Aston Martin valuta di entrare in F.1 come motorista dal 2021

condivisioni
commenti
Aston Martin valuta di entrare in F.1 come motorista dal 2021
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
Tradotto da: Giacomo Rauli
25 lug 2017, 09:38

Aston Martin ha affermato che potrebbe prendere in considerazione il progetto, ma solo se il tetto del budget necessario per realizzare i nuovi motori sarà abbassato.

Andy Palmer, CEO Aston Martin sulla griglia di partenza
Jerome Stoll, Renault Sport F1 President with Andy Palmer, Aston Martin CEO
Andy Palmer, Aston Martin CEO
Aston Martin Racing paddock area e logo
#99 Aston Martin Racing Aston Martin Vantage logo detail
Aston Martin Vantage V8
A pair of Red Bull branded Aston Martins in the paddock

Dal 2021 il regolamento tecnico riguardante i propulsori di Formula 1 subirà un mutamento importante. Per questo motivo alcuni nuovi costruttori hanno partecipato alla recente riunione FIA dedicata ai motoristi. Tra questi anche Aston Martin con il suo amministratore delegato Andy Palmer.

Il vertice della casa britannica ha affermato che Aston Martin potrebbe essere interessata a entrare in F.1 qualora fosse mantenuto un tetto riguardo le spese. Al momento la Casa inglese è in Formula 1 come sponsor di Red Bull e sta collaborando a stretto contatto con Adrian Newey sul progetto Valkyrie, un'auto stradale estrema che utilizza un motore Cosworth.

"Se entreremo in F.1? Ci fanno sempre questa domanda. Il nostro principale concorrente è la Ferrari, dunque in questo senso c'è una spiegazione razionale nell'essere coinvolti in qualche modo. Al momento, però, non siamo una società in grado di avere un budget di 350-400 milioni di euro l'anno da spendere per competere in F.1".

"Se, ed è un grande se, il budget che servirà per progettare e sviluppare un motore per la F.1 sarà alla nostra portata, allora lo studieremo. Al momento si tratta solo di ipotesi".

Palmer ha affermato che i segnali per il 2021 sembrano promettenti, anche se non vi è ancora una veduta unica tra i costruttori a oggi presenti in F.1 e quelli che, potenzialmente, potrebbero essere interessati a entrarvi nei prossimi anni.

"Sicuramente stanno andando tutti verso la giusta direzione. Più rumore, più prestazioni. Ma è necessario che i costi vengano ridotti. Su questo punto tutti i presenti alla riunione erano d'accordo".

"Per quanto riguarda il tipo di motore, se biturbo o con un turbo solo, non è ancora stato deciso. Ci sono varie proposte sul tavolo".

Per quanto riguarda una possibile parnership con Cosworth - già in atto per il progetto Valkyrie - Palmer ha chiarito: "Non ci sono certezze. Abbiamo un ottimo rapporto con Cosworth e non vediamo per quale motivo non possa essere presa in considerazione, ma non vogliamo precludere altre possibilità, ad esempio Ilmor che era presente alla riunione. Speriamo che nel mese di settembre vi siano pensieri più chiari da parte di tutti per prendere la decisione più corretta possibile".

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Adam Cooper
Tipo di articolo Ultime notizie