Alonso: "Non possiamo già pensare solo al 2017"

condivisioni
commenti
Alonso:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
16 giu 2016, 13:04

Secondo Fernando la McLaren-Honda deve ancora cercare di progredire e fare più punti possibile nel 2016, anche perché le evoluzioni di motore potrebbero rivelarsi utili anche nella prossima stagione.

The FIA Press Conference: Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso; Nico Hulkenberg, Sahara Force India
Fernando Alonso, McLaren MP4-31
Fernando Alonso, McLaren MP4-31
Fernando Alonso, McLaren nella sfilata dei piloti
Fernando Alonso, McLaren MP4-31
Fernando Alonso, McLaren MP4-31
Fernando Alonso, McLaren
Fernando Alonso, McLaren MP4-31

Da diverse settimane Fernando Alonso ripete in continuazione di essere fiducioso riguardo alle possibilità della McLaren-Honda di tornare a battagliare la vertice nella prossima stagione, visto il pesante cambiamento regolamentare che è in arrivo in Formula 1.

Tuttavia, questo non vuol dire che secondo lo spagnolo la squadra di Woking debba già iniziare a pensare esclusivamente al 2017, perché per lui esiste ancora una possibilità di crescere in questa stagione e magari attaccare il quinto posto nel Mondiale Costruttori.

"Penso un po' ed un po'. Ovviamente vogliamo lottare per il titolo mondiale e quest'anno non siamo in quella posizione. Ma stiamo facendo progressi e stiamo lavorando per ottenere quell'obiettivo in futuro. Però c'è ancora molta strada da fare" ha detto Fernando durante la conferenza stampa del GP d'Europa.

"Abbiamo bisogno di pensare alla macchina dell'anno prossimo per cercare di essere competitivi nella prossima stagione. Ma allo stesso tempo non possiamo già accantonare il 2016. Siamo ancora a giugno e ci sono molte possibilità per salire nella classifica costruttori".

Il due volte iridato poi sembra convinto che gli eventuali passi avanti di motori che saranno fatti quest'anno, potranno servire anche nel 2017: "Inoltre molti dei progressi che potremo fare quest'anno, potranno essere molto utili anche l'anno prossimo, specialmente sul lato della power unit. Stiamo lavorando su entrambi i progetti e siamo motivati per ottenere più punti possibile quest'anno".

Riguardo al tracciato di Baku, di cui Alonso è anche ambasciatore, pure lui indica la strettoia ed il lungo rettilineo come punti più interessanti.

"Alcune cose dobbiamo impararle in macchina, perché fare il giro a piedi o al simulatore non è la stessa cosa. Sarà interessante la parte stretta tra la curva 8 e la curva 10. Ma la cosa davvero unica credo che sarà la velocità sul rettilineo, qualcosa di davvero unico per un cittadino. Sarà bello vedere se potremo veramente fare in pieno tutto il tratto tra la curva 16 e la curva 1, o se magari bisognerà alzare il piede tra la 19 e la 20".

Prossimo articolo Formula 1

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Europa
Sotto-evento Giovedì
Location Baku City Circuit
Piloti Fernando Alonso
Team McLaren
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Conferenza stampa