingdom Lewis Hamilton 22 1'18.575 0.624 0.403 213.273
5 France Romain Grosjean 25 1'18.943 0.992 0.368 212.279
6 Spain Carlos Sainz Jr. 31 1'19.155 1.204 0.212 211.711
7 Denmark Kevin Magnussen 27 1'19.180 1.229 0.025 211.644
8 France Pierre Gasly 30 1'19.285 1.334 0.105 211.364
9 Russian Federation Daniil Kvyat 34 1'19.364 1.413 0.079 211.153
10 Germany Nico Hulkenberg 25 1'19.450 1.499 0.086 210.925
11 Australia Daniel Ricciardo 24 1'19.511 1.560 0.061 210.763
12 Netherlands Max Verstappen 14 1'19.844 1.893 0.333 209.884
13 Canada Lance Stroll 28 1'19.855 1.904 0.011 209.855
14 Italy Antonio Giovinazzi 28 1'20.021 2.070 0.166 209.420
15 Thailand Alexander Albon 25 1'20.030 2.079 0.009 209.396
16 United Kingdom Lando Norris 33 1'20.066 2.115 0.036 209.302
17 Mexico Sergio Perez 26 1'20.459 2.508 0.393 208.279
18 Finland Kimi Raikkonen 22 1'20.591 2.640 0.132 207.938
19 Poland Robert Kubica 27 1'20.889 2.938 0.298 207.172
20 United Kingdom George Russell 23 1'20.990 3.039 0.101 206.914
LIVE F1, GP di Spagna: Libere 1

Articolo precedente

LIVE F1, GP di Spagna: Libere 1

Prossimo Articolo

Ecco perché il Paul Ricard è il tracciato di F1 più accessibile d'Europa

Ecco perché il Paul Ricard è il tracciato di F1 più accessibile d'Europa
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Spagna
Sotto-evento FP1
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Team Ferrari , Mercedes
Autore Franco Nugnes