Arrivabene: "La Ferrari non ha problemi di motore!"

Maurizio Arrivabene, team principal della Scuderia, è categorico: "A Maranello siamo ancora capaci di fare i motori" dopo le voci sui problemi di affidabilità allo 059/5. Vettel gira con un'unità nuova: quella usata da Kimi alla soglia dei 2.000 km...

"La Ferrari non ha un problema di motori!". Parola di Maurizio Arrivabene. Il team principal della squadra del Cavallino vuole bloccare sul nascere le voci insistenti che si sono sparse negli ultimi giorni sui guai di affidabilità della power unit 059/5 che oltre alla Scuderia equipaggia anche Haas e Sauber.

"Lo dico ufficialmente - dice sorridendo, Maurizio - a Maranello siamo ancora capaci di fare i motori". Il manager bresciano è arrivato questa mattina nel paddock di Barcellona dopo essere stato ieri all'inaugurazione del Salone dell'Auto di Ginevra con il presidente del Cavallino, Sergio Marchionne, e parteciperà oggi al meeting dei team con Charlie Whiting per ri-definire nei dettagli il format delle qualifiche a eliminazione.

Eppure proprio stamane Sebastian Vettel è sceso in pista per il secondo giorno di test con la SF16-H dotata di una power unit nuova. I tecnici del Cavallino hanno deciso di smontare l'unità usata ieri da Kimi Raikkonen che era la stessa di quella sfruttata per i quattro giorni di test della scorsa settimana e che ha completato una distanza di 1.978 km per sostituirla con una nuova dalle stesse specifiche tecniche.

"Quel propulsore - ammette Arrivabene - non ha affatto finito il suo ciclo di vita visto che è stato spedito a Maranello, dove proseguirà i test al banco. Lo stesso verrà fatto con l'attuale power unit che è stata montata sulla vettura di Sebastian Vettel".

E' evidente che la Ferrari vuole scoprire qual è la soglia del punto di rottura dello 059/5 durante una simulazione in sala prova, piuttosto che in pista. La squadra del Cavallino ha l'esigenza di mettere insieme dei chilometri nello sviluppo della SF16-H che è acerba, ma promettente, per cui è molto sensato programmare una rotazione delle power unit che eviti qualsiasi ritardo nei piani di lavoro che sono stati delineati dal responsabile tecnico, James Allison.

La settimana scorsa lo 059/5 ha avuto un guaio alla pompa di alimentazione che si trova nel serbatoio di benzina e ha fatto perdere a Raikkonen mezza giornata: si tratta di un contrattempo fastidioso che si è ripetuto ieri anche sulla Haas di Esteban Gutierrez. A rallentare l'attività c'erano stati i problemi al trascinamento della MGU-K, il motore elettrico che è stato spostato dalla scatola del cambio alla bancata di sinistra del V6 Turbo.

Problemi di gioventù che sono monitorati dai motoristi diretti da Mattia Binotto: il responsabile dell'area power unit, infatti, non è presenta nel paddock di Barcellona, ma sta seguendo la preparazione delle unità che dovranno essere spedite in Australia, dopo che ieri l'altro sono state omologate dalla FIA per la prima parte della stagione.

La Ferrari anche nella seconda sessione di test di Barcellona utilizza lo stesso telaio che è stato portato in pista nel filming day e nei quattro giorni della scorsa settimana. La seconda scocca, che è nei box di scorta, farà quindi il suo debutto in pista direttamente a Melbourne in occasione del prino Gp stagionale, anche se sarà sottoposta a lunghi test al banco dinamico 4WD che è attivo nella nuova Gestione Sportiva.

 

 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Barcellona, test di Marzo
Sub-evento Mercoledì
Circuito Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag ferrari