Arrivabene: "Vettel rallentato da un problema già nel giro di formazione"

condivisioni
commenti
Arrivabene:
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
11 nov 2018, 21:29

Il team principal della Ferrari porge le sue congratulazioni alla Mercedes per la conquista del titolo riservato ai team, spiegando la ragione per la quale la SF71H di Vettel non è mai stata competitiva per un problema a un sensore.

Maurizio Arrivabene, Team Principal, Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
(Da sx a dx): Max Verstappen, Red Bull Racing, Andy Shovlin, Chief Engineer, Mercedes-AMG F1, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 e Kimi Raikkonen, Ferrari, festeggiano sul podio con le ballerine di Samba

Maurizio Arrivabene aveva caricato la Ferrari dopo la conquista del titolo mondiale piloti conquistato da Lewis Hamilton nel GP del Messico che la squadra del Cavallino avrebbe lottato fino alla fine per il titolo Costruttori. Il terzo posto di Kimi Raikkonen e il sesto di Sebastian Vettel non sono bastati a contrastare il passo delle frecce d'argento che hanno portato a Brackley anche il secondo camionato iridato.

Leggi anche:

"Oggi, nonostante il podio di Kimi, non siamo purtroppo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo, che era quello di tenere aperta la lotta nel mondiale Costruttori".

"Già dal giro di formazione ci eravamo accorti di un problema a un sensore sulla vettura di Seb: questo inconveniente ci ha costretti, per tutta la gara, ad adottare regolazioni diverse da quelle comunemente usate, con conseguenti problemi di guidabilità".

"Congratulazioni alla Mercedes per la conquista del titolo riservato ai team.

Prossimo Articolo
Alonso e Vandoorne penalizzati per aver ignorato le bandiere blu

Articolo precedente

Alonso e Vandoorne penalizzati per aver ignorato le bandiere blu

Prossimo Articolo

Verstappen paga gli spintoni ad Ocon con due giorni di servizi sociali alla FIA

Verstappen paga gli spintoni ad Ocon con due giorni di servizi sociali alla FIA
Carica commenti