Arrivabene: "La Ferrari oggi ha dimostrato di esserci!"

condivisioni
commenti
Arrivabene: "La Ferrari oggi ha dimostrato di esserci!"
Di:
09 lug 2017, 14:53

Il team principal della scuderia di Maranello ha lodato la grande gara di Sebastian Vettel, secondo ad un soffio da Bottas, e la buona performace di Raikkonen. Arrivabene non vuole cali di tensione ed è già concentrato sulla prossima gara di Silverstone.

Sebastian Vettel, Ferrari, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing feste
Sebastian Vettel, Ferrari, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing feste
Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H, Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 F1 W08
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Sebastian Vettel, Ferrari, si congratula con il vincitore della garaValtteri Bottas, Mercedes AMG F1
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W08, Sebastian Vettel, Ferrari SF70H
Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H, lotta con Romain Grosjean, Haas F1 Team VF-17. segue Felipe Massa, Wi

E' un Maurizio Arrivabene moderatamente soddisfatto quello visto al termine di un Gran Premio d'Austria estremamente teso e combattuto nelle battute finali.

Sebastian Vettel è stato protagonista di uno stint conclusivo da cardiopalma, grazie ad un ottimo affiatamento tra la SF70H e le mescole Pirelli Supersoft, concludendo la gara al secondo posto in scia a Valtteri Bottas.

La delusione per una vittoria mancata espressa poco prima dal presidente Sergio Marchionne, è stata mitigata dal team principal Ferrari. Arrivabene, infatti, ha voluto evidenziare la notevole performance messa in mostra dal leader del campionato e sottolineare anche la buona gara di Raikkonen, macchiata da una partenza non proprio perfetta.

"Sebastian ha fatto una gara paura e la nostra vettura ha dimostrato una volta di più che ci siamo. Kimi ha allargato un po' in partenza ma poi si è difeso molto molto bene. Non molliamo, andiamo avanti così".

Ci fosse stato un giro in più, Vettel avrebbe avuto la possibilità di sorpassare Bottas e centrare così la quarta vittoria stagionale. Il pensiero, espresso sia da Sebastian che da Marchionne, non è stato ribadito da Arrivabene, concentrato nel mantenere i piedi per terra e guardare al risultato raccolto in terra austriaca.

"Bisogna sempre essere umili e guardare a quello che è successo in pista. Ho sentito Seb via radio affermare che con un giro in più avrebbe potuto attaccare Bottas, purtroppo non è finita in questo modo. Adesso pensiamo a Silverstone".

Insieme al team principal della Ferrari è intervenuto anche Mattia Binotto. Il chief technical officer della scuderia di Maranello ha parlato del grande sforzo che richiederà il mese di luglio con 3 gare in rapida successione, affermando come il lavoro di sviluppo andarà avanti così come previsto.

"Il mese di luglio è molto intenso con tre gare in rapida successione. Adesso i nostri sforzi sono rivolti al Gran Premio di Inghilterra della prossima settimana, poi penseremo all'Ungheria. Andremo avanti un passo alla volta".

 

Prossimo Articolo
Raikkonen: "Ho faticato troppo nel primo stint con le Ultrasoft"

Articolo precedente

Raikkonen: "Ho faticato troppo nel primo stint con le Ultrasoft"

Prossimo Articolo

Hamilton: "Ho dato il massimo, ma arrivare 4° è deludente"

Hamilton: "Ho dato il massimo, ma arrivare 4° è deludente"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Austria
Sotto-evento Domenica, post-gara
Location Red Bull Ring
Team Ferrari Acquista adesso
Autore Marco Di Marco
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie