Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

Alonso: "Silverstone sacrificata per andare a punti in Ungheria"

condivisioni
commenti
Alonso: "Silverstone sacrificata per andare a punti in Ungheria"
Di:
24 lug 2017, 16:47

Per la McLaren l'Hungaroring rappresenta una delle piste più favorevoli dell'anno, per questo a Silverstone sulla vettura di Alonso sono state cambiate componenti e accumulate posizioni di penalità in griglia.

Fernando Alonso, McLaren
Fernando Alonso, McLaren MCL32, Kevin Magnussen, Haas F1 Team VF-17
Fernando Alonso, McLaren and Frank Bruno
Fernando Alonso, McLaren MCL32, Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13
Fernando Alonso, McLaren
Fernando Alonso, McLaren MCL32

Il Gran Premio di Gran Bretagna è stato l'ennesimo calvario della stagione per Fernando Alonso. Con 30 posizioni di penalità in griglia per aver sostituito motore, turbocompressore, MGU-K e MGU-H dopo i due turni di libere del venerdì, il weekend di Silverstone è stato uno dei più duri per l'asturiano.

A due settimane di distanza dalla gara britannica, Alonso ha svelato per quale motivo il team abbia preferito accumulare così tante penalità a Silverstone. L'Hungaroring, sede della prossima tappa del Mondiale 2017 di F.1, sarà una delle piste più favorevoli per le MCL32. Almeno stando a quanto pensano i vertici del team di Woking.

Così il weekend di Silverstone è stato sacrificato per arrivare in Ungheria con più possibilità di sfruttare la vettura e aspirare a posizioni nobili nella gara che si terrà domenica.

"Abbiamo preso decisioni importanti a Silverstone in terimini di posizioni di penalità in griglia. Lo abbiamo fatto in preparazione del GP di Ungheria", ha dichiarato Fernando Alonso. "Spero che queste paghino e che possano portarci nelle migliori posizioni possibili questo fine settimana".

"Sulla carta l'Hungaroring è una delle migliori opportunità della stagione per noi. E' una pista corta, piena di curve in cui non serve tanta potenza.I piloti si devono così basare sulla bontà del telaio".

"La cosa più importante per noi - ha proseguito l'asturiano - sarà come sempre l'affidabilità della monoposto. Anche se la nostra macchina potrà andare meglio in Ungheria abbiamo bisogno di un fine settimana senza guasti per cercare di portare a casa punti".

Prossimo Articolo
Pirelli, Isola: "In Ungheria fondamentale la strategia dei pit stop"

Articolo precedente

Pirelli, Isola: "In Ungheria fondamentale la strategia dei pit stop"

Prossimo Articolo

Aston Martin valuta di entrare in F.1 come motorista dal 2021

Aston Martin valuta di entrare in F.1 come motorista dal 2021
Carica commenti