Alonso: "Sapevamo di poter arrivare in Q3"

condivisioni
commenti
Alonso:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
29 lug 2017, 15:56

Le McLaren-Honda hanno ottenuto un bel risultato in qualifica a Budapest, dove lo spagnolo e Vandoorne centrano il settimo ed ottavo crono con una MCL32 apparsa a suo agio su una pista tortuosa.

Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren MCL32
Fernando Alonso, McLaren,
Stoffel Vandoorne, McLaren MCL32
Stoffel Vandoorne, McLaren

Finalmente le McLaren sono state protagoniste di una bella qualifica, questa volta priva di problemi tecnici. A Budapest, Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne hanno chiuso al settimo ed ottavo posto al termine della Q3, raggiunta da entrambe le MCL32.

Le vetture britanniche motorizzate Honda si sono piazzate alle spalle solamente di Ferrari, Mercedes e Red Bull, battendo la concorrenza delle rivali Toro Rosso, Force India, Renault, Williams, Haas e Sauber, sfruttando al meglio le caratteristiche del tracciato ungherese, come spiega Alonso.

"Prima di venire qui sapevamo che sarebbe stato un circuito dove avremmo potuto essere molto competitivi; chiudere settimo ed ottavo è proprio ciò che speravamo - ha commentato lo spagnolo - Abbiamo avuto la conferma delle nostre aspettative. Anche se al sabato non si prendono punti, il lavoro per ora è stato ottimo quindi continuiamo così anche domani. La pista è in stile go-kart, è il pilota che fa la differenza con il suo modo di guidare e penso che domani ci potremo divertire, speriamo di fare una bella gara".

Vandoorne si è mostrato sorridente per quanto fatto nelel tre sessioni di oggi pomeriggio, dove ha potuto divertirsi con un'auto che gli è piaciuta molto.

"Sono contento, penso che in gara avremo la possibilità di lottare per la zona punti e fino ad ora le prestazioni sono state positive - ha dichiarato il belga - Mi sono trovato subito a mio agio con la vettura, in curva si comporta bene e anche se non siamo in grado di lottare con Ferrari e Mercedes penso che possiamo giocarcela per battere le Force India".

 

Prossimo Articolo
Ferrari: la "scimitarra" sul fondo è stata rivista per l'Ungheria

Articolo precedente

Ferrari: la "scimitarra" sul fondo è stata rivista per l'Ungheria

Prossimo Articolo

Ferrari: ecco perché Giovinazzi al simulatore ha contribuito alla prima fila

Ferrari: ecco perché Giovinazzi al simulatore ha contribuito alla prima fila
Carica commenti