Alpine: Budkowski stregato dalla lettura della gara di Alonso

Marcin Budkowski, direttore esecutivo di Alpine in Formula 1, ha spiegato che Fernando Alonso ha stupito la squadra per il "mestiere" che ha mostrato nella prima metà della stagione 2021.

Alpine: Budkowski stregato dalla lettura della gara di Alonso

Alonso ha fatto notizia per la difesa particolarmente tenace nei confronti di Lewis Hamilton nei giri conclusivi del Gran Premio d'Ungheria, che ha permesso al compagno di squadra Esteban Ocon di regalare la prima vittoria all'Alpine.

Ma l'episodio di Budapest non è stato il primo in cui il 40enne ha lasciato sbalordito il team di Enstone: per la sua abilità e la sua capacità di leggere le gare dall'abitacolo, il due volte campione del mondo ha una consapevolezza del quadro completo vicina a quella degli uomini al muretto.

"Ho lavorato con diversi piloti ed ho un'esperienza di più di 20 anni in Formula 1, ma lui è davvero impressionante", ha detto Budkowski. "E' impressionante nel suo approccio, che è molto, molto professionale".

"L'altra cosa che mi colpisce è la sua abilità in gara. E penso che l'abbiamo visto nella Sprint Qualifying di Silverstone, ma anche a Baku. Sono state ottime opportunità per notarlo".

"Quello che Fernando ha fatto a Silverstone è stato effettivamente formare un trenino di vetture tutte con il DRS dietro di lui, perché lui non aveva paura di Stroll, ma aveva paura di Gasly e quindi ha eliminato ogni suo possibile attacco mettendogli Stroll in zona DRS".

"Per me è incredibile, perché noi siamo seduti al muretto, abbiamo tutti i dati e vediamo tutto quello che succede nella gara. Lui è in macchina, guida a tutta velocità, ma ha quasi la stessa capacità di analizzare la gara che abbiamo noi al muretto, ma senza avere a disposizione la stessa quantità di dati".

"Questa è la cosa che mi impressiona di più di Fernando. Certo, ha 20 anni di esperienza in Formula 1, ma non tutti i piloti sono capaci di questo neanche con 20 anni di esperienza".

A tal proposito, lo stesso Alonso ha detto che la sua lunga carriera in Formula 1 lo ha reso un pilota migliore, portandolo a suggerire che oggi batterebbe "con una mano sola" il suo alter ego di 23 anni.

Leggi anche:

Budkowski ha fatto notare anche che Alonso è ancora affamato ed ambizioso come sempre, quindi è convinto che continuerà a correre in Formula 1 negli anni a venire se l'Alpine sarà in grado di dargli una vettura competitiva.

"Per quanto tempo continuerà è una domanda per Fernando, ma non mi sembra che si senta come un vecchio pronto a ritirarsi", ha spiegato Budkowski.

"Ha fame, non vede l'ora che arrivi il prossimo anno. Ogni volta che è in fabbrica chiede come sta venendo la vettura del 2022".

"Si può notare che si sta divertendo, è felice di essere tornato in Formula 1, ma ovviamente è ambizioso, ma anche noi abbiamo quella di fare meglio di quanto stiamo facendo ora. Per questo stiamo lavorando duramente in vista del prossimo anno e lui ne è entusiasta".

"Se l'anno prossimo gli daremo una macchina competitiva, non credo che si ritirerà tanto presto, perché vorrà sempre di più".

condivisioni
commenti
Perché l'Alfa Romeo crede che sia valsa la pena soffrire nel 2021

Articolo precedente

Perché l'Alfa Romeo crede che sia valsa la pena soffrire nel 2021

Prossimo Articolo

Red Bull, Marko al bivio: rinnovare Perez o richiamare Gasly?

Red Bull, Marko al bivio: rinnovare Perez o richiamare Gasly?
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021