Baku, Libere 1: Hamilton impara in fretta, sbatte Ricciardo

Le due Mercedes precedono Bottas con la Williams capace di 351 km/h di velocità massima. La Ferrari non ha cercato tempi preferendo raccogliere molti dati con Vettel quinto. Stupisce Alonso che porta la McLaren in quarta posizione.

Lewis Hamilton non ama fare le ricognizioni a piedi delle piste. L'inglese ha scoperto il tracciato di Baku girando nella prima sessione di prove libere e il campione del mondo non ha impiegato molto a prendere il comando della tabella dei tempi, migliorando costantemente la sua prestazione con la Mercedes giro dopo giro. Ha strisciato le barriere con la posteriore destra prima di finire nella via di fuga (ha fatto tre lunghi) senza gravi danni, per cui ha ottenuto un 1'46"435 che resta il tempo di riferimento. Lewis non è più tornato in pista perché aveva spiattellato una gomma Supersoft prima della bandiera rossa causata da Daniel Ricciardo.

E' andata certamente peggio all'australiano che ha distrutto la posteriore destra della sua Red Bull in un violento contatto con le barriere alla curva 15 causando l'esposizione della bandiera rossa perché la RB12 non si poteva più spostare senza i mezzi. L'operazione, però, ha richiesto molto tempo per l'inadeguatezza dei commissari (non sono quelli di Montecarlo!) rubando quasi un quarto d'ora di lavoro ai team.

Dietro ad Hamilton si è inserito Nico Rosberg con 1'46"812 a 377 millesimi dal campione del mondo. Il tedesco si è lamentato di una posizione nell'abitacolo che non è confortevole: gli uomini della Mercedes gli hanno assicurato che faranno tutti i dovuti controlli dopo la sessione, ma è l'unico oltre al compagno di squadra ad aver girato con le Supersoft, insieme alla due Toro Rosso, mentre gli altri hanno girato solo con le soft.

Alle spalle delle due W07 Hybrid è spuntata la Williams di Valtteri Bottas che si è subito trovata a uo agio sul tracciato cittadino di Baku: intanto la FW38 ha ottenuto una prestazione monstre con i 351 km/h di velocità massima ottenuta alla speed trap, vale a dire alla conclusione del lungo rettilineo da quasi 2 km nel quale i motori stanno in piena potenza.

Il finlandese, con una mescola più dura delle Mercedes, è arrivato a 1'47"096 rivelandosi molto competitivo sull'interessante circuito cittadino dell'Azerbaijan. E quando c'è da guidare e interpretare le condizioni emerge subito un campione come Fernando Alonso che ha portato la McLaren al quarto posto con un tempo di 1'47"989: lo spagnolo ha rivelato la sua grande adattabilità su un impianto sconosciuto, lasciando Jenson Button a un secondo con la seconda MP4-31 piazzata in settima posizione.

Per correttezza è giusto dire che ci sono piloti come Sebastian Vettel che non hanno mai cercato delle prestazioni (anche se ha fatto un testacoda): il tedesco è solo quinto con 1'48"627 a due secondi da Hamilton, ma ha girato con un motore limitato nella potenza e con una Rossa che aveva bisogno di fare una serie di prove aerodinamiche. La Ferrari, quindi, non è giudicabile dopo questo primo turno (Kimi Raikkonen è addirittura 12esimo: il finlandese non è rientrato dopo la bandiera rossa perché ha rovinato una gomma prendendo un detrito di Ricciardo): gli uomini di Maurizio Arrivabene si sono dedicati all'intensiva raccolta di dati.

Sergio Perez ha messo la Force India al sesto posto davanti a Jenson Button (McLaren) e Felipe Massa (Williams). Da segnalare la toccata con l'ala anteriore di Carlos Sainz nono con la Toros Roso. Lo spagnolo ha spigolato con l'anteriore nello stesso punto di Ricciardo, ma è riuscito a tornare ai box con i suoi mezzi, potendo poi tornare in pista nel finale di turno.

La top ten è completata da Nico Hulkenberg con la seconda Force India davanti a Romain Grosjean con la migliore Haas. Non avete trovato il nome di Max Verstappen: l'olandese ha dovuto fare i conti con una perdita d'olio della sua Red Bull RB12. Pare che ci sia un problema alla powr unit Renault e tocca ai tecnici francesi sostituirla in fretta. Per il team di Milton Keynes quello di Baku è stato un avvio problematico.

Cla#PilotaVetturaMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 44  Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 23 1'46.435     203.042
2 6  Nico Rosberg  Mercedes Mercedes 32 1'46.812 0.377 0.377 202.325
3 77  Valtteri Bottas  Williams Mercedes 34 1'47.096 0.661 0.284 201.789
4 14  Fernando Alonso  McLaren Honda 21 1'47.989 1.554 0.893 200.120
5 5  Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 26 1'48.627 2.192 0.638 198.945
6 11  Sergio Perez  Force India Mercedes 17 1'48.922 2.487 0.295 198.406
7 22  Jenson Button  McLaren Honda 21 1'49.019 2.584 0.097 198.229
8 19  Felipe Massa  Williams Mercedes 22 1'49.125 2.690 0.106 198.037
9 55  Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Ferrari 16 1'49.267 2.832 0.142 197.779
10 27  Nico Hulkenberg  Force India Mercedes 27 1'49.301 2.866 0.034 197.718
11 8  Romain Grosjean  Haas Ferrari 20 1'49.611 3.176 0.310 197.159
12 7  Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 16 1'49.635 3.200 0.024 197.115
13 3  Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 17 1'49.778 3.343 0.143 196.859
14 21  Esteban Gutierrez  Haas Ferrari 25 1'50.167 3.732 0.389 196.164
15 9  Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 18 1'50.473 4.038 0.306 195.620
16 33  Max Verstappen  Red Bull TAG 7 1'50.485 4.050 0.012 195.599
17 26  Daniil Kvyat  Toro Rosso Ferrari 19 1'50.551 4.116 0.066 195.482
18 30  Jolyon Palmer  Renault Renault 25 1'50.910 4.475 0.359 194.849
19 20  Kevin Magnussen  Renault Renault 27 1'50.939 4.504 0.029 194.798
20 94  Pascal Wehrlein  Manor Mercedes 24 1'51.219 4.784 0.280 194.308
21 12  Felipe Nasr  Sauber Ferrari 11 1'51.771 5.336 0.552 193.348
22 88  Rio Haryanto  Manor Mercedes 28 1'51.925 5.490 0.154 193.082

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Europa
Sub-evento Venerdì, prove libere 1
Circuito Streets of Baku
Articolo di tipo Prove libere