Arrivabene: "Bicchiere pieno per 20 giri. La strategia? Con il senno di poi..."

Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, è deluso dal terzo posto di Vettel: "E' stato un gran peccato. Abbiamo scelto una strategia aggressiva, ma alla fine non ha pagato".

La Ferrari ha accarezzato il successo nel primo Gran Premio del Mondiale 2016. Una partenza strepitosa di Vettel e Raikkonen, passati a condurre dopo la prima curva, sorprendendo le Mercedes.

Al giro 19, però, la corsa è stata interrotta dopo un brutto incidente tra Gutierrez e Alonso. Il team di Maranello ha scelto di tornare in pista con gomme SuperSoft sulla vettura di Vettel, mentre le Mercedes hanno scelto le medie. La mossa della scuderia di Brackley si è rivelata vincente e Sebastian è stato costretto a tornare ai box per un ulteriore pit stop. Hamilton e Rosberg sono arrivati sino in fondo, beffando il tedesco.

Al termine della corsa Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, ha ammesso di essere dispiaciuto per non aver portato a casa una vittoria che, nei primi 20 giri, sembrava saldamente nella mani di Vettel

"Il bicchiere l'ho visto pieno del tutto nei primi 20 giri. Poi, però, tutto è cambiato dopo la bandiera rossa. Avevamo 12 secondi di vantaggio se non ho letto male, per cui fate un po' i vostri conti... E' stato davvero un gran peccato".

Il vertice della Rossa ha poi parlato dell'errata strategia adottata nel corso dell'interruzione della gara. La scelta di mantenere le SuperSoft da parte della Ferrari ha stravolto il destino della corsa.

"Abbiamo pensato di adottare una strategia più aggressiva e negli ultimi giri avremmo dovuto essere dietro le Mercedes per giocarci la vittoria. Con il senno di poi, magari, avremmo potuto cambiarla, però ci siamo e questa è la cosa importante".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Australia
Sub-evento Domenica
Circuito Albert Park Circuit
Team Ferrari
Articolo di tipo Intervista