F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Analisi tecnica F1: la Red Bull ha davvero il telaio migliore?

Andiamo a scoprire come la RB14 sia riuscita a vincere quattro GP nella stagione 2018, pur disponendo di un motore meno competitivo di Mercedes e Ferrari. Ecco le soluzioni aerodinamiche che hanno esaltato il già ottimo telaio della RB14.

Analisi tecnica F1: la Red Bull ha davvero il telaio migliore?
Carica lettore audio

La Red Bull RB14 è stata considerata da molti la monoposto dotata del migliore telaio in F1 con l'aerodinamica più sofisticata che ha permesso ai piloti Max Verstappen e Daniel Ricciardo di conquistare due vittoria a testa nelle gare nelle quali la power unit Renault era meno determinante nel risultato. In questa gallery di immagini tecniche andiamo a scoprire quali sono stati nel dettaglio i segreti della monoposto di Adrian Newey...

Red Bull RB14 sospensione anteriore e dettagli aero
Red Bull RB14 sospensione anteriore e dettagli aero
1/33
Una vista ravvicinata dei bargeboard e dei turning vanes mostra come sono collegati tra loro da supporti per evitare le vibrazioni che sarebbero nocive

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'Halo "originale" sulla RB14
L'Halo "originale" sulla RB14
2/33
La Red Bull è stata l'unica squadra a non aver adottato dei profili aerodinamici sul diadema dell'Halo che erano stati concessi dalla FIA con una sporgenza massima di 20 mm.

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Bocche arretrate delle pance della Red Bull RB14
Bocche arretrate delle pance della Red Bull RB14
3/33
Questa immagine mostra quanto sia stato spostato indietro l'ingresso delle bocche delle pance della RB14: ciò è stato possibile grazie ai profili alari che carenano il cono antintrusione.

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Specchietti della Red Bull RB14
Specchietti della Red Bull RB14
4/33
Ecco una bella vista degli specchietti retrovisori della RB14 che riprendono i soffiaggi già visti sulla Ferrari SF71H: ci sono anche due supporti che hanno una chiara funzione aerodinamica

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Specchietto della Red Bull RB14
Specchietto della Red Bull RB14
5/33
Nella vista posteriore dello specchietto della RB14 si osserva in modo inequivocabile quanto l'avere il retrovisore in due parti permetta di assolvere a delle funzioni aerodinamiche che sarebbero negate con una soluzione tradizionale

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14 dettaglio sospensione anteriore
Red Bull RB14 dettaglio sospensione anteriore
6/33
I meccanici Red Bull cambiano l'altezza della RB14 lavorando sulla sospensione anteriore: si osservi la profilatura del puntone e le molle a tazza del terzo elemento montato in alto.

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: ecco il terzo elemento idraulico
Red Bull RB14: ecco il terzo elemento idraulico
7/33
Rispetto all'immagine precedente ecco un secondo scatto del terzo elemento della RB14 con l'ammortizzatore a comando idraulico e privo delle molle a tazza: questa soluzione si era vista a inizio stagione

Foto di: Sutton Motorsport Images

Cestello dei freni posteriore della Red Bull RB14
Cestello dei freni posteriore della Red Bull RB14
8/33
Il cestello dei freni posteriore della RB14 è stato trattato con materiali anti-calore onde ridurre al massimo il trasferimento delle alte temperature alle gomme dietro già sottoposte a sforzi violenti in fase di trazione

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14 bargeboard
Red Bull RB14 bargeboard
9/33
Ecco una bella immagine che mette in evidenza come il bargeboard e i deviatori di flusso ai lati delle pance siano diventati un unico elemento aerodinamico: i due elementi lavorano in perfetta sinergia

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14: ecco il cassoncino di aspirazione Renault
Red Bull RB14: ecco il cassoncino di aspirazione Renault
10/33
Ecco un'immagine rara che mostra il cassoncino di aspiirazione del motore Renault: come si osserva dalla foto ogni bancata di tre cilindri è alimentata dal proprio plenum che ormai è tutto in materiali compositi

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: la presa d'aria motore
Red Bull RB14: la presa d'aria motore
11/33
Ecco come i tecnici della Red Bull hanno deciso di dividere i flussi che arrivano dalla bocca dell'airbox: non si alimenta solo il compressore del 6 cilindri, ma si raffredda anche il radiatore dell'ibrido

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14 vista dall'alto
Red Bull RB14 vista dall'alto
12/33
Nell'immagine della RB14 vista dall'alto si può apprezzare come Adrian Newey abbia cercato delle forme semplici nella parte superiore della monoposto, puntando sull'assetto Rake per generare il carico
Vernice flo-viz sulla Red Bull RB14
Vernice flo-viz sulla Red Bull RB14
13/33
Nel primo turno di prove libere i team usano la vernice flo-viz sulle nuove parti aerodinamiche per verificare qual è l'andamento dei flussi: ecco l'applicazione sui turning vanes della RB14

Foto di: Sutton Motorsport Images

Red Bull RB14: indagine sul diffusore posteriore
Red Bull RB14: indagine sul diffusore posteriore
14/33
Già durante i test invernali di Barcellona la Red Bull ha condotto delle prove aerodinamiche sulla RB14: ecco il diffusore posteriore cosparso di vernice flo-viz

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: ala posteriore scarica per Baku
Red Bull RB14: ala posteriore scarica per Baku
15/33
La Red Bull ha usato un'ala posteriore particolarmente scarica nel GP di Azerbaijan con il profilo principale e il flap mobile quasi piatti. Le paratie laterali avevano solo due soffiaggi orizzontali

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14 modifiche all'ala anteriore
Red Bull RB14 modifiche all'ala anteriore
16/33
La Red Bull ha apportato della modifiche all'ala anteriore nel GP di Spagna: nella parte interna della paratia laterale è apparsa una nuova pinna [1] mentre è stata aperta una fessura maggiore con gli attacchi dei flap [2].

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: altre novità della Spagna
Red Bull RB14: altre novità della Spagna
17/33
Anche l'area del bargeboard ha subito un modifica dal GP di Spagna, dato che la sciabola inferiore ha un nuovo disegno [1], ed è stato aggiunto un boomerang [2] nella parte superiore, tre deviatori di flusso supplementari sono stati montati sul bordo d'ingresso del fondo, portando il conteggio complessivo a sei. Nuovi anche i canali sul fondo [4].

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: i bargeboard del GP di Francia
Red Bull RB14: i bargeboard del GP di Francia
18/33
La Red Bull ha apportato alcuni adattamenti al bargeboard della RB14 per il GP di Francia, modificando la forma e il numero dei coltelli orizzontali e dei flap sovrastanti (indicati dalla freccia rossa).

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: l'ala anteriore per Silverstone
Red Bull RB14: l'ala anteriore per Silverstone
19/33
Daniel Ricciardo ha provato diverse opzioni di alettone anteriore durante il GP di Gran Bretagna, visto che l'australiano ha scelto per le qualifiche e laga la versione meno carica con l'ultimo flap privo del nolder aggiuntivo

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: due fondi diversi nel GP di Germania
Red Bull RB14: due fondi diversi nel GP di Germania
20/33
Al GP di Germania la Re Bull aveva a disposizione un nuovo fondo che evidenziava i soffiaggi lunghi a binario (evidenziati in giallo) verso il bordo di uscita laterale. Nel tondo il fondo precedente caratterizzato dai soffaggi in diagonale

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: riappare il Monkey seat
Red Bull RB14: riappare il Monkey seat
21/33
Per il GP d'Ungheria la Red Bull ha cercato il massimo carico aerodinamico posteriore: non si è limitata a usare l'alettone a massima incidenza, ma ha montato anche un piccolo Monkey seat attaccato al mono-pilone che regge l'ala (freccia blu), e una piccola T-Wing svergolata (freccia rossa)

