Ascolti TV di Baku: quanto ha rubato alla F.1 la concomitanza con Le Mans?

Il GP d'Europa è stato visto in tv da 6 milioni di spettatori (4,9 su Rai 1 e 1,1 su Sky): la gara sul nuovo circuito cittadino di Baku ha certamente pagato la concorrenza fratricida della 24 Ore di Le Mans. Ma quanto ci ha rimesso?

Bernie Ecclestone ha fatto tutto il possibile per oscurare la 24 Ore di Le Mans, evento nelle mani di Jean Todt, presidente della FIA. Ha fatto in modo che sabato le qualifiche del GP d’Europa a Baku coincidessero con la partenza della maratona della Sarthe, mentre l’avvio della gara in Azerbaijan è avvenuto proprio mentre si compiva il dramma della Toyota che vedeva sfumare nell’ultimo giro il primo successo nella corsa dell’ACO a favore della Porsche, con un finale thrilling degno di un film di Hitchcock.

Mister E ha cercato di mettere i bastoni fra le ruote all’appuntamento più prestigioso del WEC, dopo che diversi piloti del Circus avevano manifestato la voglia di prendere parte alla 24 Ore di Le Mans, dopo il successo di Nico Hulkenberg dello scorso anno con la Porsche. E a rimetterci, ovviamente, sono stati gli appassionati costretti a un furioso zapping con il telecomando. I giochi di potere, infatti, hanno tolto l’emozione di vivere uno dei due eventi nel loro clou.

Se analizziamo gli ascolti televisivi del GP d’Europa osserviamo che la somma di Rai (4.905.000 spettatori) e Sky (1.106538 spettatori) fa un totale di 6 milioni di appassionati che hanno seguito la Formula 1 in diretta. Circa 1,4 milioni in meno rispetto al GP di Monaco, l’ultimo che la Tv di Stato ha trasmesso in diretta insieme a Sky.

La differenza è forse data dai puristi delle corse che hanno deciso di “vivere” la 24 Ore di Le Mans in diretta su Eurosport1, il canale del bouquet di Sky che ha trasmesso l’intera maratona grazie ad un team di commentatori competenti e appassionati?

Certamente l’emittente francese non ha colmato quel gap (gli ascolti sono stati tenuti gelosamente segreti), anche se nella sede milanese sono soddisfatti per i dati che sarebbero stati migliori rispetto a quelli dello scorso anno.

Poco o tanto, Le Mans ha tolto interesse alla F.1 (c’è rischio che la concomitanza resti anche il prossimo anno) in una battaglia fratricida che sarebbe meglio evitare (ma uno sponsor come Rolex che è timekeeper da una parte e dall’altra non ha proprio niente da dire?).

Ma guardiamo più nel dettaglio gli ascolti tv del GP d’Europa a Baku: su Rai1 sono stati 4.905.000 gli spettatori che hanno assistito alla gara in diretta sulla rete ammiraglia della tv di stato con il 30,72% di share. Il dopo gara sul tracciato cittadino più veloce del mondo è stato visto da 1.918.000 spettatori con una share del 14,41%.

Per quanto riguarda la pay tv la diretta su Sky Sport F1 è stata seguita da 1.106.538 spettatori medi raccogliendo il 6,92 % di share e 1.682.874 spettatori unici. Si parla di un +38% rispetto all’equivalente gara dello scorso anno (il GP d’Europa non era in calendario nel 2015 e non esistono confronti per Baku). La F.1, insomma, mostra un risveglio di attenzione rispetto ai dati dello scorso anno, ma deve evitare gli… autogol, considerati anche l'enorme costo dei diritti televisivi.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Europa
Circuito Streets of Baku
Articolo di tipo Analisi