F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Analisi tecnica: ecco come la Ferrari ha raggiunto la Mercedes in Bahrain

La squadra del Cavallino era arrivata a Sakhir soddisfatta del successo ottenuto in Australia, ma i tecnici sapevano che c'era ancora da fare sulla SF71H: ecco le modifiche che hanno permesso a Vettel di vincere il secondo GP.

Analisi tecnica: ecco come la Ferrari ha raggiunto la Mercedes in Bahrain

La Ferrari è arrivata in Bahrain carica per la vittoria nel Gran Premio d'Australia, ma i tecnici diretti da Mattia Binotto sapevano che c’era molto lavoro di sviluppo da fare sulla SF71H.

Perché se la Rossa era parsa chiaramente una sfidante della Mercedes, il suo passo e alcune incertezze nella guidabilità messe in risalto da Sebastian Vettel nel primo GP, lasciavano capire che c’era bisogno di altri interventi per renderla competitiva.

Le modifiche all'ala anteriore e nell'area delle bargeboard sono servite a costruire il risultato di Sakhir che ha sorpreso le Mercedes.

Ala anteriore

Ferrari SF71H and SF70H front wing comparison
Ala anteriore Ferrari SF71H e SF70H in comparazione

Disegno by: Giorgio Piola

La Ferrari si è presentata alla gara di apertura in Australia portandosi dietro alcuni dubbi emersi nei test invernali e, infatti, aveva sfruttato le prove libere per effettuare delle prove comparative fra l’ala anteriore 2018 e quella 2017 (di Austin) dalle specifiche molto simili.

Ferrari SF71H front wing comparison
Ferrari SF71H comparazione delle ali anteriori

Photo by: Giorgio Piola

L'ala utilizzata durante l'ultima parte del 2017 (riquadro in alto a destra) aveva aiutato a migliorare la pitch sensitivity e la generazione del vortice Y250 curvando il bordo d’entrata del profilo principale (con frecce).

L'ala 2018 lavora con la stessa linea di principio, tuttavia è alimentata dagli slot che sono visibile sul profilo principale.

I dubbi che la Ferrari aveva avuto in Australia sono stati messi da parte in Bahrain, poiché la squadra ha iniziato a tagliare i flap per adattarli ai livelli di carico richiesti dal circuito di Sakhir.

Anzi, il team del Cavallino ha anche incrementato la rigidità del secondo elemento dal profilo principale (freccia bianca), visto che è stata montata un'altra striscia di metallo.

Ciò significa che quando aumenta il carico sull'ala, gli elementi inferiori del profilo principale non flettono come i flap superiori, riducendo in parte l'instabilità aerodinamica che si era verificata in precedenza specie nello spazio di frenata.

Sebastian Vettel aveva parlato in Australia di mancanza di fiducia nella parte anteriore della vettura, e questa sensazione poteva essere collegata al problema dell'ala anteriore e all’instabilità del fondo nel posteriore.

Bargeboard modificata

Ferrari SF71H and Ferrari SF70H bargeboard comparison
Comparazione fra le bargeboard Ferrari SF71H e Ferrari SF70H

Disegno by: Giorgio Piola

L’area compresa tra le ruote anteriori, le pance laterali e il bordo d'attacco del fondo è considerata quella in grado di offrire il maggiore incremento del carico aerodinamico dal cambio di regolamento 2017.

Questo è il motivo per cui tutti i team hanno concentrato i loro sforzi nello sviluppo di nuove soluzioni in questa zona delle monoposto al fine di migliorare le prestazioni.

La SF71H non è solo un'evoluzione della macchina dell’anno prima, perché l'aumento di passo ha permesso di aprire nuove vie di sviluppo in quest’area cruciale della vettura. I bargeboard e gli altri numerosi elementi aerodinamici che vi sono associati sono stati modificati per massimizzare le prestazioni.

Nel confronto tra la SF71H e la SF70H nella versione vista dalla Malesia in poi mostra come la Ferrari abbia ottimizzato la configurazione del bargeboard.

L'elemento anteriore (freccia rossa) introdotto a Sepang è stato mantenuto. Tuttavia, il suo disegno è stato modificato per sfruttare il maggiore spazio disponibile grazie all’incremento dell’interasse.

Dietro a questo elemento si osserva la fila dei mini-flap (freccia blu) che è stata allungata incrementando la loro più influenza sul flusso d'aria che li attraversa.

Gli aerodinamici di Maranello, inoltre, hanno preso spunto dalle soluzioni Mercedes e hanno introdotto anche dei “funghetti” verticali che altro non sono dei deviatori di flusso aggiuntivi particolarmente utili quando la Rossa è in imbardata. Si notano anche gli elementi più esterni a forma di falce (freccia nera) che sono stati rivisti.

Force India VJM10, Mercedes W08 and Red Bull RB13 floor design, Mexican GP
I coltelli sul fondo di Force India VJM10, Mercedes W08 e Red Bull RB13 al GP del Messico

Disegno by: Giorgio Piola

Da segnalare anche i tre “coltelli”, che non si vedono in questi disegni, che la Ferrari ha montato nel bordo d’entrata del fondo rialzata, riprendendo un altro concetto che si era visto per la prima volta sulla Mercedes W08 e che poi successivamente era stato adottato anche dalla Red Bull nell’aggiornamento della RB13 dal GP d’Ungheria in poi e anche sulla Force India in Messico.

Questi “coltelli” aiutano a stabilizzare il flusso d'aria turbolento che impatta sul fondo, migliorando l’andamento dei filetti verso il diffusore posteriore.

Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H rear detail
Kimi Raikkonen, Ferrari SF71H dettaglio del retrotreno

Photo by: Sutton Images

Secondo quanto riferito dai piloti, la Ferrari aveva palesato delle instabilità aerodinamiche in Australia per un problema dovuto al fondo 2018 dotato di due canali scavati ai lati della trasmissione.

Stando alle indiscrezioni una nuova soluzione si vedrà in questo weekend Cina, ma intanto il team aveva apportato alcune modifiche minori nella parte centrale dell’estrattore visto brevemente in Bahrain, come si osserva nel video.

Tutto questo lavoro sembra aver reso la SF71H più bilanciata in Bahrain: il risultato o si è visto perché Sebastian Vettel è riuscito a prolungare la vita delle gomme medie potendo fare una sola sosta per vincere il secondo GP di fila…

 
condivisioni
commenti
Colpo di scena: Verstappen aveva l'acceleratore bloccato in Qualifica!
Articolo precedente

Colpo di scena: Verstappen aveva l'acceleratore bloccato in Qualifica!

Prossimo Articolo

Allarme FIA: preoccupano i pezzi perduti dalla Haas a Sakhir

Allarme FIA: preoccupano i pezzi perduti dalla Haas a Sakhir
Carica commenti
F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali Prime

F1 | Mercedes: la paura che fa perdere i Mondiali

La Mercedes è protagonista di questa nuova puntata de Il Primo degli Ultimi. Al team di Brackley viene imputata la mancanza di coraggio e di voglia di osare, figlia di chi è abituato ad anni di dominio incontrastato e ora che vede un mondiale scivolargli tra le dita, non vuole andare oltre ciò che dicono i dati per paura di rischiare troppo

Formula 1
26 ott 2021
Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse" Prime

Minardi: "Verstappen ha anche la maturità del fuoriclasse"

Il Gran Premio degli Stati Uniti ha regalato tante sorprese e delusioni. In questo nuovo video di Motorsport.com, ecco i voti ai piloti stilati e commentati da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Formula 1
26 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Formula 1
25 ott 2021
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021