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: retrotreno ungherese
Red Bull RB14: retrotreno ungherese
22/33
Ecco un ingrandimento del Monkey seat e della T-wing vista all'Hungaroring sulla RB14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14: il fondo cambia ancora a Spa
Red Bull RB14: il fondo cambia ancora a Spa
23/33
A Spa oltre ai binari, sul fondo sono apparsi anche quattro soffiaggi diagonali nel bordo d'entrata laterale

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14: l'ala posteriore del Belgio
Red Bull RB14: l'ala posteriore del Belgio
24/33
Alla ricerca di migliorare la velocità massima sui rettilinei, la Red Bull ha riproposto un'ala posteriore particolarmente scarica per il GP del Belgio confermando come sia il corpo vettura della RB14 a generare la down-force

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: ala posteriore di Monza
Red Bull RB14: ala posteriore di Monza
25/33
La Red Bull per il GP d'Italia ha optato per un'ala posteriore dalla corda molto corda, mentre le paratie laterali erano del tutto prive di soffiaggi orizzontali

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: doppio flap alla paratia nel Gp di Russia
Red Bull RB14: doppio flap alla paratia nel Gp di Russia
26/33
Il team ha modificato la paratia laterale dell'ala anteriore nel GP di Russia: è stato aggiunto un secondo deviatore di flusso nella parte terminale che serve a muove il flusso d'aria oltre la ruota anteriore evitando il bloccaggio della gomma

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: dettaglio dell'ala più vecchia
Red Bull RB14: dettaglio dell'ala più vecchia
27/33
Per avere un buon confronto ecco l'ala anteriore con le specifiche più vecchie

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RRB14: il diffusore della Russia
Red Bull RRB14: il diffusore della Russia
28/33
Ecco una fantastica vista del diffusore posteriore della RB14 in Russia: si osserva non solo la maggiore curvatura dei denti nei bordi esterni, ma anche l'inarcatura dei profili verso la zona centrale

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14: dettaglio del diffusore posteriore
Red Bull RB14: dettaglio del diffusore posteriore
29/33
Ecco per fare un buon confronto il diffusore della RB14 con una precedente sezione centrale del diffusore posteriore non arcuata, ma rettilinea

Foto di: Sutton Motorsport Images

Red Bull RB14: dettaglio del fondo
Red Bull RB14: dettaglio del fondo
30/33
Ecco un primo piano dei soffiaggi a binario che sono apparsi sul fondo della RB14

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14: il fondo del GP del Messico
Red Bull RB14: il fondo del GP del Messico
31/33
La Red Bull ha aggiunto al fondo dotato dei binari due file die due flap che fanno da deviatori di flusso, copiando una soluzione della Ferrari che si era vista nel GP degli Stati Uniti. Il team di Milton Keynes ha strappato le appendici realizzate in prototipazione rapida dopo la prima sessione di libere messicane.

Foto di: Giorgio Piola

Red Bull RB14: dettaglio del bargeboard
Red Bull RB14: dettaglio del bargeboard
32/33
Ecco un'ottima panoramica del bargeboard della RB14, la cui complessità è aumentata notevolmente nel corso dell'anno.

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Red Bull RB14: deviatore di flusso brasiliano
Red Bull RB14: deviatore di flusso brasiliano
33/33
Ecco un primo piano dei deviatori di flusso a tre elementi che si sono visti a Interlagos nel GP del Brasile

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ferrari 2019: passo più lungo non solo per i 5 kg di benzina in più
Articolo precedente

Ferrari 2019: passo più lungo non solo per i 5 kg di benzina in più

Prossimo Articolo

Williams: senza il cambio in carbonio la risalita dal fondo sarà più dura

Williams: senza il cambio in carbonio la risalita dal fondo sarà più dura