F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Analisi video: ecco come cambiano le monoposto 2017

28,034 viste

Andiamo a scoprire quali influenze avranno le nuove regole aerodinamiche sulle monoposto del prossimo anno che avranno l'ambizione di battere tutti i record sul giro. Ci sarà più carico aerodinamico ma anche più peso.

I regolamenti 2017 sono stati finalmente ratificati dalla FIA e, mentre sono state apportate modifiche per quanto concerne i motori, le norme aerodinamiche che erano state approvate nel mese di febbraio, sono rimaste sostanzialmente invariate.

Andiamo a scoprire nell’animazione quali sono gli aspetti principali che daranno un forte impatto al cambiamento delle monoposto del prossimo anni: abbiamo messo a confronto la Ferrari SF16-H a confronto con quella che è una previsione della vettura 2017.

I cambiamenti che sono stati decisi sono rivoluzionari e avranno un forte impatto non solo nell’aspetto estetico delle vetture, ma anche nelle prestazioni. Andiamo a scoprire, quindi, passo per passo cosa cambierà…

2017 aero regulations, top view
Le regole aerodinamiche 2017: la vista dall'alto
Disegno by: Giorgio Piola

L'ala anteriore è uno degli aspetti aerodinamici più importanti della vettura, perché influenza il funzionamento di tutta la monoposto. La parte centrale resterà di forma neutra anche se assumerà una sezione triangolare nella forma del bordo di attacco dell'ala, che avrà una forma a freccia. La punta del profilo principale si troverà a 1.200 mm dall’asse, mentre le paratie laterali si troveranno a 1.000 mm. L'intento del legislatore è di estendere l'ala anteriore e renderla meno sensibile alla scia di chi precede.

2017 aero regulations, front view
Le regole aerodinamiche 2017: visione frontale

Disegno by: Giorgio Piola

Cresce la larghezza dell'ala anteriore che passerà da 1.650 a 1.800 mm: sarà allineata alla maggiore larghezza delle gomme: quella anteriore passerà da 245 mm a 305 mm, con un incremento di 60 mm. Queste modifiche alle dimensioni e alla forma dell'ala avranno un effetto marcato sul disegno dei profili.

La maggiore larghezza della monoposto, a causa degli pneumatici più larghi, non si limita all’ala anteriore, ma coinvolge anche la larghezza del fondo e delle pance che cresce dagli attualo 1.400 mm a 1.600mm. Come l'ala anteriore, anche le fiancate e il fondo non potranno avere elementi aerodinamici aggiuntivi, come i generatori di vortice verticali, che siamo stati abituati a vedere negli ultimi anni.

2017 aero regulations, nose design
Le regole aerodinamiche 2017: il disegno del muso

Disegno by: Giorgio Piola

Le dimensioni delle bargeboards sono state notevolmente aumentate per aiutare i progettisti a migliorare il flusso d'aria intorno alla parte anteriore della monoposto e limitare l'effetto delle turbolenze generate dalla ruota anteriore in movimento.

2017 aero regulations, plank design
Le regole aerodinamiche 2017: il pattino

Photo by: FIA

La tavola del fondo risulterà più corta di 100 mm, sia per essere in linea con le scelte aerodinamiche anteriori che per il diverso gomito del diffusore nel posteriore.

La larghezza degli pneumatici posteriori è stata aumentata di 80 mm, visto che si arriverà a 405 millimetri, una misura che avrà un forte impatto nel disegno dei fondi. Ci sarà una maggiore libertà normativa nel definire i raggi del fondo intorno alla gomma posteriore, per cui è prevedibile una maggiore ricerca del tyre squirt, con diversi slot sul fondo per far lavorare al meglio i flussi da orientare verso il diffusore in funzione della deformazione delle gomme.

2017 aero regulations, side view
Le regole aerodinamiche 2017: vista laterale

Disegno by: Giorgio Piola

Il diffusore sarà molto più grande avendo un gomito che si alzerà già 175 millimetri prima dell’asse posteriore. Cambia anche l’altezza che crescerà di 50 mm, passando dagli attuali 125 millimetri a 175 millimetri, mentre la larghezza arriverà a 1.050 millimetri dagli attuali 1.000 mm.

2017 aero regulations, rear view
Le regole aerodinamiche 2017: vista posteriore

Disegno by: Giorgio Piola

L’ala posteriore sarà molto diversa con le paratie laterali che saranno inclinate verso il posteriore per fare in modo che il profilo principale possa avere una maggiore efficienza data dal diffusore posteriore. L'altezza è stata ridotto a 800 mm da 950 mm, ma l’ala posteriore sarà più larga di 200 mm, passando da 750 mm a 950 mm.

Le regole 2017 sono state pensate anche per correggere l’aspetto delle monoposto e favorire un incremento dello prestazioni fino a tre secondi al giro, in modo da battere il record della pista ad ogni GP. Ci sono timori sul fatto che le monoposto non potranno stare in scia senza perdere carico.

Uno dei problemi delle monoposto 2014 che hanno adottato le power unit è stato l’aumento di peso. Le sta attuali F.1 caricano circa 50 kg di carburante in meno al via di un GP, ma pesano di più rispetto alle omologhe vetture spinte dai motori V8, soprattutto a causa degli elementi che compongono la power unit. Attualmente parliamo di 60 kg in più rispetto al 2013, ma il limite è destinato a crescere di altri 20 kg arrivando nel 2017 a 722 kg per la crescita di numerosi elementi (carrozzeria, fondo, sospensioni, cerchi e gomme).

Cambierà lo stile di guida delle monoposto che dovrebbero diventare più fisiche da guidare per i piloti. La Brembo ha stimato che è facile prevedere un 30% di energia in più da dissipare in staccata a causa del peso supplementare.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Analisi
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola