Arrivabene: "Non siamo soddisfatti, guardiamo avanti"

La Ferrari oggi è rimasta molto vicina alla Mercedes, ma la sensazione è di una vittoria sfumata con Sebastian Vettel a causa di un errore strategico. Anche se il team principal parla di un errore con il senno di poi.

Anche se la Ferrari ha finalmente dato un segno di reazione, lottando quasi ad armi pari con la Mercedes, Maurizio Arrivabene non sembra aver digerito troppo bene il secondo posto di Sebastian Vettel.

La sensazione è che il tedesco abbia pagato un errore strategico, passando sulle due soste quando era al comando, a differenza di Lewis Hamilton, che è andato a vincere con un solo pit stop. Il team principal del Cavallino ne ha parlato ai microfoni di Sky Sport F1 HD.

Col senno di poi, pensi che sia stata adottata la strategia giusta per Vettel?
"Col senno di poi no. In quel momento lì, visto il degrado che avevano le gomme, sì. Però è andato così".

Sei soddisfatto oggi? Abbiamo avuto la dimostrazione che la Ferrari può lottare per tutto?
"No, non puoi essere soddisfatto, ma devi guardare avanti".

C’è però la consapevolezza che la velocità c’è?
"Indipendentemente dalla velocità, deve esserci la vittoria. Quello è importante".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Canada
Sub-evento Domenica, gara
Circuito Circuit Gilles-Villeneuve
Piloti Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista