Australia: nuove restrizioni per gli italiani, ma niente ban

Nuovi controlli per chi volerà in Australia nelle prossime ore, ma non sono state attivate né quarantene, né ban. Team e personale arriverà a Melbourne nelle prossime ore.

Australia: nuove restrizioni per gli italiani, ma niente ban

Il Coronavirus continua a essere lo spauracchio principale anche di tutte le competizioni sportive. Tra queste anche i gran premi del Mondiale 2020 di Formula 1. La stagione inizierà fra una settimana e mezzo a Melbourne, sede del Gran Premio d'Australia.

Nelle ultime ore, però, il governo federale australiano ha emesso restrizioni maggiori per i viaggiatori che approdano sull'isola dall'Italia, ma non è ancora stata ordinata la quarantena, né i divieti d'ingresso come invece è accaduto per viaggiatori di altre nazioni.

Stiamo parlando di Corea del Sud, Cina e Iran. Da questi paesi nessuno potrà entrare in Australia prima di 14 giorni dall'uscita dai rispettivi paesi. I viaggiatori italiani, invece, dovranno rispondere a una serie di domande al check-in, ma anche al controllo della temperatura corporea all'arrivo (in Italia questa misura è stata presa già diverse settimane fa).

Al momento l'Italia non ha ricevuto alcun divieto di viaggio, e questo potrebbe rivelarsi cruciale per lo svolgimento del Gran Premio d'Australia previsto per il prossimo fine settimana. Se le limitazioni di viaggio per chi arriva dall'Italia non dovessero mutare nei prossimi giorni, l'ultimo ostacolo per disputare il GP sarebbe a quel punto un'ulteriore restrizione agli eventi pubblici per limitare il rischio di trasmissione.

Anche ieri l'amministratore delegato dell'Australian Grand Prix Corporation, Andrew Westacott, ha ribadito che il gp sarà disputato come previsto e si aspetta che i team inizino ad arrivare a Melbourne nei prossimi giorni.

"Tutto sarà pronto per la prossima settimana", ha dichiarato Westacott a 3AW Radio Melbourne. "Ci sono 50 operai della F1 che sono stati All'Albert Park per un paio di giorni a lavorare. Tutti quelli del mondo della F1, compresi i team italiani arriveranno qui da oggi. Il primo ministro ha annunciato nella conferenza stampa le procedure e le misure di screening potenziate per chi arriva dall'Italia".

Intanto, Greg Maffei - amministratore delegato di Liberty Media - ha minimizzato il possibile impatto del Coronavirus sulla F1 nel suo complesso: "Sino a ora la F1 è rimasta sulla buona strada. Abbiamo dovuto posticipare il GP di Shanghai per volere del governo cinese. Non è stata una scelta nostra. Le prossime tre gare sono Australia, Bahrain e Vietnam. Per ora tutto va bene".

condivisioni
commenti
Ferrari: Binotto scrive ai dipendenti del Reparto Corse
Articolo precedente

Ferrari: Binotto scrive ai dipendenti del Reparto Corse

Prossimo Articolo

Marko: "FIA deve evitare di mettersi d'accordo su cose strane"

Marko: "FIA deve evitare di mettersi d'accordo su cose strane"
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021