Bahrain, Libere 2: Vettel di pochi millesimi davanti a Bottas e Ricciardo!

condivisioni
commenti
Bahrain, Libere 2: Vettel di pochi millesimi davanti a Bottas e Ricciardo!
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
14 apr 2017, 16:33

Tre piloti in meno di un decimo dopo la seconda sessione di prove libere del GP del Bahrain. Bravo Vettel a gestire un black-out sulla Rossa visto che è riuscito a tornare ai box. Hamilton è solo quinto, ma la Mercedes è veloce nel long run.

I primi tre sono separati nemmeno da un decimo, segno che il GP del Bahrain si preannuncia molto combattuto: Sebastian Vettel si conferma il più veloce anche nella seconda sessione di prove libere, disputata di notte con le luci artifiiciali e una temperatura meno torrida del mattino. (32 gradi di aria e 35 gradi di asfalto).

La Ferrari del tedesco con le gomme Supersoft ha centrato un buon 1'31"310: Sebastian è stato il primo a rompere gli indugi andando in pista con la mescola più morbida, quando la pista non era ancora al massimo del grip, ma è bastato a tenere dietro Valtteri Bottas di appena 41 millesimi di secondo.

La Rossa è risultata molto veloce, ma un po' deficitaria nell'affidabilità. Al surriscaldamento del turbo di Kimi Raikkonen nella mattinata, ha fatto seguito il black-out elettrico che all'inizio della simulazione di long run ha costretto Vettel a rientrare ai box con la power unit spenta.

Il quattro volte campione del mondo è stato bravissimo e freddo nello schiacciare il pulsante N davanti all'abitacolo (si è dovuto slacciare le cinture per arrivare a schiacciarlo) ed è riuscito ad arrivare quasi all'ingresso della corsia dei box in folle, prima che i commissari di percorso lo spingessero in pit lane per la riparazione alla centralina che è andata in protezione per un surriscaldamento. Vettel è riuscito a tornare in pista prima della fine del turno...

Valtteri Bottas, secondo, avrebbe potuto fare meglio di 1'31"351 perché nel T3 è finito nel traffico, ma l'elemento di preoccupazione della Mercedes è che sulla W08 si è staccata all'improvviso la T-wing proprio come era già successo in Cina. I tecnici di Brackley hanno dovuto effettuare la riparazione (la T-wing ha il supporto che si infulcra sulla stessa staffa del mono pilone dell'ala posteriore) prima di rimandare in pista il finlandese per il long run.

Nella notte dell'emirato si è fatta minacciosa la Red Bull: Daniel Ricciardo ha impressionato stampando un eccellente 1'31"376 nel giro secco, impressionando poi anche nella simulazione di gara con una RB13 improvvisamente competitiva, mentre non ha impressionato Max Verstappen che ha rovinato il fondo pare urtando un dei detriti della T-wing di Bottas e ha dovuto restare a lungo nei box accontentandosi dell'ottavo tempo in 1'32"245. La Fia dovrà affrontare il problema della W08 che si sta ripetendo...

Ha impressionato positivamente anche Kimi Raikkonen con la seconda Ferrari: il finlandese ha pagato solo 168 millesimi dal compagno di squadra, finendo anche lui nel traffico nel tratto finale. La squadra del Cavallino ha diversificato il lavoro fra i piloti (anche come carichi di benzina) per raccogliere i dati in previsione della gara: Kimi ha girato con il tempo migliore nella simulazione di gara ma la Mercedes sembra più consistente sulla durata.

E Lewis Hamilton? Ha dovuto abortire per due volte il giro lanciato con le Supersoft  (nella seconda tornata è stato sfiorato da Nico Hilkenberg) e alla fine al terzo tentativo con una gomma non più nuova ha pagato 284 millesimi. L'inglese non si è crucciato troppo nella consapevolezza che la freccia d'argento è competitiva con il caldo e funziona bene sulla durata.

Stupisce la sesta posizione di Nico Hulkenberg con la Renault R.S.17 che è stato davanti con 1'31"883 a stare davanti a Felipe Massa che ha risolto i suoi problemi di freni emersi nel primo turno (pare che si dosse rotto un disco). Dopo una buona mattinata è parso in grande crisi Lance Stroll che paga 1"3 dal brasiliano, ma ha accusato delle difficoltà nell'abitacolo della FW40.

Positivo Romain Grosjean nono con la Haas a 1"1 dalla vetta, con Daniil Kvyat decimo con la Toro Rosso. Il russo ha girato con regolarità, mentre Carlos Sainz si è fermato dopo cinque giri per una fumata che ha avvolto la sua monoposto costringendolo a parcheggiarla in una via di fuga.

Buona la prestazione di Kevin Magnussen con la seconda Haas davanti a Esteban Ocon a suo agio sulla Force India, con Sergio Perez costretto al 15esimo posto, preceduto da Fernando Alonso con la migliore McLaren. Stoffel Vandoorne, invece, ha dovuto rinunciare a 40 minuti di lavoro perché i tecnici di McLaren-Honda non avevano completato la sostituzione della power unit. Il belga è ultimo con appena otto giri a sua disposizione.

Se l'è cavata Pascal Wehrlein al suo rientro con la Sauber: il tedesco paga solo due decimi da Marcus Ericsson nel giro da qualifica, ma poi fatica a reggere il ritmo nel long run. Il degrado delle gomme spinge i tecnici a studiare una gara su due soste...

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 29 1'31.310     213.374
2 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 35 1'31.351 0.041 0.041 213.278
3 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 28 1'31.376 0.066 0.025 213.220
4 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 34 1'31.478 0.168 0.102 212.982
5 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 35 1'31.594 0.284 0.116 212.712
6 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 37 1'31.883 0.573 0.289 212.043
7 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 37 1'32.079 0.769 0.196 211.592
8 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 18 1'32.245 0.935 0.166 211.211
9 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 34 1'32.505 1.195 0.260 210.617
10 26 russia Daniil Kvyat  Toro Rosso Renault 35 1'32.707 1.397 0.202 210.158
11 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 33 1'32.854 1.544 0.147 209.826
12 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 38 1'32.875 1.565 0.021 209.778
13 30 united_kingdom Jolyon Palmer  Renault Renault 38 1'32.876 1.566 0.001 209.776
14 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 31 1'32.897 1.587 0.021 209.729
15 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 34 1'33.319 2.009 0.422 208.780
16 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 36 1'33.361 2.051 0.042 208.686
17 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 34 1'33.944 2.634 0.583 207.391
18 55 spain Carlos Sainz Jr.  Toro Rosso Renault 5 1'34.072 2.762 0.128 207.109
19 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 29 1'34.117 2.807 0.045 207.010
20 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 8 1'34.230 2.920 0.113 206.762

 

Prossimo Articolo
Ferrari: la nuova power unit di Raikkonen è stata messa in moto

Articolo precedente

Ferrari: la nuova power unit di Raikkonen è stata messa in moto

Prossimo Articolo

Kimi elogia i meccanici Ferrari: "Hanno fatto un ottimo lavoro"

Kimi elogia i meccanici Ferrari: "Hanno fatto un ottimo lavoro"
Carica commenti