Aston Martin punta al Mondiale F1 in cinque anni

L'Aston Martin mira a vincere il Mondiale di Formula 1 entro cinque anni, come ha rivelato in occasione della presentazione della sua monoposto 2021, la AMR21.

Aston Martin punta al Mondiale F1 in cinque anni

Il team di Silverstone sta entrando in una nuova era sotto al famoso marchio britannico e non ha nascosto di avere delle ambizioni elevate per quanto riguarda i suoi obiettivi futuri.

Parlando dopo che sono stati svelati i colori e le forme della AMR21, il team principal Otmar Szafnauer ha detto che l'obiettivo è quello di provare a portare a casa un titolo entro la metà degli anni 2020.

"E' molto più facile dire che lotteremo per vincere un Mondiale che farlo davvero", ha detto Szafnauer.

"Sono due le cose che devono accedere: abbiamo bisogno di un buon piano, per partire da dove siamo oggi ed arrivare ad essere dei contendenti al titolo, e poi lo dobbiamo eseguire. Ora siamo nel bel mezzo di questa pianificazione".

"Riuscirci richiederà sicuramente del tempo. Altre squadre in Formula 1 hanno detto di aver bisogno tra i tre ed i cinque anni per riuscirci e noi non siamo diversi".

Leggi anche:

"Nell'ultimo anno abbiamo pianificato la realizzazione della nuova factory, con nuove infrastrutture, e un posto per ospitare tutti sotto allo stesso tetto e far crescere la squadra. La costruzione è appena iniziata a Silverstone".

"Verso la fine del 2022, dovremo trasferirci e all'interno di quella factory troveremo degli strumenti all'avanguardia, che ci aiuteranno a progettare e sviluppare una macchina che sia degna di lottare per il Mondiale. Quindi ci vorranno alcuni anni".

"Se devo guardare al futuro, direi che ci vorrà un periodo compreso tra i tre ed i cinque anni".

Riflettendo su questo obiettivo, anche Sebastian Vettel ritiene che possa essere un lasso di tempo realistico, aggiungendo però che l'avvento del nuovo regolamento potrebbe anche accorciare il processo.

"Penso che sia un progetto a lungo termine se si vuole davvero vincere", ha spiegato. "Ovviamente se si guarda alla Mercedes, sono entrati nel 2010, ma poi hanno iniziato a vincere con il regolamento delle power unit, perché sono stati i più veloci ad adeguarsi".

"Quindi hanno avuto bisogno di cinque anni per realizzare quella che tutti consideravano la migliore. Questo è il tempo che ci vuole. Ma poi non è un risultato a cui riescono ad arrivare tutti".

"Ci sono tanti costruttori, ma alla fine uno solo può vincere. La Mercedes è stata la più forte per tanti anni, quindi tanto di cappello a loro, ma vuol dire anche che gli altri non sono stati abbastanza bravi".

Con l'introduzione del budget cap e di un nuovo regolamento tecnico a partire dal 2022, Vettel ha sottolineato che questo potrebbe avere un impatto sulla rapidità dei progressi.

"La Formula 1 sta cambiando, quindi potrebbe non esserci più bisogno di quei cinque anni. Forse si ridurranno, questa è la speranza di tutti e magari iniziare a salire sul podio non solo perché sei stato fortunato e davanti a te si sono ritirati i migliori. Vedremo come cambierà la Formula 1 nei prossimi anni".

Sebastian Vettel, Aston Martin Racing

Sebastian Vettel, Aston Martin Racing

Photo by: Aston Martin Racing

condivisioni
commenti
Vettel: "Non mi interessa quello che la gente pensa di me"
Articolo precedente

Vettel: "Non mi interessa quello che la gente pensa di me"

Prossimo Articolo

Haas: la livrea diventa bianca con i colori della Russia

Haas: la livrea diventa bianca con i colori della Russia
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021