Alonso: "Non pensavo di correre in Formula 1 a 40 anni"

Il due volte campione del mondo ha celebrato oggi il traguardo dei 40 anni ed ha affermato come ad inizio carriera non avrebbe mai pensato di correre ancora in Formula 1 a questa età.

Alonso: "Non pensavo di correre in Formula 1 a 40 anni"

La conferenza stampa del giovedì dell’Hungaroring è stata l’occasione per celebrare il compleanno di Fernando Alonso. Lo spagnolo ha tagliato il traguardo dei quarantenni nella stagione del suo ritorno in Formula 1, ed ovviamente l’essere entrato negli “anta” è stato l’argomento principale della chiacchierata tra il due volte campione del mondo e la stampa.

Quando gli è stato chiesto se si sarebbe mai immaginato di correre in Formula 1 a 40 anni quando ha esordito nel 2001, Fernando ha risposto in modo secco: “Probabilmente no. Quando sei giovane vivi solo il presente, non pensi molto al futuro. Sei sempre concentrato sul weekend di gara e difficilmente pensi a come proseguirà la tua carriera negli anni successivi”.

Vent’anni fa Alonso ha fatto il suo debutto con la Minardi, impressionando subito tutto il paddock, per poi trascorrere l’intero 2002 come collaudatore per la Renault e tornare come pilota ufficiale, sempre con il team transalpino, l’anno successivo e conquistare due titoli iridati nel 2005 e nel 2006.Fe

Fernando ha poi spiegato come l’esperienza accumulata gli sia servita per abituarsi ad una realtà scioccante come quella della Formula 1.

“Adesso le sensazioni sono differenti e sono abituato a questo sport, ma quando ho debuttato ero un ragazzino senza esperienza che veniva da una piccola città nel nord della Spagna. Per i primi cinque, sei, sette anni è stato scioccante far parte di questo mondo. Poi mi sono abituato a tutto”.

“Adesso conosco il modo in cui le cose funzionano e riesco a godermi di più il momento”.

Per celebrare il quarantesimo compleanno del suo pilota, la Alpine ha deciso di ornare il motorhome con  decorazioni dedicate, mentre Sebastian Vettel, intervistato in contemporanea con lo spagnolo, ha fatto gli auguri di persona all’asturiano.

Nonostante abbia compiuto 40 anni, Alonso non si sente affatto vecchio e si è detto certo che l’età anagrafica non corrisponda a quella fisica e mentale.

“Non sento di aver compiuto 40 anni. Ovviamente se guardo a quel numero rimango stupito, ma è un’età che non corrisponde a quello che sento”.

Anche Sebastian Vettel è intervenuto sull’argomento sottolineando come la sua avventura in Formula 1 terminerà ben prima del compimento dei 40.

“Non credo che correrò fino a quell’età ma, come abbiamo visto con Fernando, non si può mai sapere. Al momento, però, lo escluderei”.

condivisioni
commenti
Leclerc: "La Ferrari ha preso la direzione giusta"
Articolo precedente

Leclerc: "La Ferrari ha preso la direzione giusta"

Prossimo Articolo

Sainz: "Sorpreso dalla capacità di reazione della Ferrari"

Sainz: "Sorpreso dalla capacità di reazione della Ferrari"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021