Bandiere gialle, la telemetria condanna Palmer, Haryanto e Nasr: -3 posizioni in griglia

condivisioni
commenti
Bandiere gialle, la telemetria condanna Palmer, Haryanto e Nasr: -3 posizioni in griglia
Roberto Chinchero
Di: Roberto Chinchero
02 lug 2016, 17:34

Jolyon Palmer, Rio Haryanto e Felipe Nasr non hanno alzato il piede in regime di bandiere gialle, dunque vengono arretrati sulla griglia domani e scatteranno dal fondo dello schieramento.

La telemetria che ha scagionato Hulkenberg dal timore di una penalità al termine della brillante qualifica disputata oggi sul Red Bull Ring, ha invece condannato Jolyon Palmer, Rio Haryanto e Felipe Nasr.

Il collegio del commissari sportivi ha verificato se i due piloti hanno effettivamente rallentato nel corso dei minuti finali della sessione Q1, quando hanno ottenuto il loro miglior tempo in regime di bandiere gialle. E il verdetto è stato molto chiaro.

“La telemetria mostra chiaramente che il pilota non ha rallentato procedendo con l’acceleratore al massimo nel settore in cui erano esposte le bandiere gialle – è stato il verdetto dei commissari sportivi per entrambi i piloti – nonostante fosse visibile anche la monoposto di Sainz ferma a bordo pista”.

Palmer, Haryanto e Nasr sconteranno tre posizioni di penalità sulla griglia di partenza di domani. L’inglese passa così dal diciottesimo al ventesimo posto, mentre Haryanto scatterà da subito dietro al pilota Renault, con il brasiliano della Sauber che chiuderà lo schieramento.

Prossimo Articolo
Nessuna penalità per Hulk: a scagionarlo è stata la telemetria

Articolo precedente

Nessuna penalità per Hulk: a scagionarlo è stata la telemetria

Prossimo Articolo

Fotogallery: le istantanee più significative delle Qualifiche in Austria

Fotogallery: le istantanee più significative delle Qualifiche in Austria
Carica commenti